Blade Runner Reloaded

A cura di: Vanni Codeluppi

Blade Runner Reloaded

Pochi film hanno dato vita a così tante analisi e discussioni come Blade Runner. Se all’inizio non ebbe un grande successo, successivamente è diventato un vero e proprio film di culto: il miglior film di fantascienza di tutti i tempi! Oggi, con l’occasione del lancio del sequel Blade Runner 2049 si è pensato di ritornare al film originale e a ciò che negli anni ha saputo suscitare. Un modo per riflettere sul suo successo e comprendere le ragioni della sua influenza sulla cultura sociale.

Edizione a stampa

16,00

Pagine: 120

ISBN: 9788891759566

Edizione: 1a edizione 2017

Codice editore: 246.15

Disponibilità: Buona

Pagine: 120

ISBN: 9788891758293

Edizione:1a edizione 2017

Codice editore: 246.15

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 120

ISBN: 9788891758309

Edizione:1a edizione 2017

Codice editore: 246.15

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pochi film hanno dato vita a così tante analisi e discussioni come Blade Runner.
Tratto dal romanzo di Philip K. Dick Ma gli androidi sognano le pecore elettriche?, uscì nel 1982 con la regia di Ridley Scott e all'inizio non ebbe un grande successo; solo successivamente divenne, per molti, un vero e proprio film di culto.
Oggi, con l'occasione del lancio del sequel Blade Runner 2049, diretto dal regista Denis Villeneuve e prodotto dallo stesso Ridley Scott, si è pensato di ritornare al film originale e a ciò che, negli anni, ha saputo suscitare. Un modo per riflettere sul film - che così viene "rigenerato" (reloaded) - ma anche per comprendere meglio le ragioni del suo successo e della sua influenza sulla cultura sociale.
Il volume raccoglie quindi alcuni testi, firmati da autori come David Harvey, Alison Landsberg, Antonio Caronia, Mario Pezzella e Simone Arcagni, che trovano nel film l'ispirazione per ragionare, ad esempio, sulla rappresentazione della crisi dello spazio e del tempo nella società postmoderna, sul rapporto tra memoria delle esperienze vissute e ricordi "impiantati" nel cervello, sui processi di trasformazione del corpo e la sua artificializzazione. In chiusura del volume, una Postfazione di Mauro Ferraresi sintetizza i principali temi toccati.

Vanni Codeluppi è professore ordinario di Sociologia dei media presso l'Università IULM di Milano. Per i nostri tipi ha recentemente pubblicato L'era dello schermo. Convivere con l'invadenza mediatica (2013) e I media siamo noi. La società trasformata dai mezzi di comunicazione (2014). Negli ultimi anni ha pubblicato anche Storia della pubblicità italiana (2013), Mi metto in vetrina. Selfie, Facebook, Apple, Hello Kitty, Renzi e altre "vetrinizzazioni" (2015), Moda & Pubblicità. Una storia illustrata (2016).

Premessa
Vanni Codeluppi, Introduzione. Gli occhi del capitale
David Harvey, Tempo e spazio in Blade Runner
Alison Landsberg, Memoria prostetica: Atto di forza e Blade Runner
Antonio Caronia, Il corpo replicato
Mario Pezzella, Blade Runner: immagini della megalopoli
Simone Arcagni, I sogni delle pecore elettriche, Blade Runner e la futurologia
Mauro Ferrares, Postfazione. Blade Runner o del divenire
Fonti dei testi.

Contributi: Simone Arcagni, Antonio Caronia, Mauro Ferraresi, David Harvey, Alison Landsberg, Mario Pezzella

Collana: Comunicazione e società

Argomenti: Teorie e pratiche della comunicazione e dei media - Cinema

Livello: Saggi, scenari, interventi

Potrebbero interessarti anche