Le professioni nel sociale

Coordinata da: Alberto Giasanti

Le grandi trasformazioni sociali e istituzionali che caratterizzano la società contemporanea si riflettono sul sistema dei servizi e sulla formazione professionale degli operatori.
In particolare il diverso rapporto tra istituzioni pubbliche ed iniziativa privata, il sorgere di nuove professionalità ed il fenomeno sempre più diffuso dell’associazionismo, l’ampliarsi delle attività del privato sociale e il diverso ruolo che stanno assumendo le comunità locali, richiedono risposte articolate e flessibili alle questioni sociali emergenti.
La collana si articola per aree tematiche e si prefigge, come obiettivi, di fornire agli operatori in formazione adeguati strumenti didattici e metodologici in grado di comprendere il mutamento della società e dei servizi e di valorizzare le competenze professionali degli operatori che già lavorano per un migliore rapporto tra cultura dei servizi e aspettative dei cittadini utenti.

Referenti per area tematica:
Cooperazione e sviluppo internazionale: Luciano Carrino
Interculture: Ida Castiglioni
Lavori di cura: Carla Facchini
Minori: Susanna Galli
Narrazioni: Paolo Jedlowski
Politiche sociali: Franca Olivetti Manoukian
Salute mentale e servizi: Maria Zirilli
Carcere: Alberto Giasanti

I titoli della collana Le professioni nel sociale sono sottoposti a doppio referaggio anonimo.

(leggi tutto)

La ricerca ha estratto dal catalogo 73 titoli

Gianni Del Rio, Maria Luppi

Gruppo e relazione d'aiuto

Saperi, competenze, emozioni

Il volume offre un’analisi dei temi e dei contributi della psicologia dei gruppi, e un approfondimento in chiave psicoanalitica a partire dal lavoro di Bion e della socioanalisi inglese. Riflette poi su aspetti metodologici e pratici prendendo in considerazione gruppi di lavoro e gruppi di aiuto e mettendo a fuoco alcuni temi: le ragioni e le funzioni del gruppo nel lavoro sociale, la gestione efficace della riunione e la responsabilità della conduzione nelle diverse fasi della vita di un gruppo.

cod. 1168.2.7

Milton J. Bennett

Principi di comunicazione interculturale

Paradigmi e pratiche

Questa nuova edizione del volume amplia i contenuti relativi all’analisi dell’interazione tra persone di culture diverse, presentando anche la teoria degli stili percettivi sottostanti il modo in cui individui con diverso retroterra culturale preferiscono, collettivamente, pensare e imparare.

cod. 1168.2.4

Luciano Carrino

Perle, pirati e sognatori

Dall'aiuto allo sviluppo a una nuova cooperazione internazionale

Come tradurre finalmente in azioni efficaci l’immenso patrimonio della solidarietà che oggi è disperso in migliaia di progetti frammentari? Come realizzare, nel mondo globalizzato, una nuova cooperazione internazionale adeguata ai tempi? Questo libro è per chi ama la cooperazione e vorrebbe che servisse davvero a rendere lo sviluppo migliore di com’è oggi.

cod. 1168.1.56

Ida Castiglioni

La differenza c'è

Gestire la diversità nell'organizzazione dei servizi

Il diversity management, o gestione della diversità come strategia organizzativa, intende affrontare la complessità della coesistenza di culture diverse negli ambiti del lavoro e della scuola. Nato agli inizi degli anni Novanta negli Stati Uniti e poi diffuso nel Nord Europa, oggi approda anche in Italia. Questo volume intende presentare le potenzialità di tale approccio nel nostro Paese attraverso dati empirici e pratiche da testare.

cod. 1168.1.52

Simon Pietro De Domenico, Azalen Maria Tomaselli

Il carcere: una città invisibile

Lo sguardo degli operatori volontari

Un libro come bussola per indicare possibili rotte agli operatori volontari e a quanti lavorano a progetti educativi in carcere, proponendo strategie da adottare nell’ideazione e nella pratica pedagogica. Testimonianze di pratiche di mediazione, scrittura terapeutica, racconti collettivi di storie di vita, scritti di persone detenute e altre narrazioni vengono raccontate attraverso lo sguardo del volontario, cioè di chi cerca di fare da ponte tra mondi incommensurabili.

cod. 1168.2.16

Mirella Ferrari

Dall'invisibile al visibile

Migranti, integrazione e piattaforme collaborative

Il volume esplora la dimensione quantitativa del fenomeno migratorio nelle ultime decadi tramite i dati delle fonti europee e approfondisce alcuni aspetti che si rivelano essenziali per la comprensione degli scenari futuri. Il testo si focalizza poi sul caso italiano, evidenziandone da un lato i limiti del modello di integrazione, che accentua la dimensione burocratico-normativa dell’inclusione, ma fornendo al contempo un quadro innovativo delle forme di accoglienza alternative mediate dalle tecnologie digitali, come il caso di Refugees Welcome Italia.

cod. 1168.2.14

Ida Castiglioni, Alberto Giasanti

Il carcere in città

La voce, il gesto, il tratto e la parola, ovvero l'arte come evasione comune

Attraverso una narrazione collettiva di persone detenute, operatori e volontari, il volume narra alcune esperienze significative in tre carceri: San Vittore, Opera e Bollate. Il libro si rivolge sia agli “addetti ai lavori” sia a persone interessate a scoprire i vissuti dei detenuti, andando oltre le ideologie e gli stereotipi della società, ovvero oltre le sue ombre più minacciose.

cod. 1168.2.13

Joseph Moyersoen

La messa alla prova minorile e reati associativi.

Buone pratiche ed esperienze innovative

Il volume si rivolge principalmente agli operatori della giustizia minorile, in particolare magistrati togati e onorari, avvocati, operatori dei servizi psico-socio-educativi del Ministero della giustizia, del territorio e delle strutture residenziali penali, ma anche a tutti coloro che vogliono avvicinarsi a questo importante settore della Giustizia teso all’applicazione del principio riabilitativo, necessario per far evolvere la personalità in formazione verso migliori destini e per recuperare risorse preziose alla società.

cod. 1168.2.12

Eugenio Gallo, Cecilia Neri

Il potere di curare.

La costruzione del setting terapeutico

Il libro prova a definire i tre elementi relazionali essenziali che permettono di costruire un setting con potenti caratteristiche terapeutiche, valido in quasi tutti gli ambiti specialistici e nei diversi luoghi di cura, quali l’ambulatorio, la degenza, il domicilio. Il volume è indirizzato ai medici e ai professionisti della salute mentale, ma la sua lettura da parte di chi, invece, si trovi a vivere un’esperienza di cura come paziente potrà essere utile per fornire informazioni circa le condizioni che possono migliorare le capacità autoriparative dell’organismo.

cod. 1168.1.59

Giulia Mura, Mirella Ferrari

Le sfide dell'apprendimento continuo

Istituzioni in cambiamento e nuove istanze identitarie

L’ampliamento del campo di apprendimento nelle società complesse ha creato nuove questioni di valutazione e progettazione del settore educativo. Il volume ricostruisce, attraverso la messa a fuoco di una serie di casi, anche distanti tra loro, le principali istanze di cambiamento che caratterizzano la realtà italiana ed europea.

cod. 1168.2.11