Il curatore speciale del minore disabile

Journal title MINORIGIUSTIZIA
Author/s Agnese Caprioli
Publishing Year 2022 Issue 2021/4 Language Italian
Pages 10 P. 86-95 File size 86 KB
DOI 10.3280/MG2021-004010
DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation click here

Below, you can see the article first page .

If you want to buy this article in PDF format, you can do it, following the instructions to buy download credits

Anteprima articolo

FrancoAngeli is member of Publishers International Linking Association, Inc (PILA), a not-for-profit association which run the CrossRef service enabling links to and from online scholarly content.

Il curatore speciale più volte si trova ad affrontare situazioni critiche in cui alla vulnerabilità della minore età si associa la vulnerabilità della disabilità. L’impegno del curatore, la sua attività e le modalità di esercizio della funzione non richiedono compiti ulteriori e non è necessario un differente esercizio della funzione; il rapportarsi con un minore richiede già alcune specifiche accortezze, per cui l’approccio resta e resterà immutato nel rispetto della fragilità e della specialità che già di per sé presenta la minore età. Sarà poi la specificità della situazione, così come già accade riguardo ad ogni minore, a dettare le «regole» del rapporto, tempi e modalità di approccio e di relazione differenti a seconda dei casi e delle particolari fragilità.

Keywords: curatore speciale, minori, disabilità, procedimento, ascolto, relazione

Agnese Caprioli, Il curatore speciale del minore disabile in "MINORIGIUSTIZIA" 4/2021, pp 86-95, DOI: 10.3280/MG2021-004010