Peer Reviewed Journal



Proporre un articolo
RIVISTA SPERIMENTALE DI FRENIATRIA
The Italian Journal of Mental Health
3 fascicoli all'anno , ISSN 1129-6437 , ISSNe 1972-5582
Prezzo fascicolo (inclusi arretrati): € 29,50
Prezzo fascicolo e-book (inclusi arretrati): € 24,00

Canoni 2019
Biblioteche, Enti, Società:
cartaceo (IVA inclusa): Italia € 80,50;Estero € 115,50;
solo online (IVA esclusa):  € 89,00;

Info  abbonamenti cartaceo     Info  licenze online

Atenei:
online (con arretrati, accesso perpetuo, formula plus )
Info licenze online

Privati:
cartaceo: € 73,00 (Italia); cartaceo: € 101,50 (Estero); solo online (privati): € 61,50 ; 
Info abbonamenti  Info CONVENZIONI

Abbonati qui


Fondata da Carlo Livi nel 1875

Rivista Sperimentale di Freniatria è selezionata dall’American Psycological Association per il suo PsycINFO Journal Coverage List, il database bibliografico che raccoglie nel settore le più prestigiose riviste e pubblicazioni al mondo al fine di analizzarne gli articoli e le citazioni.
La Rivista Sperimentale di Freniatria, il più antico periodico italiano di psichiatria, esce ininterrottamente dal 1875. Essa pubblica lavori nell’ambito della salute mentale superando le angustie di una logica strettamente disciplinare e privilegiando il dialogo fra saperi contigui, accomunati dall’interesse per la persona e la società, con l’intento di contribuire in tal modo alla ricerca del senso e del significato delle condizioni di sofferenza e benessere psichici.
Nella Rivista si sono rispecchiati i movimenti di idee, le questioni e le innovazioni, gli sviluppi e le svolte che nel corso del tempo hanno attraversato la psichiatria, dalla psicopatologia, alla psichiatria biologica, alla psicoanalisi, alla fenomenologia, all’antropologia, alla sociologia, all’etnopsichiatria.
La Rivista privilegia il carattere monografico dei suoi fascicoli, individuando tematiche rilevanti e attuali nel campo della salute mentale, per offrirne una analisi approfondita e trasversale.
La Rivista si rivolge a chi opera in psichiatria, a tutte le diverse professionalità implicate nel lavoro sociale, educativo, giuridico, antropologico, che spesso devono integrarsi con l’intervento terapeutico-riabilitativo, e non da ultimo a chiunque sia consapevole della grande influenza che anche la singola persona può avere, nella sua interazione con gli altri e nell’esplicazione dei propri ruoli sociali, nel produrre orientamenti culturali e nel promuovere sofferenza o salute mentale.

International Advisory Board/Comitato dei Garanti Internazionale: German Berrios (Cambridge, UK), Martin Debanné (Geneva, Switzerland), Helen Killaspy (London, UK), Patrick McGorry (Melbourne, Australia), Sheila McNamee (Durham, New Hampshire), Merete Nordentoft (Copenhagen, Denmark), Stefan Priebe (London, UK), Onno Van der Hart (Utrecht, NL)
Comitato dei Garanti Nazionale/National Advisory Board: Valeria Babini (Bologna), Roberto Beneduce (Torino), Eugenio Borgna (Novara), Alberto Burgio (Bologna), Paolo Curci (Modena), Alessandro Dal Lago (Genova), Filippo Maria Ferro (Chieti), Laura Fruggeri (Parma), Salvatore Inglese (Catanzaro), Alberto Merini (Bologna), Pietro Pascarelli (Reggio Emilia), Giuseppe Riefolo (Roma), Franco Rotelli (Trieste), Pier Aldo Rovatti (Trieste), Gianni Tognoni (Milano)
Comitato di redazione/Editorial Board: Maria Bologna, Chiara Bombardieri, Yvonne Bonner, Gaddomaria Grassi, Giorgio Mattei, Gino Mazzoli, Francesco Paolella, Giulia Rioli, Luigi Tagliabue, Paolo Vistoli, Luisa Zannoni
Direzione/Editor-in-Chief: Gian Maria Galeazzi

Segreteria di Redazione/Editorial Office: Chiara Bombardieri - Biblioteca C. Livi - Ausl - Via Amendola, 2 - 42100 Reggio Emilia - e mail: chiara.bombardieri@ausl.re.it

La Rivista utilizza una procedura di referaggio doppiamente cieco (double blind peer review process), i revisori sono scelti in base alla specifica competenza. L’articolo verrà inviato in forma anonima per evitare possibili influenze dovute al nome dell’autore. La redazione può decidere di non sottoporre ad alcun referee l’articolo perché giudicato non pertinente o non rigoroso né rispondente a standard scientifici adeguati. I giudizi dei referee saranno inviati all’autore anche in caso di risposta negativa.

FrancoAngeli è consapevole dell’importanza - per accrescere visibilità e impatto delle proprie pubblicazioni - di assicurare la conservazione nel tempo dei contenuti digitali. A tal fine siamo membri delle due associazioni internazionali di editori e biblioteche - Clockss e Portico - nate per garantire la conservazione delle pubblicazioni accademiche elettroniche e l’accesso futuro nel caso in cui venissero a mancare le condizioni per accedere al contenuto tramite altre forme.

Sono repository certificati che offrono agli autori e alle biblioteche anche la garanzia dell’aggiornamento tecnologico e di formati per permettere di fruire in perpetuo e nel modo più completo possibile dei full text.

Per saperne di più: Home - CLOCKSS; Publishers – Portico.

La circolazione della rivista mira a valorizzarne l’impatto presso chi opera in psichiatria, nel lavoro sociale, educativo, giuridico, antropologico.



Articolo gratuito Articolo gratuito Articolo a pagamento Articolo a pagamento Acquista il fascicolo in e-book Fascicolo disponibile in e-book


Fascicolo 3/2004 


Emanuela Terzian, Gianni Tognoni, Quadro di riferimento generale
Alain Ehrenberg, Il cervello dell'individuo: neuroscienze, psichiatria, individualismo
Riccardo Torta, Carlotta Berra, Il razionale di utilizzo degli psicofarmaci per le malattie della mente
Corrado Barbui, Aspetti critici degli studi che precedono e accompagnano l'utilizzo dei farmaci in psichiatria
Antonio Clavenna, Maurizio Bonati, Antidepressivi in età pediatrica: molte ombre, poche evidenze
Charles Medawar, Il sistema del farmaco: anatomia di una crisi
Yvonne D.B. Bonner, Maria Vittoria Andreoli, Maurizio Iemmi, Milvana Garamante, Raffaele Pellegrino, Franco Poziello, Farmaco buono o cattivo? Opinioni di un gruppo di familiari e di utenti
Raffaello Roberti, Rosanna Favazzo, Indicatori per il day Hospital della salute mentale


Fascicolo 2/2004 


Gian Maria Galeazzi, Paolo Curci, Editoriale
Gian Maria Galeazzi, Paolo Curci, Costruzioni e ragioni degli artefatti psichiatrici
Arnaldo Ballerini, Verità e menzogna della schizofrenia
Vanna Berlincioni, Fausto Petrella, Verità e artificio nell'isteria e nelle personalità multiple
Stefan Priebe, Heinz-Peter Schmiedebach, Artefatti e illusioni terapeutiche in psichiatria
Laura Gemini, La realtà degli artefatti psichiatrici fra individuo e media
Franco Basaglia, Franca Basaglia Ongaro, Un problema di psichiatria, istituzionale. L'esclusione come categoria socio-politica
Paul Roazen, Thomas Szasz, Artefatti in psichiatria. La malattia mentale: il phlogiston della psichiatria
Renato Piccione, Il futuro dei servizi italiani per la salute mentale. Verso l'istituzione inventata


Fascicolo 1/2004 


Pietro Pascarelli, Editoriale
Beppino Disertori, Sulla biologia dell'isterismo, sdoppiamento della personalità, automatismo psicologico e lesioni diencefaliche
Ferruccio Giacanelli, La lunga storia del caso Fiacca
Giovanni Gozzetti, Commento psicopatologico al caso Fiacca


Sommari delle annate

2019   2018   2017   2016   2015   2014   2013   2012   2011   2010   2009   2008   2007   2006   2005   2004   2003   2002