Clicca qui per scaricare

Adozione e scuola: individuare i punti critici e accrescere la consapevolezza di genitori e insegnanti
Titolo Rivista: MINORIGIUSTIZIA 
Autori/Curatori: Monya Ferritti, Anna Guerrieri, Luca Mattei 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 2  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 83-94 Dimensione file:  104 KB
DOI:  10.3280/MG2020-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Dal 2000 al 2018, i minorenni adottati (AI e AN) sono stati più di 68.000. La ricerca internazionale rileva come l’adozione, intervento di recupero tra i più efficaci in ogni area di sviluppo dei bambini, non riesca tuttavia a garantire altrettanto nell’area della performance scolastica1. Per tale motivo, nel 2014 il Miur, in collaborazione con il Coordinamento Care, ha pubblicato le Linee di indirizzo per il diritto allo studio degli alunni adottati. Osservandone una disomogenea conoscenza e attuazione, il Coordinamento Care ha promosso nel 2019 un’indagine qualitativa per esplorare il benessere scolastico degli alunni adottati attraverso la somministrazione in Cawi di questionari a insegnanti e genitori adottivi. Da tale indagine emerge che il 39,2% dei genitori dichiara di avere figli a cui è riconosciuto un Bes a fronte di una scarsa conoscenza e formazione degli insegnanti sul tema (21,1%). Il presente lavoro, approfondendo come la scuola sia significativa per i ragazzi e le ragazze adottati, analizza le principali criticità.


Keywords: Adozione, scuola, adolescenza, crisi.

Monya Ferritti, Anna Guerrieri, Luca Mattei, in "MINORIGIUSTIZIA" 2/2020, pp. 83-94, DOI:10.3280/MG2020-002007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche