Tecniche grafiche di analisi e rappresentazione dei dati

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 304,      1a edizione  2010   (Codice editore 1120.20)

Tecniche grafiche di analisi e rappresentazione dei dati
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856822144

In breve

Dopo un excursus storico sull’invenzione e l’impiego dei grafici, il volume tratta il tema della natura dei grafici e degli scopi per i quali essi vengono realizzati: veicolare ed esaminare una mole di informazioni in modo compatto e facile da comprendere. Il testo esamina poi i diversi tipi di grafici (di “categorie per valori”, “valori per valori”, “categorie per categorie”, grafici senza assi), illustrando vantaggi, svantaggi e campo di applicazione di ognuna delle tecniche grafiche più usate.

Presentazione del volume

Spesso c'è poca consapevolezza delle potenzialità dei grafici e ci si limita ad usarne alcuni, ritenuti adatti e accativanti, per illustrare i risultati delle analisi dei dati, rischiando esiti banali, inefficaci o - ancora peggio - scorretti.
In questo volume, dopo un excursus storico sulla loro invenzione ed impiego, sono esaminati gli scopi per i quali i grafici sono realizzati, esposti i principi base da tenere presenti nell'esecuzione e analizzati i singoli elementi geometrici e testuali che li compongono. Successivamente sono descritti pregi, difetti e campi di applicazione di ognuna delle tecniche grafiche, mostrando come esse godono di versatilità ed autonomia sufficiente a costituire una valida alternativa alla tradizionale presentazione tabulare dei risultati e, molto spesso, un insostituibile strumento di analisi dei dati.
La ricca esemplificazione, contenuta in oltre 120 figure, consente di illustrare compiutamente i diversi tipi di grafici e di mettere a confronto ed apprezzare vantaggi e svantaggi di alternative ed opzioni disponibili. Il testo, punto di riferimento fondamentale per chi opera nel campo delle scienze sociali, si rivolge anche ad un pubblico di professionisti che viene così messo in grado di realizzare grafici efficaci o di valutare la correttezza di quelli prodotti da altri.

Giovanni Delli Zotti è professore ordinario di Metodologia e tecnica delle ricerche sociali nella Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Trieste dove insegna anche Sociologia generale e Sociologia dell'Educazione. Direttore del Dipartimento di Scienze politiche e sociali, è membro dell'Associazione Paideia per l'alta formazione nelle scienze umane; tra le sue pubblicazioni per i nostri tipi si ricordano: La miniera delle appartenenze, 2005; Introduzione alla ricerca sociale, 2004 e Tesi (e tesine) con Pc e Web (con C. de Francesco), 2004.

Indice



Introduzione
Storia della rappresentazione grafica dei dati
(I precursori; William Playfair; Dopo Playfair; Il problema della standardizzazione e gli sviluppi recenti)
Natura e scopi delle tecniche grafiche
(Alcune questioni definitorie; Scopi delle tecniche grafiche; Analisi e rappresentazione)
Problemi di percezione e principi di grafica
(Problemi di percezione; Problemi di distorsione; Principi di grafica; Alfabetizzazione grafica, modelli, norme e linee di riferimento)
Elementi dei grafici
(Scelte del computer e scelte del ricercatore; Area del grafico, sfondo, motivi e uso del colore; Titolo, fonte, legenda e etichette dei dati; L'asse delle categorie; L'asse dei valori; La standardizzazione dei grafici)
Tipologie di grafici
(Casi noti e casi anonimi; La forma; Lo scopo; Il modello d'analisi e le dimensioni della rappresentazione; La natura degli assi)
Grafici di categorie per valori
(Grafici a barre; Grafici a torta; Grafici a scatole; Grafici degli scostamenti; Grafici a punti o a semi-dispersione; Grafici a congiungenti; Grafici a linee di raccordo; Dendrogrammi)
Grafici di valori per valori
(Grafici ad aste; Grafici ramo-foglia; Istogrammi; Grafici a linee; Grafici ad area; Grafici a dispersione)
Grafici di categorie per categorie
(La soluzione "assi ibridi"; La soluzione "figure o simboli"; Grafici relazionali; Grafici non standard; Mappe tematiche)
Uno sguardo al passato (prossimo) e uno al futuro
Riferimenti bibliografici
Indice delle figure
Indice delle tabelle.