Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Il museo sensibile.

A cura di: Berta Martini

Il museo sensibile.

Le tecnologie ICT al servizio della trasmissione della conoscenza

Il volume riflette in chiave interdisciplinare sulla trasformazione dei musei, sempre più solleciti a recepire le tendenze trasformative e generative di rinnovate modalità di accrescimento e divulgazione della conoscenza, ma anche in grado di proporre esperienze di fruizione multisensoriali. Un tema innovativo e in costante evoluzione per tutti coloro che si occupano di gestione museale, educazione al patrimonio, didattica museale, economia della cultura, marketing territoriale.

Edizione a stampa

24,00

Pagine: 196

ISBN: 9788891726766

Edizione: 1a ristampa 2017, 1a edizione 2016

Codice editore: 317.2.2

Disponibilità: Buona

Il museo è protagonista, in questi ultimi tempi, di una profonda trasformazione.
A tal punto da acquisire una nuova identità e divenire "sensibile": sollecito a recepire le tendenze trasformative e generative di rinnovate modalità di accrescimento e divulgazione della conoscenza; ma anche in grado di proporre esperienze di fruizione multisensoriali, segnate dal contemporaneo coinvolgimento delle dimensioni corporea, emotiva, cognitiva e sociale.
Un tema innovativo, questo, e in costante evoluzione per tutti coloro che si occupano di gestione museale, di educazione al patrimonio, di didattica museale, di economia della cultura, di marketing territoriale. Il presente volume, nato dall'incontro di studiosi, accademici e professionisti, riflette in chiave interdisciplinare su questa trasformazione mettendone in evidenza le potenzialità e le criticità. Esse interessano, in particolare, la funzione educativa del museo. Se da una parte, attraverso l'impiego di dispositivi tecnologici di prima e seconda generazione, il museo modifica il rapporto visitatore-opera d'arte introducendo nuovi paradigmi di interazione culturale e valorizzazione del territorio, dall'altra parte l'efficacia educativa di tale interazione dipende dall'assoggettare tali dispositivi a criteri validi di apprendimento ed epistemici.
Nella prima parte del volume si presentano interventi di tipo teorico finalizzati a marcare l'identità del museo sensibile e a discuterne le implicazioni didattiche e didattico-disciplinari. Nella seconda parte vengono presentate alcune delle esperienze che si sono distinte nell'innovazione delle istituzioni museali e nella valorizzazione del territorio, attraverso le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Il comune intento, perseguito da differenti prospettive disciplinari, è la promozione e l'individuazione delle modalità con le quali le tecnologie digitali possono oggi costituire opportunità abilitanti per una interazione visitatore-opera partecipata e consapevole, e capace, al contempo, di generare effetti formativi duraturi in diverse tipologie di utenti.

Berta Martini è professore associato di Pedagogia generale e e sociale presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo", dove insegna Pedagogia dei saperi. È autrice di volumi e saggi sui temi della trasmissione e dell'acquisizione della conoscenza. Per FrancoAngeli ha pubblicato i volumi Formare ai saperi (Milano 2005) e Pedagogia dei saperi. Problemi, luoghi e pratiche per l'educazione (Milano 2011).

Berta Martini, Introduzione
Parte I. Il museo sensibile. Verso una nuova identità del museo
Massimo Negri, IN & OUT museo digitale e museo territoriale: the expanded museo?
Berta Martini
, Dispositivi ICT e musei. Efficacia formativa dell' esperienza di fruizione
Franca Zuccoli
, Un museo sensibile, didattico e educativo, in dialogo con la società
Angelo Catricalà,
Il triangolo semantico. Uno schema per la trasposizione didattica museale
Parte II. Musei e tecnologie. Riflessioni e esperienze
Simona Caraceni, Per una nuova tassonomia di musei virtuali
Carlo Infante
, Il Museo Dappertutto
Fedele Congedo, Un muro nomade per un paesaggio sensibile. L'action writing come flusso di consapevolezza dei discorsi
Marco Gaiani
, Dal Museum without walls al "museo sensibile": un percorso attraverso il digitale
Sofia Pescarin, Musei Virtuali e nuove tecnologie per i musei: esperienze e prospettive europee
Guido Beltramini, The Palladio Museum, Vicenza
Paolo Clini, Maria Rosaria Valazzi,
Ramona Quattrini, Alessia Vitturini, La Città Ideale in AR. Per uno smart museum a Palazzo Ducale di Urbino
Marcello Carrozzino, Massimo Bergamasco
, Il Museo delle Pure Forme: interazione virtuale con le opere d'arte
Gli autori.

Contributi: Guido Beltramini, Massimo Bergamasco, Simona Caraceni, Marcello Carrozzino, Angelo Catricalà, Paolo Clini, Felice Congedo, Marco Gaiani, Carlo Infante, Berta Martini, Massimo Negri, Sofia Pescarin, Ramona Quattrini, Maria Rosaria Valazzi, Alessia Vitturini, Franca Zuccoli

Collana: Didattica generale e disciplinare

Argomenti: Didattiche disciplinari - Tecnologie didattiche

Livello: Studi, ricerche - Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari

Potrebbero interessarti anche