Esplorare il movimento

L'attività motoria nella scuola di base

Livello
Dati
pp. 128,   figg. 30,     1a edizione  1991   (Codice editore 295.22)

Esplorare il movimento. L'attività motoria nella scuola di base
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820466862

Presentazione del volume

Si parla molto di recupero della corporeità, di superamento del dualismo cartesiano corpo-mente e termini quali psicomotricità, psicocinesi e simili trovano ormai ampio spazio anche nel linguaggio dei non addetti. Ma nella prassi scolastica la situazione non risulta poi così migliorata.

Se è vero che, come recitano i programmi ministeriali per quel che concerne l'educazione motoria nella scuola dell'obbligo, E' necessario che le funzioni motorie, cognitive ed affettive giungano ad operare progressivamente e puntualmente in modo sinergico, suscitando nel fanciullo il gusto di un impegno dinamico nel quale si esprime tutta la personalità,,, constatiamo che il vettore di tali proposte educative è ancora una volta il maestro, al quale viene richiesto un ulteriore impegno.

Di fronte all'ormai storica latitanza delle istituzioni nel campo dell'educazione corporea, la possibilità di arricchimento delle proprie conoscenze è per gli insegnanti della scuola di base legata soprattutto all'autoaggiornamento.

Daniela Grazioli, diplomata all'isef di Milano, insegnante di educazione fisica nella scuola media, ha condotto esperienze di aggiornamento nella scuola elementare e media presso il Comune di Novate MI, l'irrsae Lazio e il Provveditorato di Roma. E' autrice di diversi saggi sulla motricità.

Claudio Luti, laureato in biologia e in geologia, insegnante di scienze al liceo, si è occupato per molti anni dell'inserimento dei ragazzi difficili all'interno del gruppo classe e dei gruppi sportivi dei Centri Circoscrizionali del Comune di Roma. Istruttore tecnico federale di atletica leggera e di basket, conta esperienze di aggiornamento di educazione motoria presso l'irrsae Lazio e di psicomotricità nei corsi di specializzazione per insegnanti di sostegno. E' autore di diversi saggi sulla motricità.

Concettina Serafini, diplomata all'isef di Roma, ha insegnato nella scuola media e superiore. Conta esperienze di aggiornamento di educazione motoria ed educazione fisica presso l'irrsae Lazio e il Provveditorato di Roma, e più in generale nel campo motorio, psicomotorio, espressivo e terapeutico. E' autrice di diversi saggi sulla psicomotricità.

Indice

Introduzione. Il perché di un libro sull'educazione al
movimento
Parte prima. Considerazioni teoriche
1. L'educazione motoria è per tutti?
2. Educare al e con il movimento. L'educazione motoria nei programmi elementari
3. Indicazioni metodologiche
4. Il pericolo è nel fare?
5. Da dove e per dove. Livelli di partenza ed obiettivi
6. I livelli di partenza. Cosa e come accertare
6.1 Le coordinazioni
6.2 Percezione del corpo
6.3 Dominanza, lateralità, direzionalità
6.4 Organizzazione dello spazio
6.5 Strutturazione temporale
Parte seconda. Proposte operative
1. Come, cosa e perché fare
2. Schede teorico-pratiche di contenuti in relazione agli obiettivi
2.1 Le coordinazioni
2.2 La percezione del proprio corpo
2.3 Il controllo dei segmenti
2.4 Il controllo posturale
2.5 Il controllo respiratorio
2.6 La comunicazione gestuale
2.7 L'organizzazione e la strutturazione dello
spazio
2.8 La percezione e la strutturazione del tempo
3. Conclusioni
3.1 Percezione e organizzazione dello spazio: unità didattica
Bibliografia