Cyberbullying.

Anna Civita

Cyberbullying.

Un nuovo tipo di devianza

Il volume si rivolge a quanti abbiano il desiderio di approfondire le caratteristiche del bullismo tradizionale, con uno sguardo attento al cyberbullying, o bullismo elettronico, che si manifesta attraverso l’aggressione informatica. Il testo cerca di valutarne differenze e analogie col bullismo tradizionale, e offre delle semplici indicazioni su come individuare e affrontare tale fenomeno.

Edizione a stampa

21,50

Pagine: 160

ISBN: 9788856835755

Edizione: 1a edizione 2011

Codice editore: 1043.60

Disponibilità: Nulla

Il bullismo è un fenomeno sociale che coinvolge i giovani di tutte le età. Spesso viene erroneamente identificato per designare normali dispute tra bambini, poiché vi è una conoscenza superficiale di tale tipologia di aggressione. Rappresenta una forma particolare di prevaricazione, che spinge un individuo o un gruppo di individui a manifestare il desiderio di dominio nei confronti dei più deboli. Il bullismo tradizionale trova maggiore visibilità in ambito scolastico: qui gli educatori sono chiamati a intervenire per prevenirlo e contrastarlo.
Al bullismo tradizionale si affianca, in tempi molto recenti, il bullismo elettronico, o cyberbullying, una "evoluzione" del "vecchio" fenomeno che si manifesta attraverso l'aggressione informatica. Anche il cyberbullying è un fenomeno sociale, che riscuote maggiore sconcerto rispetto a quello tradizionale per le sue peculiarità. Esso, infatti, può colpire il destinatario dovunque e in ogni momento perché le nuove tecnologie infrangono le barriere fisiche, quali i muri domestici, che mettono al riparo il soggetto vittima, con gravi ripercussioni di tipo psichico e sociale.
Il volume integra, proprio alla luce dell'evolversi delle dinamiche socio-culturali del nostro tempo, Il bullismo come fenomeno sociale e si rivolge a quanti abbiano il desiderio di approfondire le caratteristiche del bullismo tradizionale, con uno sguardo attento al cyberbullying, per valutarne le differenze e le analogie, nonché di apprendere delle semplici indicazioni su come individuare e affrontare tale fenomeno. Una panoramica sulla normativa in vigore nel nostro Paese consente infine di valutare la volontà delle Istituzioni di agire in proposito e di comprendere quanto ancora ci sia da fare per contrastare le prevaricazioni.

Anna Civita è ricercatrice presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Bari, dove insegna Sociologia generale e collabora con la cattedra di Criminologia. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Analfabetismo e devianza (2003), L'insegnante. Aspetti funzionali e sociali (2004) e Il bullismo come fenomeno sociale (2006).



Introduzione
Il bullismo come nuova tipologia di devianza
(Gli aspetti definitori del bullismo; Le cause del bullismo; Il bullismo tra maschi e femmine; Come si evolve il bullismo con l'età)
Il contesto familiare
(I rapporti tra genitori e figli; Le diverse tipologie di stili educativi; La famiglia dei bulli e delle vittime)
Il contesto scuola
(La scuola come luogo priviligiato d'azione; L'importanza della struttura scolastica; Gli insegnanti ed il bullismo; L'intervento della scuola; Scuola e famiglia: insegnanti e gentori a confronto)
Il cyberbullying
(Le difficoltà dei giovani di oggi; Le nuove tecnologie; Aspetti definitori del cyberbullyin; I protagonisti del cyberbullying e fattori correlati; Bullismo tradizionale e cyberbullying a confronto)
Come agire in caso di bullismo
(Politica antibullismo; Quali metodologie per scoprire il bullismo; La cooperazione; L'importanza della mediazione)
Attività per "affrontare" il bullismo
(Attività a livello di gruppo-classe; Attività di supporto tra i coetanei; Attività a livello individuale; Che fare in caso di cyberbullying?; Formazione all'educazione e all'ascolto)
Normativa in vigore
(Gli aspetti legali del fenomeno; La Direttiva Ministeriale; La sentenza contro Google)
Osservazioni conclusive
Bibliografia di riferimento.

Potrebbero interessarti anche