Il futuro nella memoria: ricordo, dimenticanza e previsione
Titolo Rivista: RICERCHE DI PSICOLOGIA 
Autori/Curatori: Daniele Gatti, Tomaso Vecchi 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 35-44 Dimensione file:  0 KB
DOI:  10.3280/rip1-2021oa11586
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 

 

Articolo Open Access
Clicca qui per vederlo.

L’oblio viene solitamente interpretato come un malfunzionamento della memoria, sebbene le evidenze sperimentali abbiano dimostrato che esso è una componente centrale all’interno del processo di memoria ed è più che una mera mancanza di ricordo. La memoria umana commette un grande numero di “errori”, intesi come distorsioni o dimenticanze, i quali non compromettono la riuscita del processo ma, anzi, migliorano l’efficienza adattiva del ricordo. Queste evidenze portano a ritenere che la finalità della memoria non sia da ricercarsi tanto nella rievocazione del passato, quanto nelle funzionalità predittive che essa consente.In conclusione, è necessario abbandonare il dualismo ricordo-dimenticanza e abbracciare una visione più dinamica della memoria, che la consideri come un processo adattivamente fondato e orientato al futuro.


Keywords: memoria, previsione, cervelletto

Daniele Gatti, Tomaso Vecchi, in "RICERCHE DI PSICOLOGIA" 1/2021, pp. 35-44, DOI:10.3280/rip1-2021oa11586

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche