Il volontariato tra società e istituzioni

Esperienze nel socio-sanitario

Contributi
Pietro Rescigno
Livello
Dati
pp. 144,   figg. 49,     1a edizione  1992   (Codice editore 928.1.4)

Il volontariato tra società e istituzioni. Esperienze nel socio-sanitario
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820472832

Presentazione del volume

Una legge quadro per disciplinare il volontariato è stata attesa per oltre dieci anni. Finalmente il Parlamento ha colmato questa grave lacuna con l'approvazione della legge 266 dell'11 agosto 1991. La sua emanazione tuttavia rende ancora più urgente la comprensione di tutto quello che avviene nel complesso "universo volontariato". Il volume, frutto di una ricerca svolta dall'Irsi per incarico dei Consiglio nazionale delle ricerche, fornisce talune risposte in questo senso. Esso offre una descrizione del fenomeno andando a individuare ruoli e funzioni del volontariato rispetto alla pubblica amministrazione ed alla società civile. La ricerca propone infatti una lettura comparata di quanto attualmente in vigore nelle singole regioni a livello normativo rispetto ad ambiti di intervento, requisiti del volontariato, finanziamenti e controlli ed un'analisi approfondita del" l'utilizzo della convenzione e delle problematiche tuttora irrisolte. Da vecchi schemi - ci dice la ricerca - c'è il rischio di generare solo un volontariato sclerotizzato. Sapranno le regioni inventarsi un nuovo modo di porsi di fronte a questo fenomeno?

Con l'ausilio della nuova legge si potrebbe arrivare a creare una giusta miscela innovativa. Come pure innovazioni consistenti si evidenziano rispetto al significato del volontariato e delle sue associazioni, alla partecipazione femminile, alla professionalità, alle caratteristiche della solidarietà.

Enzo Casolino, coordinatore scientifico di questa ricerca, è direttore di ricerca del Cnr. Ha insegnato diritto pubblico all'Università di Pescara, di Sassari, di Roma. Ha scritto in particolare su tematiche relative al regime delle libertà civili (Libertà della scienza e funzione culturale, Roma, 1972), all'organizzazione della ricerca scientifica (L'amministrazione della ricerca e della didattica, vol. III, Padova, 1984; Autonomia delle istituzioni scientifiche in Europa, Roma, 1989) in materia ambientale (Direttive Cee per il miglioramento della salute dei lavoratori, Torino, 1991).

Nadia Sgaramella, ricercatrice Irsi dal 1985, si occupa di ricerche in campo sociale; è autrice di articoli e saggi su temi di volontariato, solidarietà sociale e ambiente.

Indice

Presentazione
1. Ruolo del Pubblico e del Privato nei servizi alla persona
1. 1. Le istituzioni non statali
1.2. Il volontariato socio-assistenziale
1.3. Metodologia di analisi
2. Tipologie del volontariato
2.1. Tipologia e categorie giuridiche
2.1.1. Volontariato gratuito e grazioso
2.1.2. Volontariato gratuito ma non grazioso
2.2. Tipologie del volontariato associativo
2.2. 1. Generalità
2.2.2. Particolarità circa la natura delle associazioni
2.2.3. Tipologie e riscontro dei dati della ricerca
2.2.3. 1. Caratteristiche del volontario
2.2.3.2. Caratteristiche dell'associazionismo
volontario
3. Rapporti tra volontariato e istituzioni
3. 1. Il lungo cammino della legge-quadro
3.2. Il volontariato nella legislazione positiva
3.2. 1. La legislazione statale
3.2.2. La legislazione regionale
3.3. La convenzione quale strumento di azione amministrativa
3.4. La verifica sperimentale
3.4. 1. I soggetti pubblici istituzionali
3.4.2. Modalità di rapporto tra volontariato e istituzione
3.4.3. I rapporti attraverso la convenzione
Considerazioni conclusive
Nota bibliografica