Territorio sostenibilità governance

Direzione: Manlio Vendittelli

Comitato scientifico: Pier Paolo Balbo (urbanistica), Fulvio Beato (sociologia del territorio), Maurizio Imperio (sistemi informativi), Roberto Palumbo (tecnologia), Sandro Pignatti (ecologia), Edo Ronchi (sostenibilità), Benedetto Todaro (architettura)

La collana, suddivisa in tre sezioni (saggi, quaderni, ricerche), analizzando le trasformazioni territoriali, la sostenibilità ambientale e il governo dei processi, vuole contribuire alla costruzione di una nuova concezione del progetto in una cultura multiscalare attraverso tre concetti chiave: complessità sistemica, limite, progetto. Il primo è legato ai risultati strutturali ed estetici che le trasformazioni hanno prodotto e che devono essere governati nella loro complessità; il secondo è definito dalle leggi della sostenibilità; il terzo è frutto della razionalità del fare.
Territorio, sostenibilità e governance diventano pertanto i tre elementi di interazione economica e sociale essenziali nei processi di trasformazione che, nel progetto, devono intrecciarsi per diventare un unicum.
In quest’ottica la riqualificazione dei luoghi dell’organizzazione umana, la ricostruzione di reti ecologiche, la messa a norma del territorio, la valutazione e progettazione strategica e il governo dei conflitti non sono altro che un momento di ricomposizione delle istanze sociali in progetti coerenti di valorizzazione delle risorse locali nella garanzia delle identità, delle diversità, dei valori storico-ambientali.
La sostenibilità diventa il valore attraverso il quale si possono definire le trasformazioni come processo che organizza la cultura del divenire nella cultura del limite, come presupposto della progettazione sistemica, della partecipazione sociale alle decisioni, del governo dei processi.
Aggiungere al concetto di gestione democratica la difesa dei diritti delle generazioni future significa esplorare un terreno di indagine che, seppure agli albori, porta al principio per cui è solo con una nuova cultura sociale che potremo iniziare davvero processi decisionali partecipati e condivisi sulle trasformazioni sociali e sul governo dei conflitti.
Costruire sistemi di conoscenza e strutture sociali di valutazione sul principio della coscienza critica e del controllo sociale dell’informazione è diventato oggi un problema sul quale devono confrontarsi gli stessi principi della democrazia e della scienza.

Tutti i testi pubblicati nella collana sono sottoposti a un processo di blind peer review.

(leggi tutto)

Collana Peer Reviewed

La ricerca ha estratto dal catalogo 13 titoli

Federica Isola, Sabrina Lai

Green Infrastructure and Regional Planning

An Operational Framework

Planning green infrastructures at the regional scale can be considered an intentional way of spreading the positive impacts of environmental conservation policies. In this volume, a methodological approach is experimentally implemented into the Sardinian region (Italy), in order to identify both a regional green infrastructure, and a network of ecological corridors connecting the regional protected areas.

cod. 11786.3.1

Antonio Leone

Ambiente e pianificazione.

Uso del suolo e processi di sostenibilità

La pianificazione sostenibile tenta di trovare gli strumenti per prevenire eventuali squilibri derivanti dall’uso del suolo. Fulcro della sostenibilità è il paesaggio, strategico sia per la dimensione regionale e territoriale dei piani paesaggistici, sia perché è prodotto dall’interazione fra natura e cultura. Questa nuova edizione del testo illustra tali rapporti, con un focus speciale sull’uso del suolo, e propone i cosiddetti modelli di simulazione “manageriali”, orientati a definire scenari, anticipando e chiarendo al pianificatore le possibili conseguenze delle decisioni.

cod. 1786.3.3

Federica Isola, Cheti Pira

Centri storici e spazio urbano.

L'esperienza regionale della Sardegna

Un’importante questione aperta della riflessione teorica e tecnico-applicativa dell’urbanistica contemporanea riguarda il valore strategico della pianificazione dei tessuti storici, soprattutto con riferimento al problematico dualismo tra istanze conservative e visioni di riorganizzazione e riqualificazione urbana prioritariamente orientate allo sviluppo locale. Il volume discute diversi aspetti di tale questione, nella cornice territoriale e normativa regionale della Sardegna.

cod. 1786.3.2

Antonio Leone, Federica Gobattoni

Pianificazione e incertezza.

Una bussola e alcune mappe per navigare nel mondo liquido

Questo libro è indirizzato ai pianificatori, ma gli schemi cui si riferisce tendono a rompere le catene disciplinari, nella convinzione che il nuovo mondo non farà nessuno sconto a chi pensa ancora in termini di recinti. Nel mondo liquido intuito da Bauman quello che conta è il contesto: persino alcune categorie di giusto/sbagliato dipendono dalle condizioni in cui agiscono i processi, e tutto quello che è preconfezionato rischia il naufragio. Ecco che allora l’archè non è nelle regole, ma nella cultura e nel relativo saper fare.

cod. 1786.3.1

Federica Leone, Corrado Zoppi

Participatory processes and spatial planning.

The Regional Landscape Plan of Sardinia, Italy

This book examines the evolution of the concept of participation by underlining its theoretical and technical pros and cons. Moreover, it puts in evidence that participatory processes in public decision-making show significant implementation difficulties. In this context, the book examines the emblematic case of the Sardinian Regional Landscape Plan (RLP).

cod. 1786.2.3

Valentina Alberti, Daniela De Ioris

L'energia nelle trasformazioni del territorio.

Ricerche su tecnologie e governance dell'energia nella pianificazione territoriale

Il settore della pianificazione del territorio ha mostrato solo in tempi recenti una certa attenzione per i rapporti tra energia, ambiente e insediamenti. Questo interesse è strettamente legato al processo di liberalizzazione in corso che muove il cambiamento del vecchio modello centralistico.

cod. 1786.1.7

Stefano Di Vita

Milano Expo 2015.

Un'occasione di sviluppo sostenibile

A partire dal caso Expo Milano 2015, il testo esplora il tema dei mega eventi attraverso i principi dello sviluppo sostenibile. In particolare esplora le esternalità positive e negative indotte dai grandi eventi, e riflette sulle possibilità di promuovere uno sviluppo urbano realmente sostenibile attraverso i grandi eventi.

cod. 1786.1.2

Il governo dei processi non sostituisce né l’urbanistica né la pianificazione ma si aggiunge ad esse per garantire l’attuazione di soluzioni e valori sistemici in una progettazione olistica delle trasformazioni del territorio. Il volume presenta i progetti, realizzati sia in Italia sia all’estero, secondo una logica rappresentativa alle diverse scale di questo percorso di ricerca e di progettazione, nel tentativo di fornire un contributo al dibattito disciplinare.

cod. 1786.1.6

Daniela De Leo

Planner in Palestina.

Esperienze di ricerca e pianificazione del territorio e dello sviluppo nel conflitto

Riflessioni ed esperienze di ricerca e intervento nel campo della pianificazione urbanistico-territoriale condotte nel corso degli anni in Palestina. Lo spazio, la pianificazione e il governo del territorio come parte essenziale del conflitto israelo-palestinese e quindi come dimensione cruciale per poter riposizionare e trattare questo conflitto insolubile.

cod. 1786.1.5

Corrado Zoppi

Valutazione e pianificazione delle trasformazioni territoriali nei processi di governance ed e-governance.

Sostenibilità ed e-governance nella pianificazione del territorio

La VAS porta a un radicale cambiamento nella prassi della pianificazione urbanistica, ma, come ogni radicale cambiamento, difficilmente può diventare prassi reale in breve tempo. Questa tensione al cambiamento difatti si scontra in Italia con una prassi del “fare i piani” in cui la valutazione non trova grande spazio e grande considerazione in termini di utilità ed efficacia…

cod. 1786.2.2