Risultati ricerca

Il feudo di Cisterna, dipendente dalla diocesi di Asti, entrò nell’orbita pontificia nel 1476, quando Sisto IV lo incamerò per concederlo al nipote Antonio Della Rovere. Nel 1559 venne acquistato dalla famiglia Torti e nel 1567 dagli Acerbi, famiglia milanese al servizio della Spagna. Nel 1651 questi ultimi vendettero il marchesato ai Dal Pozzo di Biella, una fra le più ragguardevoli famiglie dello Stato sabaudo. Nel 1670 il papa Clemente X innalzò Cisterna al rango di principato direttamente dipendente dalla Santa Sede. Fra Sei e Settecento, i Dal Pozzo si scontrarono con la politica di Vittorio Amedeo II e di Carlo Emanuele III, tesa ad affermare la sovranità sabauda sui feudi pontifici. Il saggio mette in luce, in particolare, i legami di fedeltà nei confronti di più sovrani ai quali dovettero assoggettarsi i titolari del feudo.

Claudio Rosso, Marcello Tadini

La vocazione logistica del novarese.

Radicamento territoriale e prospettive di sviluppo

Un’analisi della vocazione logistica del territorio novarese. Dopo una descrizione dell’evoluzione storica dell’area (e del relativo sistema di infrastrutture) dal Medioevo alla fine del Novecento, e un esame della configurazione attuale dell’attività logistica sul territorio, il volume delinea i possibili scenari di sviluppo del settore, propone una rassegna dei principali strumenti a disposizione degli attori locali per realizzarli e prefigura il futuro della logistica novarese.

cod. 1810.2.29