La spendibilità della sociologia fra teoria e ricerca

Contributi
Flavio Amadori, Alberto Ardissone, Alessia Bertolazzi, Nico Bortoletto, Paola Canestrini, Teresa Carbone, Alessandro Fabbri, Davide Galesi, Carlo Antonio Gobbato, Maura Gobbi, Francesca Guarino, Linda Lombi, Alessia Manca, Fausta Martino, Antonio Maturo, Lorenzo Migliorati, Mauro Moruzzi, Annamaria Perino, Fabio Piccoli, Alice Ricchini, Roberto Rizza, Arianna Scanu
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 352,      1a edizione  2011, allegati: allegato on-line   (Codice editore 1044.75)

La spendibilità della sociologia fra teoria e ricerca
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 41,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856836141

In breve

Il presente volume affronta la dimensione della spendibilità della sociologia, intesa come imprescindibile vincolo a dar prova di sé nei diversi settori del sociale. Solo nella sua operatività e nella sua prassi si può infatti ritrovare il senso e la valenza veramente sociale di questa scienza.

Presentazione del volume

Se la sociologia è una scienza umana e sociale, la cui piena identità è costituita dall’integrazione di tre sub-aree quali teoria, empiria e spendibilità, essa è ancor più una disciplina eclettica, laica, tollerante, concorsuale e correlazionale. In quest’ottica, il sapere sociologico deve superare la tensione verso l’autoreferenzialità per farsi applicazione, utilità, operatività e intervento nei diversi settori della società.
Il presente volume affronta la dimensione della spendibilità intesa come imprescindibile vincolo a dar prova di sé nei diversi settori del sociale. Solo nella sua operatività e nella sua prassi si può ritrovare il senso e la valenza veramente sociale di questa scienza. È la dimensione applicativa che, infatti, può conferire, in ultima istanza, piena legittimazione alla sociologia. La spendibilità, intesa come giustificazione e definizione della propria identità, applicabilità e/o onere della prova, è uno, il più rilevante, dei concetti trasversali che uniscono tutti i contributi del presente lavoro e che palesa l’importanza dello studio sociologico in tutti i settori della vita sociale. La sociologia, per essere una scienza dotata di una sua intrinseca valenza d’utilità, è costretta a misurarsi col mondo della vita ed a fornire risultati pratici che derivano da un percorso conoscitivo, propositivo e reale riguardante tutti gli ambiti della società. Questo testo mostra, nel concreto, le tesi appena più sopra richiamate.

Costantino Cipolla è ordinario di Sociologia presso l’Università di Bologna e presidente del corso di laurea triennale in Sociologia e del corso di laurea magistrale Scienze criminologiche per l’investigazione e la sicurezza. Dirige la rivista internazionale “Salute e Società”, edita dalla FrancoAngeli ed è autore e curatore di numerosi volumi, articoli e saggi. Tra le pubblicazioni più recenti per i nostri tipi segnaliamo: C. Cipolla (a cura di) (2011), I concetti fondamentali del sapere sociologico; C. Cipolla (2009), Darwin e Dunant. Dalla vittoria del più forte alla sopravvivenza del più debole?

Veronica Agnoletti è professore a contratto di Sociologia corso avanzato, presso la Facoltà di Scienze Politiche “R. Ruffilli” dell’Università degli Studi di Bologna, sede di Forlì. Tra le ultime pubblicazioni per i nostri tipi: “Sessualità” in C. Cipolla (a cura di) (2011), I concetti fondamentali del sapere sociologico; “Il rapporto medico-paziente e l’infermiere: nuove forme di care” in L. Lombi e A. Stievano (a cura di) (2011), Introduzione alla sociologia della salute. Manuale per la professione infermieristica.

Indice


Costantino Cipolla, Veronica Agnoletti, Introduzione
Veronica Agnoletti, La sociologia per l’umanizzazione e la personalizzazione delle cure. Un’introduzione
Flavio Amadori, La dimensione delle relazioni sociali e affettive in riferimento alla gestione degli eventuali conflitti
Alberto Ardissone, Evoluzione della professione medica, in termini di status giuridico
Alessia Bertolazzi, Dal welfare state alla welfare society: il contributo della sociologia alla crisi dello stato sociale
Nico Bortoletto, Sport e spendibilità del sapere sociologico
Paola Canestrini, Il cibo: un asSaggio sociologico
Teresa Carbone, Modelli astratti e dinamiche reali di integrazione nelle seconde generazioni: il contributo sociologico
Alessandro Fabbri, Croce Rossa e società civile secondo un’interpretazione storico-sociale
Davide Galesi, La ricerca azione partecipata come strumento di prevenzione socio-sanitaria
Carlo Antonio Gobbato, Conflitti e dinamiche socio-culturali nelle Aziende Sanitarie
Maura Gobbi, Le politiche carcerarie e la spendibilità della sociologia
Francesca Guarino, e-Care e anziani fragili: percorsi di spendibilità
Linda Lombi, Il contributo della sociologia nell’area del consumo di sostanze psicoattive: scenario attuale e prospettive future
Alessia Manca, Le diseguaglianze di salute in una prospettiva sociologica
Fausta Martino, La valutazione dei servizi sociali tra sostenibilità ed efficacia
Antonio Maturo, Il ruolo del sociologo nella comunicazione della salute
Lorenzo Migliorati, Il consumo e la sua interpretazione sociologica
Mauro Moruzzi, La rivoluzione del Fascicolo Sanitario Elettronico. La sociologia dell’e-Health
Annamaria Perino, Sociologia e Servizio Sociale: quale spendibilità?
Fabio Piccoli, La sociologia nello studio della sostenibilità ambientale
Alice Ricchini, Il paziente oncologico e il suo vissuto di malattia: riflessioni per una sociologia del cancro
Roberto Rizza, La spendibilità della sociologia dei processi economici, organizzativi e del lavoro
Arianna Scanu, Sessualità e spendibilità della sociologia nelle neosessualità
Gli autori