Il lavoro sociale individuale

Metodologia e tecniche di servizio sociale

Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,   figg. 99,  1a ristampa 2010,    1a edizione  2004   (Codice editore 613.3.5)

Il lavoro sociale individuale. Metodologia e tecniche di servizio sociale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846456090

Presentazione del volume

Il libro si pone l’obiettivo di raccogliere, approfondire, sistematizzare gli strumenti e le tecniche proprie dell’azione professionale dell’assistente sociale nell’ambito del processo di aiuto alla persona. Dopo un’analisi della professione nell’attuale sistema dei servizi sociali e sanitari e dei principali riferimenti teorici del servizio sociale vengono prese in esame le tecniche di servizio sociale con particolare attenzione alla dimensione applicativa (il progetto d’intervento, il colloquio, l’intervista, la visita domiciliare, la documentazione professionale) ed alcune strategie operative quali l’osservazione, l’ascolto e la comunicazione. La trattazione avviene dando ampio spazio alle esemplificazioni tratte dai diversi contesti operativi e al materiale documentario elaborato sia in ambiti accademici che professionali. In tal modo si intende evidenziare la dimensione operativa e metodologica degli strumenti e delle tecniche di servizio sociale. Sono stati approfonditi particolarmente strumenti fino ad oggi scarsamente presenti nella letteratura di servizio sociale, quali la visita domiciliare, il colloquio telefonico, l’intervista.

Il manuale si rivolge agli studenti di servizio sociale, che si confrontano, nella formazione universitaria e soprattutto nell’ambito del tirocinio, con una realtà operativa complessa e di difficile accesso, facilmente riducibile, nell’“ansia del quotidiano”, ad azioni scontate o non realmente comprese nel loro valore e spessore. Destinatari sono anche gli assistenti sociali che esercitano la professione, per un supporto e uno stimolo all’approfondimento dell’azione professionale in continuo divenire.

Rita Andrenacci , sociologa, assistente sociale, responsabile del settore “Obiettivi ed atti d’indirizzo” della Direzione Generale dell’esecuzione Penale Esterna, Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Ministero della Giustizia. Docente di Metodi e tecniche del servizio sociale 2 presso il corso di laurea in servizio sociale dell’università LUMSA di Roma, ha scritto vari saggi su riviste scientifiche sul tema della metodologia di servizio sociale e sulla valutazione della qualità degli interventi sociali. Si occupa di ricerche applicate nel campo dei servizi sociali (progettazione degli interventi, valutazione dei servizi, visita domiciliare, AIDS, ecc). Ha pubblicato con Franco Angeli “ Il disegno della ricerca ” in “ La pena dell’alcol. Una ricerca-azione sull’efficacia dell’intervento sociale nelle misure alternative ”.

Simona Sprovieri , sociologa, assistente sociale presso l’Ufficio di Servizio Sociale Minorenni di Roma (Ministero della Giustizia), collabora con la LUMSA di Roma, Facoltà di Scienze della Formazione, nell’ambito del tutorato degli studenti di servizio sociale e della cattedra di Metodi e Tecniche del servizio sociale 2. Ha partecipato a diverse ricerche sui temi dell’integrazione scolastica dei minori disabili, dell’assistenza al malato terminale, dell’intervento sociale sulle tematiche del lutto e della separazione. Attualmente è impegnata in una ricerca finanziata dall’Università Lumsa di Roma sul tema della visita domiciliare nel servizio sociale.

Indice


Il servizio sociale nell’attuale quadro operativo
I modelli teorici
(Introduzione; Il lavoro di rete; Il modello psicodinamico; Il modello sistemico-relazionale; Il modello unitario centrato sul compito)
Il progetto d’intervento
(Dalla conoscenza del problema all’individuazione dell’area bersaglio; Elaborazione del progetto d’intervento)
L’osservazione e l’ascolto
(Osservazione; Il caso di Maria: la prima visita domiciliare; Ascolto)
La visita domiciliare
(Introduzione; Le fasi della visita domiciliare; La qualità della visita domiciliare; Documentare la visita domiciliare)
Il colloquio
(Introduzione; Il primo colloquio; Il colloquio telefonico; Verso una sintesi…; Il colloquio come processo – il processo del colloquio; Il valore della parola quale strumento del servizio sociale)
L’intervista
(Introduzione; L’intervista come processo; Fase dell’accoglienza; Fase dell’indagine; Fase della conclusione)
Il sistema informativo
(Il sistema informativo dei servizi sociali; Sistema informativo e servizio sociale)
La documentazione dell’intervento
(La cartella sociale; Costruire la cartella sociale: l’esperienza del servizio sociale per minorenni; Descrizione e analisi della cartella sociale dell’USSM; La relazione del servizio sociale)