Paesaggio, territorio, ambiente

Giovanna Motta

Paesaggio, territorio, ambiente

Storie di uomini e di terre

Edizione a stampa

34,50

Pagine: 496

ISBN: 9788846464040

Edizione: 1a edizione 2004

Codice editore: 1792.51

Disponibilità: Discreta

Il tema si snoda fra ambiti disciplinari diversi che convergono sul Territorio, multiforme nelle sue accezioni e valenze di natura culturale, simbolica, produttiva. Nutrirsi, abitare, produrre, queste le finalità essenziali dell’uomo, il quale sin dalle origini instaura con l’ambiente che lo circonda un immediato rapporto di sfruttamento e di utilizzazione dello spazio ai propri fini, usa l’acqua delle sorgenti, si nutre di caccia e di pesca, cerca un rifugio.

Il territorio diventa rappresentazione simbolica di valori custoditi nella percezione individuale ma anche immagine della cultura di un popolo e della sua storia, paesaggio umano, antropizzato, che l’uomo è riuscito a dominare e a cambiare come accade, per esempio, per l’agricoltura europea che si configura al centro e nell’Occidente atlantico rispettivamente in coltivazioni a campi aperti ( openfield ) e a campi chiusi ( bocage ), per diventare a sud cultura promiscua mediterranea. Terre coltivate, giardini, orti botanici, sono al tempo stesso realtà fisica e paesaggio percepito, che avvicenda “pieno” e “vuoto”, seminativi, prati artificiali, monoculture. Fino al momento attuale, quando diventa nuova espressione e la decorazione formale si fa land art , nuova frontiera dell’architettura del paesaggio che prescinde da ogni obiettivo funzionale per enfatizzare l’azione dell’uomo sull’ambiente.

Il Territorio ci appartiene, fa parte del nostro mondo interiore, è luogo di riferimento, un bene mai dimenticato che alimenta l’essenza della memoria. È terra, è casa, è vita. È l’ io oggi, ma è anche noi ieri, una comunità, un popolo, che si riconosce nel legame che ha con la sua terra. Terrazze e sentieri di pietra, montagne erose dal vento, deserti ghiacciati, raccontano la storia della terra e il cambiamento del rapporto tra uomo e ambiente, fra modernità che avanza e bisogno di conservare la propria identità, dunque sempre di più si pone il problema del controllo del territorio, per una fruizione più corretta che sappia mediare fra fini culturali/sociali delle risorse e conservazione/tutela. Ciò che occorre è riuscire a individuare il giusto equilibrio per mantenere la testimonianza della propria memoria e la capacità di progettare un futuro compatibile con la salvaguardia della Terra. È ciò per cui bisogna credere, è ciò per cui bisogna battersi, affinché il proposito non rimanga utopia.

Giovanna Motta , è professore di Storia economica presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Si è occupata del processo di trasformazione delle società in età moderna dedicando particolare attenzione all’area mediterranea. Ha coordinato ricerche interdisciplinari confluite in volumi pubblicati in questa collana: I Turchi il Mediterraneo l’Europa, 1998; Mercanti e viaggiatori per le vie del mondo , 2000; Regine e sovrane, 2002.

Giovanna Motta , Introduzione

Parte I. Paesaggio e viaggiatori

Venturi Ferriolo, Paesaggi , giardini e la chimera della natura

Mario Alberto Pavone, Descrizione mitologica e raffigurazione del paesaggio nella pittura

Cecilia Campa, L’evocazione del paesaggio nella musica

Pedro García Martín, Malta moderna. Su come cavalieri, pellegrini e viaggiatori multarono il paesaggio

Manuela Pellegrino, Lo spazio geografico russo fra steppa e tundra, Oriente e Occidente

Anna Maria Giraldi, Funzionalità, arte e magia degli orti botanici in Italia fra piante officinali e specie rare

Lucia Rostagno, Il territorio palestinese agli occhi dei viaggiatori italiani dell’800

Annibale Cetrangolo, “Migranti” in Argentina e in Patagonia. Centri urbani e lande deserte

Francesco Dante, Un missionario francese nella Cina e nel Tibet dell’800

Marko Ja?ov, Risaie, altipiani, città kmèr. Missionari e viaggiatori in terra d’Indocina fra ‘800 e ‘900

Renato Risaliti, Il paesaggio russo nell’opera di William Hepworth Dixon “La Russia libera” (1875)

Péter Sárközy, La “beata Ungheria che i Carpazi circondano e l’Alpe”. Montagne, pianure e fiumi nella letteratura ungherese

Parte II. Territorio fisico e storia economica

Johann Herczog, L’“angolo della musica” nelle verdi foreste della Sassonia

Mirella Mafrici , La trasformazione del territorio costiero e le esigenze di difesa nel meridione italiano

Daniel Pommier Vincelli, La frontiera nella storia americana. Da mito e ideologia a luogo reale

Giovanna Motta, Nutrirsi, abitare, produrre. Il destino dei singoli e la crescita della società nell’economia del territorio

Marco Moroni, L’agricoltura mezzadrile e il territorio nell’Italia centrale

Gaetano Sabatini, Lo Stato e il territorio. Aspetti della legislazione post-unitaria sul territorio forestale italiano fra tutela e valorizzazione

Stefano Maggi, Ferrovie e territorio nell’Africa italiana

Roberto Reali, Analisi statistica di un territorio e della sua popolazione: la Riviera romagnola

Antonello Biagini, Politica e territorio nella penisola balcanica

Laura Camastra, Risorse naturali e valore strategico nei territori del Kazachstàn e del Kirghizistan

Francesco Randazzo, La montagna fra risorse tradizionali e nuove prospettive di sviluppo

Antonio Ricci, L’uomo e i ghiacciai. Esplorazioni scientifiche e interessi strategici

Andrea Carteny, Tra fiume, terra e mare. Il delta come simbolo delle “zone umide”

Francesco Anghelone, Il difficile mondo dei deserti

Parte III. Ambiente ed ecologia

Giuseppe Motta , L’ambiente fra storia e diritto. L’Agenzia europea per l’ambiente come nuovo strumento al servizio dell’ecologia

Liliana Faccioli Pintozzi, La tutela dell’acqua e la politica ambientale dell’Unione Europea

Laura Pulejo, La costituzione del Parco delle Isole Incoronate. Questioni ambientali e problemi di sviluppo

ValerioValenti, L’ecosistema australiano e lo sfruttamento del territorio

Thomas P. Di Napoli, Christopher C. Pulling, Il territorio nella politica degli Stati Uniti. Il Protocollo di Kyoto e le prospettive ambientali

Mara Angeloni, La politica ambientale in Italia e il contesto internazionale

Eugenia De Luca d’Alessandro, L’inquinamento ambientale e i danni per la salute.

Contributi: Mara Angeloni, Francesco Anghelone, Antonello Biagini, Laura Camastra, Cecilia Campa, Annibale Cetrangolo, Francesco Dante, Eugenia De Luca d'Alessandro, Thomas P. Di Napoli, Liliana Faccioli Pintozzi, Pedro Garcìa Martìn, Anna Maria Giraldi, Johann Herczog, Marko Jacov, Mirella Mafrici, Stefano Maggi, Marco Moroni, Giuseppe Motta, Mario Alberto Pavone, Manuela Pellegrino, Daniel Pommier Vincelli, Laura Pulejo, Christopher C. Pulling, Francesco Randazzo, Roberto Reali, Antonio Ricci, Renato Risaliti, Lucia Rostagno, Gaetano Sabatini, Péter Sàrkozy, Valerio Valenti, Massimo Venturi Ferriolo

Collana: Temi di storia

Argomenti: Storia sociale e demografica - Storia urbana e del territorio

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche