Clicca qui per scaricare

La criminalizzazione della solidarietà ai migranti in Val Roja: note dal campo
Titolo Rivista: MONDI MIGRANTI 
Autori/Curatori: Luca Giliberti 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Inglese 
Numero pagine:  21 P. 161-181 Dimensione file:  299 KB
DOI:  10.3280/MM2017-003008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Starting from June 2015, with the terror alert, France has militarized its border with Italy, establishing systematic controls. Within a new border regime, the Roya Valley - a rural area of the Maritime Alps, situated between France and Italy - has become central to migration routes towards other European countries. In this valley, a network of solidarity with migrants has emerged, offering hospitality, care and judicial support. This network is criminalized by the state logic, which assimilates its activities to those of smugglers. At the same time, sympathetic citizens have begun to report irregularities in the French State’s application of asylum legislation. This contribution analyzes the network of solidarity with migrants in the Roya Valley, its relations with other civil society actors in the area and the process of its criminalization, characterized by so-called solidarity crimes. The ethno-graphic research, which started at the beginning of 2017, is still in progress in a context of ongoing transformation.

A partire dal giugno 2015, con l’allarme terrorismo, la Francia militarizza la frontiera con l’Italia istituendo controlli sistematici. All’interno di un nuovo regime di frontiera, la Val Roja - territorio rurale delle Alpi Marittime, tra la Francia e l’Italia - diviene centrale nelle rotte migratorie verso altri paesi europei. Nasce in questa valle una rete di solidarietà ai migranti, che offre loro ospitalità, cura e sostegno giuridico. Tale rete viene criminalizzata dalla logica statale, che considera le sue attività alla stregua di quelle dei trafficanti. Contemporaneamente, i cittadini solidali denunciano le irregolarità dello Stato francese nell’applicazione della normativa sul diritto all’asilo. Il presente contributo analizza la rete di solidarietà ai migranti in Val Roja, le sue relazioni con il resto della società civile del territorio e il suo processo di criminalizzazione, caratterizzato dai cosiddetti delitti di solidarietà. La ricerca etnografica, iniziata a principio del 2017, è tuttora in corso in un contesto in continua trasformazione.
Keywords: Frontiera; Crisi migratoria; Criminalizzazione della solidarietà; Delinquenti solidali; Delitti di solidarietà; Etnografia

  1. Agamben G. (2003). Lo stato di eccezione. Torino: Bollati Boringhieri.
  2. Ambrosini M. (2014). Non passa lo straniero? Le politiche migratorie tra sovranità nazionale e diritti umani. Assisi: Cittadella Editrice.
  3. Amnesty International (2017) Des contrôles au confin du droit. Violations de droits humains à la frontière française avec l’Italie; https://www.amne-sty.fr/refugies-et-migrants/actualites/frontiere-franco-italienne-des-controles-aux-frontieres.
  4. Andreani-Facchin E. et Boisson P. (2017). La vallée insoumise. Society; https://www.pressreader.com/france/society-france/20170414/282016147193774.
  5. Bagnasco A. (2016). La questione del ceto medio. Un racconto del cambiamento sociale. Bologna. il Mulino.
  6. Blanchard E. et Rodier C. (2016). «Crise migratoire»: ce que cachent les mots. Plen droit, 4: 3-6.
  7. Bourdieu P. (1992). Risposte. Per un’antropologia riflessiva. Torino: Bollati Boringhieri.
  8. Burawoy M. (2005). Por una sociología pública. Política y Sociedad, 42, 1: 197-225.
  9. Cuttitta P. (2012). Lo spettacolo del confine. Lampedusa tra produzione e messa in scena della frontiera. Milano: Mimesis.
  10. De Certeau M. (2001). L’invenzione del quotidiano. Roma: Edizioni Lavoro.
  11. de Genova N. (2016). The “crisis” of the European Border Regime: Towards a Marxist theory of borders. International Socialism, 150: 31-54.
  12. de Genova N. (2013). Spectacles of migrant ‘illegality’: the scene of exclusion, the obscene of inclusion, Ethnic and Racial Studies, 36, 7: 1180-1198.
  13. De Haas H. (2010). The Internal Dynamics of Migration Processes. A Theoretical Inquiry. Journal of Ethnic and Migration Studies, 36, 10: 1-31.
  14. Fontanari E. (2016). Soggettività en transit. (Im)mobilità dei rifugiati in Europa tra sistemi di controllo e pratiche quotidiane di attraversamento dei confini”. Mondi Migranti, 1: 39-60;, 10.3280/MM2016-001003DOI: 10.3280/MM2016-001003
  15. Gisti-Cimade-Adde-Anafé (2015) Contrôles frontaliers à Vintimille : référé liberté devant le Conseil d’Etat; https://www.gisti.org/spip.php?article4981.
  16. Goffman E. (2003). Stigma. L’identità negata. Verona: Ombre Corte.
  17. Latouche S. (2011). Come si esce dalla società dei consumi. Corsi e percorsi della decrescita. Torino: Bollati Boringhieri.
  18. Mezzadra S. (2011). Autonomia delle migrazioni. Lineamenti di un approccio teorico. Outis. Rivista di filosofia (post)europea, 1: 27-49.
  19. Mezzadra S., a cura di (2004). I confini della libertà. Per un’analisi politica delle migrazioni. Roma: Derive e Approdi.
  20. Mezzadra S. and Nielsen B. (2013). Border as method, or, the multiplication of labor. Durham: Duke University Press.
  21. Nogué J. (1988). El fenomeno neorural. Agricultura y Sociedad, 47: 145- 175.
  22. Palidda S., a cura di (2011). Racial criminalization of migrants in the 21st Century. Oxford: Routledge.
  23. Papastergiadis N. (2000). The turbulence of migration: globalization, deterritorialization and hybridity. New Jersey: Wiley.
  24. Queirolo Palmas L. (2017). Nuit debout. Transiti, connessioni e contestazioni negli accampamenti urbani dei rifugiati a Parigi. Mondi Migranti, 32, 2: 207-227;, 10.3280/MM2017-002011DOI: 10.3280/MM2017-002011
  25. Sayad A. (2002). La doppia assenza. Dalle illusioni dell’emigrato alle sofferenze dell’immigrato. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  26. Schapendonk J. (2012). Turbulent trajectories: African migrants on their way to the European Union. Societies, 2: 27-41.
  27. Stagi L. e Queirolo Palmas L. (2017). Dopo la rivoluzione. Paesaggi giovanili e sguardi di genere nella Tunisia contemporanea. Verona: Ombre Corte.
  28. Tassin L. (2016). Le mirage des "hotspots". Nouveaux concepts et vieilles recettes à Lesbos et Lampedusa. Savoir/Agir, 36: 39-45.
  29. Tazzioli M. (2015). The desultory politics of mobility and the humanitarian-military border in the Mediterranean. Mare Nostrum beyond the sea. Remhu-Revista Interdisciplinar de Mobilidade Humana, 44: 61-82.
  30. Tsianos V. and Karakayali S. (2010). Transnational Migration and the Emergence of the European Border Regime: An Ethnographic Analysis. European Journal of Social Theory, 13, 3: 373-387;, 10.1177/1368431010371761DOI: 10.1177/1368431010371761



  1. Maurizio Ambrosini, Le migrazioni oltre le polemiche e i luoghi comuni: dieci anni di Mondi Migranti in MONDI MIGRANTI 1/2018 pp. 7, DOI: 10.3280/MM2018-001001

Luca Giliberti, La criminalizzazione della solidarietà ai migranti in Val Roja: note dal campo in "MONDI MIGRANTI" 3/2017, pp. 161-181, DOI:10.3280/MM2017-003008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche