Il palcoscenico della Trasformazione

Processi di apprendimento nel Teatro dell'Oppresso.

Autori e curatori
Contributi
Paolo Vittoria
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 340,      1a edizione  2016   (Codice editore 1361.8)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Il palcoscenico della Trasformazione. Processi di apprendimento nel Teatro dell'Oppresso.
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891741394

In breve

Obiettivo del testo è di proporre il Teatro dell’Oppresso, le sue metodologie e le sue tecniche, all’interno dei contesti accademici e universitari come dispositivo pedagogico per mettere in discussione i modi di pensare e di agire, per sviluppare consapevolezza delle oppressioni esterne e interiorizzate e per creare le condizioni per promuovere apprendimento trasformativo con la revisione delle prospettive di significato psicologiche, epistemologiche e sociolinguistiche.

Presentazione del volume

Il volume affronta la teoria dell'Apprendimento Trasformativo e lo studio delle metodologie e delle tecniche del Teatro dell'Oppresso, affermatesi come strumento di coscientizzazione e di lotta popolare non violenta contro l'egemonia politica ed economica. Sulla base di una ricerca empirica, esso avanza la proposta di realizzare dei laboratori didattici e formativi con le metodologie e le tecniche del Teatro dell'Oppresso all'interno dei contesti accademici e universitari.
Obiettivo del testo è proporre il Teatro dell'Oppresso come dispositivo pedagogico per mettere in discussione i modi di pensare e di agire, per sviluppare consapevolezza delle oppressioni esterne e interiorizzate e per creare le condizioni per promuovere apprendimento trasformativo con la revisione delle prospettive di significato psicologiche, epistemologiche e sociolinguistiche.
Correda il testo il quadernetto di valutazione delle competenze metacognitive acquisite.

Alessandra Romano è dottore di ricerca in Pedagogia dei processi formativi presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Napoli Federico II e presso il Teachers College, Columbia University, New York. I suoi interessi di ricerca vertono sull'educazione degli adulti, con particolare riferimento alla teoria dell'Apprendimento Trasformativo. Di recente ha curato il volume Music, Emotions, Autobiographical Memory: an Interdisciplinary Approach (2015), Liguori Editore, Napoli, e ha pubblicato numerosi articoli in riviste nazionali ed internazionali.

Indice

Paolo Vittoria, Presentazione
Introduzione
Il paradigma critico-emancipativo
(La nascita e l'evoluzione del paradigma critico-emancipativo; Oppressione, dialogo ed educazione democratica; Emancipazione e relazione educativa)
La letteratura sull'Apprendimento Trasformativo: da Mezirow alle nuove prospettive di ricerca
(La teoria dell'apprendimento trasformativo; Le evoluzioni della ricerca sull'apprendimento trasformativo)
Il Teatro dell'Oppresso: da strumento di liberazione a metodologia educativa
(Le tecniche e le metodologie del Teatro dell'Oppresso; L'intenzionalità educativa delle metodologie del Teatro dell'Oppresso)
La teoria dell'Apprendimento Trasformativo e le metodologie del Teatro dell'Oppresso: punti di contatto e convergenze concettuali e pratiche
(Due approcci in convergenza; Formare alla riflessione)
Esperienze di ricerca sul campo
(Lo scopo e il contesto della ricerca: i Laboratori di Epistemologia e Pratiche dell'Educazione; I partecipanti alla ricerca: analisi comparativa dei tre gruppi di partecipanti; La metodologia di ricerca: un processo in fieri; Gli strumenti di ricerca; Attendibilità, validità, limiti della ricerca; Le procedure di analisi)
I risultati della ricerca
(I risultati dell'analisi fenomenologica within-group dei diari di bordo; Dall'analisi within-group all'analisi among-group; Il punto di vista dei partecipanti: raccontare l'esperienza vissuta; Dall'analisi among-group all'analisi cross-group; La convalida dei partecipanti: il questionario finale)
Conclusioni
Bibliografia
Appendice
(Definizioni terminologiche; I copioni; I diari di bordo; Il Questionario sul Teatro dell'Oppresso; Il Learning Activities Survey; Il questionario di convalida dei partecipanti).