S.t.r.a.d.e. - Spiritualità e tradizioni religiose: approcci, discipline, etnografie

Direzione: Stefano Beggiora, Università Ca’ Foscari di Venezia, Lia Zola, Università degli Studi di Torino

Comitato Scientifico:
Ivan Leopoldo Bargna, Università degli Studi di Milano-Bicocca
Giorgio Baruchello, Háskólinn á Akureyri/University of Akureyri, Islanda
Ester Bianchi, Università degli Studi di Perugia
Ignazio Buttitta, Università degli Studi di Palermo
Enrico Comba, Università degli Studi di Torino
Thomas Dahnardt, Università Ca’ Foscari di Venezia
Emanuele Fabiano, École des Hautes Études en Sciences Sociales (EHESS),
Parigi, Francia
Fabrizio Ferrari, Università degli Studi di Padova
Toshio Miyake, Università Ca’ Foscari di Venezia
Stefania Palmisano, Università degli Studi di Torino
Nicola Pannofino, Università degli Studi di Torino
Elisabetta Ragagnin, Freie Universität Berlin, Berlino, Germania
Diana Riboli, Panteion University of Social and Political Sciences, Atene, Grecia
Davide Torri, Università di Heidelberg, Germania
La collana propone un’esplorazione, di natura teorica ed empirica, delle prospettive sullo studio della religiosità e del sacro. Fra queste si annoverano ricerche sulla relazione tra religione e corpo, memoria sociale, cultura popolare, studi di genere, indigeneity, ambiente e paesaggi culturali, globalizzazione, modernità e multiculturalismo. Recenti eventi storici hanno suggerito che la religione ha un ruolo centrale nel mondo contemporaneo, pertanto un approccio antropologico ed etnografico risulta essenziale alla creazione di un forum per l’espansione della comprensione della religiosità a livello globale, dove pratiche religiose e rituali si prestano a essere recuperate all’interno di modelli interpretativi critici in relazione a istanze culturali che ne sfidano e ne ridefiniscono la continuità.
Etnografie analitiche, opere comparative e altri contributi combinano in questa collana una visione che oltrepassa i tradizionali confini disciplinari: il progetto editoriale è dunque aperto a specialisti in religious studies, in antropologia culturale, sociologia e altri studiosi interessati all’esplorazione della produzione di nuove forme e pratiche religiose nelle diverse aree dell’agire sociale.

Tutte le proposte di pubblicazione vengono sottoposte alla procedura del referaggio (peer review), fondata su una valutazione che viene espressa sempre e per ogni lavoro da parte di due referees anonimi, selezionati fra docenti universitari e/o esperti.

(leggi tutto)

Collana Peer Reviewed

Lia Zola, Stefano Beggiora

Natura Animata.

Cerimonie, feste, tradizioni attraverso e culture. Studi in memoria di Enrico Comba

Dedicato alla memoria di Enrico Comba, scomparso prematuramente nel 2020, questo volume raccoglie i contributi presentati al convegno “La Natura animata: cerimonie, feste, tradizioni attraverso tempi e culture”, organizzato a fine 2019 da Enrico stesso. Nel libro trovano spazio lavori che indagano contesti lontanissimi tra loro nello spazio e nel tempo (dalle Alpi all’India e all’Himalaya, dalla Corsica alla Siberia, dal Giappone alle Hawai’i, dal Paleolitico e dagli antichi Sumeri e Babilonesi fino al Medioevo), ma che convergono su un aspetto fondamentale: la Natura (umana, non-umana) è sempre e comunque Animata.

cod. 1595.8

Pietro Mannari

La Pasqua a Ferrandina

Un percorso etnografico nel cuore della Lucania tra liturgia ufficiale e fenomeni di folklorizzazione

Il volume prende in esame un importante momento della liturgia pasquale, la processione del Venerdì Santo, in un particolare contesto, la cittadina lucana di Ferrandina, nel materano, che rappresenta una piccola parte del patrimonio di cultura popolare della nostra penisola. Oltre ai rimandi a un’economia connessa a quello che era il ciclo produttivo agro-pastorale, nella processione si possono osservare dinamiche di risignificazione popolare dei personaggi che agiscono nella vicenda della passione.

cod. 1595.7

Stefano Beggiora

Il cosmo sciamanico

Ontologie indigene fra Asia e Americhe

Partendo dalle più aggiornate teorie scientifiche, il volume propone, attraverso ventuno saggi dei maggiori specialisti sul tema, una panoramica pressoché globale sugli studi sciamanici, apportando nuove testimonianze e ricerche sul campo. Dalla foresta amazzonica alle giungle indiane, dalle steppe dell’Asia alle isole del Giappone, dalle vette andine alle vallate himalayane: lungo queste e altre rotte si snoda un viaggio affascinante fra tradizioni religiose, folklore e ontologie indigene.

cod. 1595.3

Gianpaolo Fassino

Organizzare il sacro

Studi di antropologia storica nel Monferrato

Il volume, con un intento storico-antropologico, si propone di offrire una lettura dei santi prescelti come propri numi tutelari all’interno di un microcosmo, Cocconato, nelle colline del Monferrato. Una raccolta di segni e tracce utili a comprendere come una comunità del Piemonte abbia costruito e modificato, immaginato e popolato, il proprio Paradiso.

cod. 1595.6

Marco Castagnetto Alessio

Il loto e la spada

Il pensiero di Aurobindo Ghose e la sua ricezione in Occidente

Sulla base di un’attenta analisi testuale dell’imponente opera letteraria del filosofo bengalese Aurobindo Ghose (1872-1950) e attraverso il confronto con quelle figure occidentali che hanno diversamente interpretato il dettato tradizionale (Guénon, Evola, Steiner e Scaligero), il volume suggerisce una linea d’indagine che non riduce il senso dell’opera aurobindiana alle categorie intellettuali dell’Oriente o dell’Occidente, ma ne segue la caratteristica identità senza sacrificarla in un’ortodossia in cui il filosofo non si è mai pienamente riconosciuto.

cod. 1595.5

Gaetano Roberto Buccola, Carlo Melodia

Il male agito.

Prospettive dal lato oscuro della psiche

Il volume presenta alcuni interventi di un appassionato convegno multidisciplinare sul tema del male e della sua manifestazione quotidiana nella società contemporanea (rapimenti di volontari ONG, omicidi di adulti e bambini, pulizie etniche, persecuzioni religiose). Le considerazioni raccolte vogliono stimolare riflessioni ed elaborazioni che, incrementando la coscienza collettiva intorno alle radici del male, riescano sempre più a favorirne una trasformazione spirituale e a ridurre la frequenza delle azioni malate e la violenza che attraverso di esse si riproduce e amplifica.

cod. 1595.4

Salvatore Giuseppe Sorisi

Mentalità e morte.

Percezioni, concezioni e credenze in Occidente e in India. Uno studio comparativo

Il confronto fra mentalità di tempi e luoghi differenti, come quelle dell’Occidente e dell’India, espande l’orizzonte mentale, stimolando nuove riflessioni, anche su temi enigmatici come quello della morte. Il rapporto fra mentalità e morte è efficacemente rappresentato dalla metafora del cristallo che, in apparenza, assume differenti colorazioni a seconda dei fiori che gli vengono accostati, laddove i fiori rappresentano le differenti mentalità, mentre il cristallo rappresenta l’essere umano, il mistero della sua natura e quindi quello della morte.

cod. 1595.2

Laura Bonato, Lia Zola

Fantastiche montagne

Esseri e luoghi dell'immaginario nelle terre alte

Spaziando dall’uomo selvatico allo yeti, dagli animali mitici agli esseri della paura, il volume intende indagare quali sviluppi e quali esiti possono avere nella contemporaneità le produzioni del fantastico in ambienti montani.

cod. 1595.1