Ospedali & Salute. Quindicesimo Rapporto Annuale 2017
Autori e curatori
Contributi
Gabriele Pelissero
Argomenti
Livello
Dati
pp. 448,      1a edizione  2018   (Codice editore 10035.3)

Tipologia: E-book
Possibilità di stampa:  Si
Possibilità di copia:  Si
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Informazioni sulle pubblicazioni ad Accesso Aperto
Codice ISBN: 9788891765376

In breve
Il Rapporto Ospedali & Salute/2017 ha analizzato innanzitutto utenti e care-giver, impegnati ad affrontare una somma di debolezze crescenti nel tempo, che fanno capo alle prestazioni pubbliche e a mettere in atto delle strategie di reazione conseguenti. In parallelo, sono stati analizzati i bilanci delle Aziende Ospedaliere, individuandone alcune “anomalie” che possono nascondere forme improprie di ripianamento di bilancio.
Presentazione del volume

Anche quest'anno il Rapporto Ospedali & Salute/2017 dà conto dell'andamento del sistema ospedaliero del nostro Paese, che si presenta come una realtà più che consistente: 1.100 istituti di cura, 200.000 posti letto, 8,9 milioni di ricoveri, più di 630.000 addetti e una spesa complessiva di 62,3 miliardi di euro, pari al 55,3% della spesa sanitaria pubblica totale.
Si è dunque in presenza di una "macchina" complessa, da un lato e di un mondo altrettanto complesso di utenti che ricevono le varie prestazioni, dall'altro. Per queste ragioni il Rapporto prende in considerazione entrambe le componenti.
Quest'anno si sono analizzati innanzitutto utenti e care-giver, impegnati ad affrontare una somma di debolezze crescenti nel tempo, che fanno capo alle prestazioni pubbliche e a mettere in atto delle strategie di reazione conseguenti. Esse sono costituite dalla ricerca di alternative nel privato accreditato (e non), dal ricorso ad ospedali fuori Regione, dall'uso improprio del Pronto Soccorso in funzione del ricovero e dalla spesa out-of-pocket da parte delle famiglie. Di quest'ultima in particolare sono state individuate le singole tipologie che la costituiscono (siano esse di tipo sanitario o assistenziale) e le ragioni che spingono le famiglie stesse ad investire delle risorse proprie. Mentre, in parallelo, sono stati analizzati i bilanci delle Aziende Ospedaliere, individuandone alcune "anomalie" che possono nascondere forme improprie di ripianamento di bilancio: il che non va certo nella direzione di una rendicontazione trasparente e confrontabile - come peraltro prevederebbe la normativa vigente - che aiuti a gestire meglio le (misurate) risorse pubbliche in funzione di un migliore servizio rivolto agli utenti.
Il Paese ha bisogno di difendere in concreto il principio universalistico e solidale su cui si basa il Sistema Sanitario Nazionale, ma proprio per questo è assolutamente necessario valorizzare nella maniera più opportuna le risorse economiche di cui si dispone per mettere in equilibrio, nel miglior modo possibile, le esigenze dei pazienti, da un lato e l'efficienza/efficacia delle strutture e delle prestazioni, dall'altro.

Ermeneia - Studi & Strategie di Sistema è una società specializzata che si occupa di analisi e di consulenza per le associazioni di rappresentanza degli interessi e per i soggetti pubblici e privati, ivi compresi quelli del settore dei servizi destinati alla salute, che sono impegnati a ridisegnare la loro presenza e il loro modo di operare nell'ambito dello sviluppo del Paese.

AIOP - Associazione Italiana Ospedalità Privata è un'associazione di categoria che rappresenta gli ospedali e le case di cura private, accreditate e non, presenti in tutte le Regioni italiane, le quali occupano quasi 70 mila addetti e con l'11% degli operatori dell'intero sistema si prendono cura del 15% dei pazienti.

Indice
Gabriele Pelissero, Il futuro della sanità in Italia
Introduzione
Parte I. Il consolidarsi di una strategia di reazione degli utenti di fronte all'indebolimento dell'offerta
La tenuta di fondo, malgrado tutto, di un sistema da preservare
(La forza intrinseca, pur con risorse misurate; La conferma della qualità media, letta attraverso gli indicatori di prestazione; La conferma della qualità media, percepita da utenti e cittadini; Il sottofinanziamento permanente della spesa sanitaria)
La crescita e l'articolazione della spesa out-of-pocket delle famiglie
(Una rincorsa compensativa rispetto al logoramento dell'offerta pubblica dei servizi sanitari; La composizione e le motivazioni della spesa out-of-pocket nelle dichiarazioni dei care-giver)
La ricerca (crescente) di alternative a fronte delle debolezze del sistema pubblico
(Il logoramento percepito; Il consolidarsi di un quadro di strategie di reazione; La parallela esigenza di una buona strategia pubblica di prevenzione)
La difficoltà di pervenire ad una rendicontazione utile per la riorganizzazione del sistema
(Le possibili "anomalie" che segnalano il rischio di ripianamenti impliciti di bilancio; Trasparenza e certificabilità dei bilanci ancora troppo a rilento)
Parte II. L'andamento delle opinioni di utenti e cittadini nell'analisi congiunturale 2017
Un accesso ai ricoveri maggiormente selettivo e attento rispetto alle prestazioni ricevute
(Più analisi e accertamenti e meno ricoveri; Un livello di soddisfazione sempre consistente, ma con un aumento dei giudizi di tipo mediano; Una propensione prevalente (anche se critica) ad utilizzare la stessa struttura ospedaliera cui ci si è rivolti l'ultima volta)
Una maggiore ricerca di alternative di ricovero, ma con un giudizio sempre positivo sul sistema ospedaliero misto pubblico/privato da parte dei cittadini
(Un recupero di conoscenza delle possibilità di scelta pubblico/privato e Regione/fuori Regione; Una propensione più pronunciata a sperimentare strutture ospedaliere extra Regione e/o fuori dell'Italia da parte di chi già ha avuto accesso a strutture private accreditate o a cliniche private; Una spinta evidente verso la progressiva "territorializzazione" dell'ospedale; Un livello di miglioramento della soddisfazione, specie per le strutture private accreditate; Un giudizio ormai consolidato sul sistema misto pubblico/privato accreditato)
Il set annuale di indicatori sull'accesso alle strutture ospedaliere
(L'indicatore di crescita di un sistema misto; L'indicatore del livello di soddisfazione dei servizi; L'indicatore della propensione a scegliere da parte dei cittadini)
Parte III. I comportamenti e le reazioni dei care-giver rispetto alle debolezze del sistema sanitario
Il ricorso all'out-of-pocket da parte delle famiglie
(Le dimensioni quantitative del fenomeno attraverso i dati aggregati nazionali; Il dettaglio delle spese dichiarato dai care-giver e il confronto con i valori nazionali; Le ragioni del ricorso all'out-of-pocket)
La persistenza dei rimandi e/o delle rinunce alle cure
(L'accumulo del fenomeno negli ultimi tre anni; Le ragioni (accentuate) dei rimandi e/o delle rinunce alle cure; Il livello decrescente di soddisfazione rispetto ai servizi sanitari e socioassistenziali della Regione di residenza)
Il peggioramento dei "sistemi di giunzione"
(Una maggiore difficoltà al momento dell'accesso alle strutture ospedaliere; L'esigenza insoddisfatta di "sentirsi al centro" come paziente; Il passaggio sempre più delicato delle dimissioni e del post-ricovero; Le modalità adottate per superare le eventuali difficoltà)
La ricerca in crescita di possibili soluzioni alternative da parte dei pazienti e delle loro famiglie
(Il ricorso alle strutture private accreditate in alternativa a quelle pubbliche; La propensione a rivolgersi in ospedali situati in altre Regioni italiane)
Parte IV. Gli indicatori statistici
I dati di struttura
(La presenza di istituti pubblici e di istituti privati accreditati; La distribuzione dei posti letto; La dotazione di apparecchiature)
I dati di attività
(Le giornate di degenza e il tasso di utilizzo; Le tipologie dei ricoveri e dei dimessi; I DRG più diffusi; Le attività classificate a seconda delle maggiori categorie diagnostiche; Le attività classificate per disciplina; La mobilità sanitaria)
Le informazioni sul personale
(L'andamento degli addetti nel tempo; La situazione degli addetti per territorio)
I dati di spesa
(L'andamento dei flussi nel tempo; La spesa sanitaria a confronto)
Allegati
(La metodologia utilizzata; L'indice delle tabelle strutturali; Le tabelle di dettaglio dell'indagine sulla popolazione; Le tabelle di dettaglio dell'indagine sui care-giver).