Nota storico-critica sulle nevrosi traumatiche di guerra nella psicoanalisi

Titolo Rivista: PSICOANALISI
Autori/Curatori: Simona Argentieri
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 13 P. 55-67 Dimensione file: 167 KB
DOI: 10.3280/PSI2021-002004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Durante la Prima Guerra Mondiale, prende origine in modo drammatico il capitolo della giovane psicoanalisi dedicato alle nevrosi traumatiche di guerra, con il loro corteo di sinto-matologie paralitiche e amnesiache. In un primo momento i seguaci di Freud tenteranno di interpretarla sul modello dell’isteria, come risposta pulsionale al trauma, seguita da rimozione. Successivamente, verrà compresa la maggiore complessità di tale patologia, con la compromissione dei livelli precoci narcisistici, Nel corso dei successivi eventi bellici della storia, si aggiungeranno poi i contributi di altri psicoanalisti di seconda e terza generazione.

  1. Argentieri S. (1991). Il ridicolo e il sublime: sui rapporti ira umorismo e tirannia. In: Miccichiè L. (a cura dì). Risate di regime. Venezia: Marsilio.
  2. Argentieri S. (2006). Prigionieri del passato: la nevrosi traumatica di guerra nella rappresentazione cinematografica. In: De Mari M., Marchiori E., L. Pavan (a cura di). La mente altrove. Cinema e sofferenza mentale. Milano: FrancoAngeli.
  3. Argentieri S. (2003). Note sul necrologio di V. Tausk di S. Freud. Psicoanalisi, 7, 1.
  4. Alexander F., Grotjahn M., Eisenstein S. (1971), I pionieri della psicoanalisi, Feltrinelli, Milano.
  5. Battistelli F. (1990). Ufficiale o gentiluomo? Il militare come sopravvivenza della società pre-moderna. In: Saggi e ricerche. Roma: Giano, pp. 89-105.
  6. Battistelli F. (1991). Una guerra modello Cassino, Riforma della scuola, 3, Roma.
  7. Baudrillard J. (2002). Lo spirito del terrorismo. Milano: Raffaello Cortina.
  8. Bion W. (1986). La lunga attesa. Roma: Astrolabio.
  9. Deutsch H. (1981). A confronto con me stessa. Roma: Astrolabio.
  10. Ferenczi S. (1916). Due tipi di nevrosi di guerra (isteria). In: Opere, Voi. II. Milano: Raffaello Cortina, 1989, pp. 219-233.
  11. Freud E., Grubich Simitis I. (1978), Biografia per immagini, Boringhieri, Torino.
  12. Freud S. (1914). Introduzione al narcisismo. In: OSF, 1. Torino: Bollati Boringhieri, 1969.
  13. Freud S. (1919). Introduzione al libro Psicoanalisi delle nevrosi di guerra. In: OSF, 9. Torino: Bollati Boringhieri, 1976.
  14. Freud S. (1920). Al di là del principio del piacere. In: OSF, 9. Torino: Bollati Boringhieri, 1976.
  15. Freud S. (1920). Promemoria sul trattamento elettrico dei nevrotici di guerra. In: OSF, 9. Torino: Bollati Boringhieri, 1976.
  16. Freud S. (1921). Psicologia delle masse e analisi dell’Io. In: OSF, 9. Torino: Bollati Boringhieri, 1976.
  17. Freud S., Ferenczi S. (1914-1919). Lettere, Vol. II. Milano: Raffaello Cortina, 1998.
  18. Greenson R. (1984). Esplorazioni psicoanalitiche. Torino: Bollati Boringhieri,
  19. Jones E. (1953), Vita e opere di Freud, Il Saggiatore, Milano, 1962.
  20. Pavan L. (1991). Crisi emozionale ed eventi della vita. Quaderni di Psicoterapia, 4: 92.
  21. Pazzagli A., Discussione sul lavoro di V. Tausk: Sulla genesi della “macchina influenzante” nella schizofrenia. Psicoanalisi, 7: 1.
  22. Reik T. (1963). Il masochismo dell’uomo moderno. Milano: Sugar.
  23. Tausk V. (1979). Scritti psicoanalitici. Roma: Astrolabio.

Simona Argentieri, Nota storico-critica sulle nevrosi traumatiche di guerra nella psicoanalisi in "PSICOANALISI" 2/2021, pp 55-67, DOI: 10.3280/PSI2021-002004