Risultati ricerca

Ida Castiglioni

La differenza c'è

Gestire la diversità nell'organizzazione dei servizi

Il diversity management, o gestione della diversità come strategia organizzativa, intende affrontare la complessità della coesistenza di culture diverse negli ambiti del lavoro e della scuola. Nato agli inizi degli anni Novanta negli Stati Uniti e poi diffuso nel Nord Europa, oggi approda anche in Italia. Questo volume intende presentare le potenzialità di tale approccio nel nostro Paese attraverso dati empirici e pratiche da testare.

cod. 1168.1.52

Ida Castiglioni, Alberto Giasanti

Il carcere in città

La voce, il gesto, il tratto e la parola, ovvero l'arte come evasione comune

Attraverso una narrazione collettiva di persone detenute, operatori e volontari, il volume narra alcune esperienze significative in tre carceri: San Vittore, Opera e Bollate. Il libro si rivolge sia agli “addetti ai lavori” sia a persone interessate a scoprire i vissuti dei detenuti, andando oltre le ideologie e gli stereotipi della società, ovvero oltre le sue ombre più minacciose.

cod. 1168.2.13

Molti diffidano della parola sviluppo, perché vedono anche ciò che essa nasconde: povertà, disuguaglianze, avidità, esclusione, degrado ambientale, conflitti violenti, criminalità. Perché le società umane si sviluppano così? È possibile cambiare rotta? Questo libro vuole incoraggiare gli attori del cambiamento con buoni argomenti e traendo insegnamento dalle tante esperienze innovative in corso dappertutto.

cod. 1168.1.54

Emilio Del Giudice, Alberto Giasanti

Essere umani.

Prospettive per il futuro

Un libro che, nei limiti di ogni sapere che pretenda di sfidare il mistero della vita umana, intende dare ai lettori la possibilità di recuperare l’unitarietà dei saperi e dei metodi in grado di reagire alla diaspora, propria del nostro tempo, delle dottrine e delle identità.

cod. 2000.1371

Alberto Giasanti

Ombre.

Il lato oscuro delle società e la nuova etica

Il libro intende affrontare la questione dell’Ombra, ovvero la parte oscura di ciascuno di noi, attraverso una molteplicità di sguardi su due temi cruciali dell’epoca contemporanea: il declino dei valori e il problema del male nella sua dimensione individuale e collettiva.

cod. 1422.19

Susanna Galli, Mauro Tomé

Il manager sociale

Identità e competenze per coordinare e dirigere nel welfare

Una guida alla diffusione di una logica manageriale in un ambito tradizionalmente lontano da questa cultura, quello del sociale. Un testo per tutti quei professionisti che svolgono funzioni di coordinamento e direzione nell’area del welfare.

cod. 1060.188

Donatella Barberis

Il prodotto del lavoro sociale.

Un percorso per definirlo, valorizzarlo e valutarlo

Il volume delinea il processo di individuazione del prodotto del lavoro sociale che, ben lontano dall’essere automatico o spontaneo. Individua poi e approfondisce le dimensioni che è opportuno esplorare – il processo di conoscenza-azione, la relazione con l’utente/cliente, gli orientamenti, il ruolo delle autorità, la razionalità strumentale e la valutazione – per coglierne le connessioni con la produzione.

cod. 1168.2.6

Gabriella Solaro

Il mondo di Piero.

Un ritratto a più voci di Piero Malvezzi

Un ritratto a più voci della personalità di Piero Malvezzi (1916-1987). Attivo nella Resistenza, Malvezzi ha lasciato opere che raccontano le drammatiche esperienze della guerra di liberazione, come le "Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana" e della resistenza europea, e "Le voci del ghetto. Antologia della stampa clandestina ebraica a Varsavia 1941-1942".

cod. 1510.9

Which studies social mediation and informal justice in the American model and in Italian experience. In the first part of the book, the author describes three ideal types of mediation: mediation in a negotiation, community mediation and therapeutic mediation. In the second part, the author describes a qualitative research conducted in social mediation centres in Italy. An interesting element emerges from this research: all the Italian centres except one refer to a model of mediation elaborated in France by Jacqueline Morineau, who organised the "Centre de médiation et de la formation à la médiation" in Paris. The article ends with a proposal. The Morineau model’s spirit of mediation can be imagined making a real contribution in the near future, in a geographical area where the mutual projections of the shadow of law are so violent and the denial of reciprocal acknowledgment so total as to crystallise into autonomous, negative forces bent on mutual destruction. The area in question is Palestine and the destructive process the Israeli-Palestinian conflict.

Renato Treves

Spirito critico e spirito dogmatico

Il ruolo critico dell'intellettuale

Un progetto ambizioso che vuole riportare all’attenzione pubblica testi classici (inediti in Italia od ormai introvabili) che nell’ultimo secolo hanno fornito un contributo miliare alla nostra cultura. Il primo volume presenta gli argomenti, di sconcertante attualità, trattati da Renato Treves nel fondamentale Spirito critico, spirito dogmatico, del 1954.

cod. 211.1