CHIUSURA ESTIVA! Gli ordini inseriti fino al 30 luglio verranno regolarmente spediti. Quelli fatti successivamente verranno evasi a partire dal 26 agosto.

Geografia economica - Vol

Paul Knox, John Agnew

Geografia economica - Vol

II: Regioni, settori e trasformazioni nell'economia mondiale

Printed Edition

31.50

Pages: 256

ISBN: 9788820494001

Edition: 1a ristampa 2005, 3a edizione 2002

Publisher code: 600.59.2

Availability: Buona

Attingendo ad una bibliografia sterminata, Knox e Agnew hanno scritto il trattato di geografia economica più esauriente e informata attualmente disponibile in campo internazionale.

L'opera si rivolge ad un'ampia gamma di lettori: studiosi e studenti di Geografia economica e politica e di Storia economica, giornalisti, politici e chiunque desideri avere un quadro del mondo economico-politico aggiornato agli anni '90. È divisa in due volumi che si integrano e spiegano a vicenda, ma sono tuttavia concepiti per essere letti indipendentemente l'uno dall'altro.

Nella prima parte di questo volume si tracciano le grandi linee dei rapporti fra organizzazione economica e trasformazione dello spazio geografico, e si descrivono le principali caratteristiche dei paesaggi economici del mondo contemporaneo. Dopo un esame critico dei concetti di distanza e di movimento, che sono al centro della teoria della localizzazione, si discutono i principali approcci all'evoluzione economica (i modelli neoclassici, quelli strutturalistici e i più recenti modelli dinamici) per concludere con un quadro sintetico dell'economia mondiale.

Nella seconda parte si esplorano i nuovi ruoli dello Stato all'interno dell'economia mondiale e le conseguenze geografiche dell'integrazione politica ed economica transnazionale, per poi rendere conto dell'altra faccia della medaglia, cioè delle spinte al decentramento provocate da tali tendenze: il regionalismo e la politica regionale, il nazionalismo e il separatismo, la democrazia economica.

Paul Knox è ordinario di Urbanistica presso il College of Architecture and Urban Studies al Virginia Polytechnic Institute and State University. John Agnew è ordinario di Geografia alla Syracuse University e direttore del Social Science Program della Maxwell Graduate School della stessa Università. Per i nostri tipi ha pubblicato Gli Stati Uniti nell'economia mondiale (1989).

Parte I - La formazione delle economie del "centro"
1. Le basi pre-industriali e i processi fondamentali dell'organizzazione economica
1. Gli inizi
1.1. Le "culle" della civiltà
1.2. I1 quadro della prima urbanizzazione
1.3. I1 consolidamento rurale
2. Sommario: le condizioni iniziali dell'organizzazione economica
3. La nascita del "sistema mondiale" europeo
3.1. Perché l'Europa?
3.2. La crisi del feudalesimo in Europa
3.3. La rinascita del commercio e l'espansione delle città sotto il capitalismo mercantile
3.4. I1 consolidamento e l'espansione
4. Un baricentro del potere economico in continuo spostamento
5. Sommario: le caratteristiche dominanti dello spazio economico emergente
2. L'evoluzione delle regioni del centro industriale
1. Rivoluzione industriale, capitalismo industriale e cambia mento geografico
1.1. Regimi di accumulazione e modi di regolamentazione
2. La macchinofattura e la diffusione dell'industrializzazione in Europa
2.1. La prima ondata dell'industrializzazione: la Gran Bretagna
2.2. La seconda ondata: un nuovo sistema tecnologico e nuovi regimi di accumulazione
2.3. La terza ondata: l'Europa intermedia
2.4. L'Europa periferica
2.5. Rovina e depressione
2.6. La seconda guerra mondiale e la ricostruzione
2.6.1. Centro e periferia nell'Europa occidentale
3. L'industrializzazione nordamericana e l'impronta del fordismo sul territorio
3.1. La crescita del "Manufacturing belt"
3.2. Fordismo, taylorismo e mutamento economico regionale
4. I1 tentativo sovietico di raggiungere il centro
4.1. La riorganizzazione economica rivoluzionaria
4.2. La geografia economica del socialismo di Stato
5. L'industrializzazione giapponese
5.1. Dal feudalesimo al capitalismo industriale
5.2. I progressi del Giappone
6. La nascita del capitalismo "organizzato" e l'instaurazione dell'ordine economico mondiale
6.1. L'evoluzione del ruolo dello Stato
6.2. L'interdipendenza globale
7. Principi di geografia economica: le lezioni dell'era industriale
3. II capitalismo avanzato: la globalizzazione delle economie del centro
1. La transizione al capitalismo avanzato
1.1. La crisi del fordismo e la destabilizzazione delle economie del centro
1.2. L'integrazione aziendale
1.3. Le nuove tecnologie
1.4. L'evoluzione delle tipologie della domanda e dei consumi
2. Le tipologie e i processi della globalizzazione
2.1. Gli effetti della rilocalizzazione sui rapporti centro-periferia del sistema mondiale
2.2. La rilocalizzazione internazionale e le gerarchie localizzative
4. La riorganizzazione geografica delle economie del centro
1. II cambiamento secolare nelle economie del centro
1.1. I1 declino della base industriale
1.2. I1 ridimensionamento dell'economia pubblica
1.3. La crescita del settore dei servizi
1.4. L'evoluzione della struttura professionale
2. La riorganizzazione degli spazi delle economie del centro
2.1. I1 decentramento
2.2. Consolidamento e agglomerazione
2.3. Le industrie ad alta tecnologia: verso nuovi spazi industriali?
2.4. Vino nuovo in botti vecchie: le regioni di produzione flessibile
3. Verso un capitalismo "non organizzato"?
Parte II - La trasformazione geografica della "periferia"
5. Le dinamiche dell'interdipendenza: la trasformazione della periferia
1. Le economie coloniali e la trasformazione dei loro spazi
1.1. L'imposizione delle specializzazioni regionali
2. I meccanismi economici dell'inserimento nell'economia mondiale coloniale
2.1. Commercio estero e investimenti
2.2. Le rotte dei trasporti
2.3. I sistemi insediativi
2.4. Il riallineamento dei traffici e della produzione
3. L'influenza dell'amministrazione coloniale sull'interdipendenza
4. I meccanismi dell'integrazione culturale
5. L'evoluzione del contesto globale dell'interdipendenza
5.1. La voglia di industrializzazione
5.2. I1 ruolo delle aziende transnazionali
5.3. L'evoluzione dei mercati dei prodotti primari
5.4. Le differenze all'interno della periferia
5.5. Gli effetti della guerra fredda
5.6. La globalizzazione del capitale
6. I modelli di sviluppo alternativi
6. Priorità all'agricoltura?
l. L'agricoltura nella periferia
1.1. I1 lavoro femminile
1.2. Le forme di organizzazione del settore agricolo
1.3. I problemi
2. Terra, lavoro e capitale
2.1. L'America Latina
2.2. L'Africa subsahariana
2.3. L'Asia
3. Le riforme agrarie
4. La capitalizzazione dell'agricoltura
4.1. L'agribusiness
5. Scienza e tecnologia nel settore agricolo
7. L'industrializzazione: la via allo sviluppo?
1. Gli stimoli nazionali e globali all'industrializzazione
1.1. Tre miti
1.2. Le ragioni pratiche dell'industrializzazione
2. Gli ostacoli all'industrializzazione della periferia
2.1. Le fluttuazioni cicliche
2.2. I1 protezionismo
2.3. L'accesso alla tecnologia
2.4. Indebitamento e credito
2.5. La capacità di R&S
2.6. Polarizzazione e instabilità
2.7. I1 peso della crescita demografica
3. La geografia dell'industrializzazione nella periferia
3.1. Le traiettorie dell'industrializzazione
3.2. Le zone industriali per l'esportazione
3.3. Gli investimenti delle transnazionali
3.4. Legami regionali ed evoluzione industriale
3.5. Agglomerazione e nascita dei distretti industriali
4. Tre profili di industrializzazione periferica
4.1. I1 Brasile
4.2. Cuba
4.3. La Cina

Contributors:

Serie: Geografia e società

Subjects: Economic and Political Geography

Level: Textbooks

You could also be interested in