LIBRI DI LAURA BONATO

Lia Zola, Stefano Beggiora

Natura Animata.

Cerimonie, feste, tradizioni attraverso e culture. Studi in memoria di Enrico Comba

Dedicato alla memoria di Enrico Comba, scomparso prematuramente nel 2020, questo volume raccoglie i contributi presentati al convegno “La Natura animata: cerimonie, feste, tradizioni attraverso tempi e culture”, organizzato a fine 2019 da Enrico stesso. Nel libro trovano spazio lavori che indagano contesti lontanissimi tra loro nello spazio e nel tempo (dalle Alpi all’India e all’Himalaya, dalla Corsica alla Siberia, dal Giappone alle Hawai’i, dal Paleolitico e dagli antichi Sumeri e Babilonesi fino al Medioevo), ma che convergono su un aspetto fondamentale: la Natura (umana, non-umana) è sempre e comunque Animata.

cod. 1595.8

Laura Bonato, Lia Zola

Halloween

La festa delle zucche vuote

Il volume si inserisce nella polemica su Halloween, la cui inarrestabile diffusione in Italia ha allarmato persino la Chiesa, che ha dichiarato la propria avversione nei suoi confronti. Ma questa ricorrenza, che non è una minaccia alla nostra integrità culturale quanto piuttosto un elemento di arricchimento, è tuttora una commemorazione dei defunti e deve essere interpretata in termini di continuità con il tradizionale culto dei morti.

cod. 62.80

Laura Bonato

Antropologia della festa

Vecchie logiche per nuove performance

Accanto alle feste strettamente legate alla tradizione, nel nostro paese compaiono e si celebrano feste nuove, funzionali alle esigenze dei fruitori, che molti studiosi considerano invenzioni gratuite, legittimate solamente da ragioni di tipo commerciale e legate al business turistico. Il volume cerca di individuare il comune denominatore che spesso lega le une alle altre.

cod. 1152.30

Laura Bonato, Lia Zola

Fantastiche montagne

Esseri e luoghi dell'immaginario nelle terre alte

Spaziando dall’uomo selvatico allo yeti, dagli animali mitici agli esseri della paura, il volume intende indagare quali sviluppi e quali esiti possono avere nella contemporaneità le produzioni del fantastico in ambienti montani.

cod. 1595.1

Lia Zola

Ambientare.

Idee, saperi, pratiche

L’ambiente e le sue trasformazioni costituiscono il terreno di discussione sul quale tutti i contributi del libro trovano un raccordo epistemologico importante, dando vita a nuove etnografie multidisciplinari. L’obiettivo principale è comprendere e analizzare le risposte comunitarie a problemi quali il disboscamento, le alluvioni, i cambiamenti climatici, la costruzione delle grandi opere infrastrutturali, il consumo del suolo, l’uso dell’acqua…

cod. 1152.35

Laura Bonato

Aree Marginali.

Sostenibilità e saper fare nelle Alpi

Il volume intende documentare, analizzare e riflettere sul fenomeno del “ritorno alla terra” nella sua doppia accezione di ri-abitare gli spazi alpini e di dedicarsi a lavori abbandonati, come la coltivazione di determinate specie vegetali o l’allevamento. Questo ritorno oggi assume, in molti casi, un valore ideale: sulla scorta della delusione provata nei confronti della città (vista come l’epicentro della crisi finanziaria), si leva da più parti la speranza – o l’illusione – che la montagna possa costituire un “nuovo” orizzonte per il futuro.

cod. 62.71

Un’analisi multidimensionale degli Italiani. Il testo prende in esame il campo delle tradizioni popolari, ma anche il lavoro di contadini e pastori, artigiani e operai, e ricostruisce le strutture e i caratteri delle famiglie e delle comunità locali, prestando particolare attenzione all’uso di dialetti e lingue minoritarie. Sono inoltre indagati i problemi dei nuovi migranti, o nuove forme di festa e aggregazione, come il “tifo” calcistico.

cod. 1152.19

Laura Bonato

Tieni il tempo.

Riti e ritmi della città

Il volume sottolinea come le tradizioni contadine non solo hanno resistito ai processi di industrializzazione e di urbanizzazione, ma, pur se in alcuni casi abbandonate per anni, sono diventate protagoniste di una notevole ripresa. Esempio ne è la festa tradizionale, che si è reinventata, adattandosi al modificarsi del contesto in cui compare, riplasmando funzioni e simbologie alle nuove esigenze.

cod. 1152.12

La consapevolezza dell’esistenza di un complesso patrimonio locale, strettamente legato al territorio, è ciò che rende una persona felice o infelice di abitare in un certo luogo. Uno dei principali strumenti che avallano il processo di costruzione delle identità individuali e collettive è la memoria. Frutto dell’articolazione tra memoria, storia e luoghi sono i luoghi della memoria. A questi e al loro rapporto con il territorio sono dedicati i saggi contenuti nel volume.

cod. 1152.9

Gian Luigi Bravo

Prima etnografia d'Italia.

Gli studi di folklore tra '800 e '900 nel quadro europeo

Prendendo spunto dall’“Archivio per lo studio delle tradizioni popolari” di Pitré e Salomone-Marino e dalla “Rivista delle tradizioni popolari italiane” di De Gubernatis, il testo documenta un periodo di estremo interesse per la ricerca sulle classi popolari di differenti territori d’Italia. Un libro utile per molti gruppi folklorici per l’elaborazione e il controllo documentati delle loro performance.

cod. 1152.23