La cittadinanza attiva nelle marche tra conflitti e proposte

Titolo Rivista: PRISMA Economia - Società - Lavoro
Autori/Curatori: Olimpia Gobbi, Riccardo Picciafuoco
Anno di pubblicazione: 2014 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 12 P. 136-147 Dimensione file: 57 KB
DOI: 10.3280/PRI2014-003011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo è un resoconto informativo sui principali conflitti ambientali aperti dalla cittadinanza attiva nelle Marche. Esso non si propone finalità di analisi sociologica e si limita a restituire il punto di vista dei soggetti associativi impegnati nella tutela del territorio, di cui racconta in forma cronachistica motivazioni e convinzioni, esperienze, obiettivi e visione. Gli autori ritengono riduttivo accusare tali reti di cittadinanza di sindrome di Nimby e mostrano, invece, come risulti sempre più esplicita la loro capacità di elaborare e promuovere una visione organica di governo comunitario del territorio e del paesaggio, che metta al centro la partecipazione intesa come via per superare i limiti e le inefficienze della democrazia della delega. In quest’ottica di proposta si colloca la legge regionale di iniziativa popolare sul governo ecosostenibile e partecipato del territorio elaborata e promossa dal Forum per la Terra e il Paesaggio delle Marche cui aderiscono quasi cento comitati ed associazioni e di cui si illustrano i punti qualificanti

  1. Cacciari P. (2010) (a cura di) La società dei beni comuni, Roma.
  2. Calafati A., Mazzoni F. (2008) Città in nuce nelle Marche: coalescenza territoriale e sviluppo economico, Milano.
  3. Carpentieri P. (2007) Regime dei vincoli e Convenzione europea, in G. F. Cartei (2007) Convenzione europea del paesaggio e governo del territorio, Bologna.
  4. Gestore Servizi Energetici (2014) Rapporto statistico 2013. Solare Fotovoltaico, Roma.
  5. Gobbi O. (2012) Comitati Marche contro il consumo di suolo, in A. Pizzo e P. Sullo (2012) No Tav d’Italia. Facce e ragioni dei cittadini che difendono il territorio, Napoli.
  6. Maddalena P. (2014) Il territorio bene comune degli italiani, Roma.
  7. Magnaghi A. (2011) Il progetto di luogo, Torino.
  8. Regione Marche, Servizio Territorio Ambiente Energia, Consumo di suolo nelle Marche 2010, in www.ambientemarche.it.
  9. Regione Marche, Servizio Ambiente e paesaggio (2008) Atlante 1. Ambiente e consumo di suolo nelle aree urbane funzionali delle Marche, Falconara. Anche in www.ambiente.marche.it.
  10. Settis S. (2010) Paesaggio, Costituzione e cemento, Torino.

Olimpia Gobbi, Riccardo Picciafuoco, La cittadinanza attiva nelle marche tra conflitti e proposte in "PRISMA Economia - Società - Lavoro" 3/2014, pp 136-147, DOI: 10.3280/PRI2014-003011