Le donne e i conflitti armati

A cura di: Uliano Conti, Laura Guercio

Le donne e i conflitti armati

Una riflessione su pace e sicurezza

Il libro presenta alcuni casi di studio nazionali sull’adozione della Risoluzione 1325/2000 (UNSCR 1325) del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite su Donne, Pace e Sicurezza e propone una riflessione su come alcuni stati, aree geografiche e continenti diversi – Iraq, Islanda, Congo, Medio Oriente, Italia – hanno recepito e attuato le direttive ONU per la tutela delle donne nei conflitti armati. Emerge così dal volume un cambio di prospettiva: dalla tutela al riconoscimento di un ruolo, quello di agenti di mutamento sociale.

Edizione a stampa

18,00

Pagine: 112

ISBN: 9788835137528

Edizione: 1a edizione 2022

Codice editore: 1043.114

Disponibilità: Limitata

Pagine: 112

ISBN: 9788835142683

Edizione:1a edizione 2022

Codice editore: 1043.114

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 112

ISBN: 9788835142836

Edizione:1a edizione 2022

Codice editore: 1043.114

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Prima del conflitto armato in Ucraina, a distanza di quasi trent'anni dall'intervento bellico della NATO nella ex-Jugoslavia, la guerra in Europa era un ricordo remoto. Prima del 24 febbraio 2022, grande parte della popolazione europea aveva una consapevolezza della guerra solo mediatica e priva anche del racconto diretto dei testimoni che nel Novecento l'avevano vissuta. Ma le drammatiche vicende recenti impongono la necessità di una riflessione sulla guerra in generale e, nello specifico, sulle donne come attrici direttamente coinvolte. Il libro presenta alcuni casi di studio nazionali sull'adozione della Risoluzione 1325/2000 (UNSCR 1325) del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite su Donne, Pace e Sicurezza e propone una riflessione su come alcuni stati, aree geografiche e continenti diversi - Iraq, Islanda, Congo, Medio Oriente, Italia - hanno recepito e attuato le direttive ONU per la tutela delle donne nei conflitti armati. Emerge dal volume un cambio di prospettiva: dalla tutela al riconoscimento di un ruolo. Le donne che provengono da Paesi coinvolti in conflitti armati possono essere agenti di mutamento sociale, attrici di una rivoluzione interpretativa. Le migranti e le richiedenti asilo hanno, in tal senso, molto da insegnare nei Paesi ospitanti. Non si tratta di un peso da accogliere secondo una prospettiva meramente economicistica che considera solo i costi e i benefici: la Risoluzione 1325 su Donne, Pace e Sicurezza valorizza l'apporto positivo che questo attore rappresenta, con le capacità e le esperienze che porta con sé.

Uliano Conti è professore associato di Sociologia Generale presso il Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione dell'Università degli Studi di Perugia. È vicedirettore del Centro di Ricerca in Sicurezza Umana (CRISU) dell'Ateneo perugino. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche de La Sapienza, Università di Roma ed è stato visiting research scholar all'Arizona State University. Si occupa di metodologia della ricerca sociale e di sociologia visuale.

Laura Guercio ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze Politiche in co-tutela all'Università di Genova e al Trinity College di Dublino con una tesi sui diritti delle donne nelle riforme costituzionali in Medio Oriente e Africa del Nord dopo la Primavera Araba. Ha inoltre un Master in Diritto Nazionale, Europeo e Internazionale (SIOI-Università di Roma Tor Vergata-Università di Camerino). Attualmente insegna all'Università di Perugia.

Uliano Conti, Da vittime ad attrici sociali trasformative. I perché di una riflessione su donne, pace e sicurezza nei giorni della tragedia Ucraina
Ahmed Aubais Alfatlawi,
Women in the Middle East: the effects of armed conflict and the effectiveness of humanitarian law
Pax André Marie Kito Masimango,
Impact des conflits armés sur la femme et la jeune fille en République Démocratique du Congo
Jan Marie Fritz,
Iceland's Unscr 1325 National Action Plan
Maha Alsakban,
The Iraqi Second National Action Plan for the Implementation of the United Nation Security Council Resolution 1325 on Women, Peace and Security 2020-2024
Barbara Ghiringhelli,
Gianluca Tirozzi, Donne e minori dalla Jihad alla Pace. Tra riflessione politica e intervento organico di Stato
Andreea Dumitrascu, Kathleen Guy,
Francesca Greco, Is the risk of the journey worth the reward of the destination?

Contributi: Maha Alsakban, Ahmed Aubais Alfatlawi, Andreea Dumitrascu, Jan Marie Fritz, Barbara Ghiringhelli, Francesca Greco, Kathleen Guy, Pax Andrè Marie Kito Masimango, Gianluca Tirozzi

Collana: Laboratorio sociologico

Argomenti: Sociologia dei processi culturali - Studi di genere

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche