Libri di Economia monetaria

La ricerca ha estratto dal catalogo 48 titoli

Massimo Bustreo

La terza faccia della moneta.

Le dinamiche che guidano la nostra relazione con il denaro

Faresti gestire i tuoi risparmi alla scimmia bendata di Malkiel? Affideresti le tue decisioni alle previsioni della gallina drogata degli Azande? Molto probabilmente no! Eppure, tutti noi lanciamo spesso in aria una moneta. E scegliamo la terza faccia, lottando ogni giorno per difendere l’illusione che le nostre decisioni siano guidate dalla razionalità. Scritto con uno stile accessibile e divulgativo, il volume vuole stimolare il lettore attraverso giochi, provocazioni ed esercizi, per imparare… a sbagliare meglio!

cod. 1400.5

Andrea Guazzarotti

Crisi dell'euro e conflitto sociale.

L'illusione della giustizia attraverso il mercato

Deflagrate con la crisi, le rigidità e le incongruenze dell’euro hanno innescato il peggio che l’Europa potesse augurarsi: anziché un conflitto sociale (politicamente gestibile) tra chi nella crisi prospera e chi dalla crisi è schiacciato, un pericoloso conflitto tra nazioni dai toni quasi etnici. La solidarietà tra cittadini europei non può instaurarsi senza un sistema politico europeo capace di affidarsi alla forza legittimante del conflitto sociale regolato, come con le costituzioni democratiche del secondo dopoguerra.

cod. 1590.1.5

Questa ricerca analizza l’evoluzione e i mutamenti del Sistema Monetario Internazionale (s.m.i.) nel passaggio dall’egemonia del dollar standard all’adozione possibile di un vero approccio multivalutario. I saggi presentati ripercorrono le tappe fondamentali della evoluzione del s.m.i., soffermandosi su alcuni problemi ad essa connessi.

cod. 365.1142

Frutto di un lavoro di ricerca sostenuto da FondItalia, il volume esplora le principali problematiche che interessano il sistema della formazione continua in Italia – il ruolo delle parti sociali, il finanziamento, il monitoraggio della qualità, la certificazione delle competenze acquisite, l’importanza nella promozione di una cittadinanza attiva, il collegamento con lo sviluppo economico, il ruolo delle università – ed elabora alcune proposte per il suo sviluppo.

cod. 365.1152

Con questo saggio Gary B. Gorton offre al lettore una prospettiva di analisi innovativa della crisi finanziaria che ha avuto inizio nel 2007 negli Stati Uniti, sviluppi drammatici negli anni successivi, e ancor oggi è lungi dall'aver esaurito i suoi effetti!. Scritto e argomentato con rara chiarezza anche per il lettore non esperto, dimostra che le crisi finanziarie non sono eventi rari, causate da tempeste di fattori casuali. Invece, le crisi finanziarie sono inerenti al nostro sistema finanziario.

cod. 1420.1.163

I risultati di una ricerca sull’Unione Monetaria Europea: luci e ombre dell’UME nel suo ruolo di modello di integrazione monetaria regionale per le aree economiche del Gulf Cooperation Council, dell’ASEAN e dell’Africa Occidentale. Una serie di insegnamenti utili per le potenziali unioni monetarie del pianeta, per gli stati membri dell’UME e per quelli che si preparano ad aderirvi dopo la grande crisi finanziaria mondiale.

cod. 365.1008

Una esauriente sintesi della storia monetaria e bancaria. Partendo dal mondo antico, il volume giunge all’analisi dell’evoluzione dei sistemi monetari e bancari all’inizio del XXI secolo. L’attività bancaria è studiata attraverso l’evoluzione delle diverse categorie di banche, dalle più antiche alle più recenti, nonché attraverso l’esame della nascita e delle trasformazioni dei sistemi bancari dei diversi paesi.

cod. 367.62

Italy, amongst the major industrial economies of the past century, has not been studied with the same analytic focus of similarly sized economies like France or UK. Finally, Italy’s economy holds peculiar features that make its experience with market discipline and macroeconomic policies over the centuries a unique case study in the long-lasting debate over the optimal design of monetary policies.

cod. 363.86

Lo studio evidenzia un rapporto sempre più stretto tra i derivati e il settore energetico globale, che utilizza i derivati per soddisfare le proprie esigenze operative e finanziarie. Il settore energetico rappresenta un punto nodale nello sviluppo dell’economia globale: per questo l’effettiva capacità di gestire i rischi da parte degli operatori, del mercato, delle imprese e delle autorità nazionali e internazionali è una condizione necessaria per garantirne crescita e stabilità.

cod. 367.73