Valutazione - collana dell'Associazione Italiana di Valutazione - Open Access -

L’Associazione Italiana di Valutazione (AIV) ha tra i suoi obiettivi principali la diffusione della cultura della valutazione. Per realizzare la sua mission AIV produce una rivista quadrimestrale, Rassegna Italiana di Valutazione (RIV) - edita da FrancoAngeli, diretta da Mita Marra e il cui Comitato editoriale è composto da Francesco Mazzeo Rinaldi e Gabriele Tomei - e promuove una collana editoriale, che qui si presenta.

Direttore scientifico: Mauro Palumbo
Comitato scientifico editoriale: Stefano Campostrini, Domenico Patassini, Guido Pellegrini, Nicoletta Stame
La collana si prefigge la diffusione della cultura della valutazione in Italia. Si articola in tre sezioni, cui i testi sono assegnati anche sulla base del giudizio di referee anonimi:
Teoria, metodologia e ricerca comprende testi di carattere teorico e metodologico, manuali di valutazione di carattere generale o settoriale, antologie di autori italiani e stranieri.
Studi e ricerche accoglie rapporti di ricerca, selezioni di contributi a Convegni, altre opere, monografiche o antologiche, che approfondiscono la valutazione all’interno di un contesto specifico.
Strumenti ospita testi più brevi, dedicati a una tecnica o a un tema specifico, orientati all’utilizzo diretto da parte del fruitore, rivolti di norma a un pubblico di professionisti e operatori.

Comitato scientifico (della Collana e della RIV)
Maria Carmela Agodi Università di Napoli “Federico II”
Gianluca Argentin Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
Giovanni Bertin Università di Venezia
Ferruccio Biolcati Rinaldi Università di Milano
Raffaele Brancati MET-Monitoraggio Economia e Territorio
Daniele Checchi Università di Milano
Costantino Cipolla Università di Bologna
Guido Corbetta Università Bocconi
Ugo De Ambrogio IRS, Milano
Bruno Dente già Politecnico di Milano
Antonio Fasanella Sapienza Università di Roma
Osvaldo Feinstein Valutatore indipendente
Kim Forss International evalutator
Dora Gambardella Università di Napoli “Federico II”
Giampietro Gobo Università di Milano
Sebastian Lemire University of California at Los Angeles, UCLA
Andrea Lippi Università di Firenze
Andrea Mairate Commissione europea - Institute for European Studies
Giuseppe Moro Università di Bari
Daniela Oliva IRS, Bologna
Katia Papazian Institut Polytechnique de Lausanne
Aline Pennisi MEF
Carlo Pennisi Università di Catania
Donatella Poliandri INVALSI
Laura Polverari University of Strathclyde, Glasgow
Claudio Radaelli University of Exeter
Emanuela Reale CNR, Roma
Maria Stella Righettini Università di Padova
Barbara Romano ASVAPP
Paolo Severati INAPP
Claudio Torrigiani Università di Genova
Giancarlo Vecchi Politecnico di Milano
Alberto Vergani Valutatore indipendente

(leggi tutto)

The search has found 48 titles

Brigida Blasi

Società e Università

Valutazione e Impatto Sociale

A partire da una ricostruzione della trasformazione nei rapporti fra società e università, il libro ripercorre le principali tappe della valutazione dell’impatto sociale, nel contesto della storia della valutazione dell’università e della ricerca in Italia. Nei Paesi industrializzati, la valutazione dell’impatto sociale viene introdotta sempre più spesso per supportare i processi decisionali sui finanziamenti alle università, muovendo da un concetto di trasferimento tecnologico verso un’accezione più ampia di scambio di conoscenze tra università e attori extra-accademici e impatto sociale generato.

cod. 11900.1

Gabriele Tomei

Developmental Outcome Monitoring and Evaluation (DOME)

Un modello riflessivo di progettazione e valutazione per il contrasto della povertà educativa minorile

Per contrastare la “povertà educativa minorile”, che nel nostro Paese ha raggiunto una diffusione emergenziale, si stanno mobilitando una serie di nuove progettualità e alleanze territoriali tra scuole, istituzioni locali ed enti di terzo settore. Questo volume propone una procedura per l’ideazione, il monitoraggio e la valutazione di questi progetti, il cui nome (Developmental Outcome Monitoring and Evaluation - DOME) rappresenta la sfida di un modello che sia partecipativo, metodologicamente pluralista e focalizzato sulla rilevazione degli outcome trasformativi dei contesti, delle organizzazioni e delle persone.

cod. 1900.1.21

Daniele Morciano

Osservazione, riflessività e apprendimento nelle professioni d'aiuto

Esperienze di Work Discussion psicoanalitica

La Work Discussion è un metodo di apprendimento dall’esperienza che coinvolge gruppi di operatori impegnati in servizi o interventi complessi nel campo delle relazioni d’aiuto. Il volume, tra le poche pubblicazioni in Italia su questo tema, raccoglie resoconti su gruppi di Work Discussion a orientamento psicoanalitico, che hanno visto la partecipazione di insegnanti, educatori, infermieri, psicologi e assistenti sociali.

cod. 1900.1.20

Gabriele Tomei

Valutare gli outcome dei programmi complessi

Approcci, metodologie, tecniche

Il volume ricostruisce i tratti più salienti del dibattito internazionale sui caratteri di complessità che connotano i programmi di policy, ne discute le implicazioni sulla pianificazione, sul monitoraggio e sulla valutazione, e individua alcuni tra i disegni di ricerca valutativa più adeguati a cogliere le nuove sfide aperte. Il testo si concentra sulla famiglia dei metodi e delle tecniche per la valutazione degli outcome e illustra le procedure di alcune tecniche di valutazione partecipata basate sulla tracciabilità dei cambiamenti.

cod. 1900.1.18

Nicoletta Stame

Valutazione pluralista

Il volume si rivolge a tutti coloro che sono coinvolti in processi di valutazione: amministratori, gestori di valutazione, valutatori, studiosi, cittadini. Il suo obiettivo è di aiutarli a comprendere quali approcci e metodi di valutazione siano coerenti con le politiche attuate, con specifiche esigenze di miglioramento, con aspirazioni di cambiamento.

cod. 1900.1.17

Elliot Stern

La valutazione di impatto

Una guida per committenti e manager preparata per Bond

Quali sono gli effetti di breve e di lunga durata che accompagnano le politiche pubbliche? Come valutare successi e fallimenti? Il libro si rivolge a decisori, amministratori e beneficiari delle politiche, e ai valutatori da sempre impegnati a fornire risposte che siano in grado di tener conto delle vicissitudini che accompagnano le politiche e i programmi pubblici nel corso del loro dispiegarsi.

cod. 1900.3.4

Claudio Torrigiani

Valutare per apprendere

Capitale sociale e teoria del programma

Il volume si rivolge a studiosi e operatori impegnati nella produzione di politiche pubbliche, specialmente in campo sociale, approfondendo i temi relativi alla valutazione, e in particolare alla valutazione partecipata che, a partire dal confronto delle rispettive percezioni e posizioni, promuove processi di apprendimento che conducono gli stakeholder alla co-produzione di una teoria del programma partecipata, elemento costitutivo del capitale sociale disponibile per l’azione collettiva.

cod. 1900.1.12

Il volume vuole offrire una guida operativa all’uso dei Positive Thinking, che possa essere immediatamente utilizzabile da professionisti, ricercatori e valutatori, che devono progettare una ricerca valutativa e negoziarne il mandato con il committente. Il testo si rivolge inoltre a studenti ed esperti di valutazione che intendano approfondire le potenzialità d’uso dei Positive Thinking per superare alcuni preconcetti negativi ancora diffusi nei confronti della valutazione, sfruttandone invece l’uso nell’apprendimento delle comunità di pratiche professionali e dei contesti organizzativi.

cod. 1900.3.5

Fausta Scardigno, Amelia Manuti

Migranti, rifugiati e università

Prove tecniche di certificazione

Il target sensibile di persone titolari di protezione internazionale costituisce il focus dell’intero volume: una nuova e ineludibile sfida per le università italiane chiamate a rispondere alle istanze di certificazione delle credenziali educative per la reale (e non solo enunciata) valorizzazione del capitale umano e culturale della risorsa migratoria.

cod. 1900.2.20

Nella gestione di progetti e programmi, nelle grandi organizzazioni, non c’è ormai contesto amministrativo o decisionale in cui non sia richiesto di fornire dati e progettare indicatori. Il volume, nato da una giornata di studio tenutasi a Roma fra sociologi ed economisti, metodologi e valutatori, vuole offrire un sistema di indicatori efficace, chiaramente collegato all’oggetto da monitorare o valutare, adeguatamente argomentato e non improvvisato.

cod. 1900.1.13