Per una scienza sociale eclettica. Riflessioni aforistiche e algoritmiche
Autori e curatori
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 126,      1a edizione  2019   (Codice editore 1042.91)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16.50
Disponibilità: Limitata




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891781000
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 11.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891786777
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Difficilmente e raramente un saggio teorico, per quanto innovativo e proiettato verso il futuro come il presente, vive di per se stesso, alimentandosi da solo. Esso si avvale, spesso senza neppure saperlo, di accessi culturali pregressi e di riflessioni maturate nel tempo, in una costante apertura all’altro che è tipica dell’ecletticità.
Presentazione del volume

L'ecletticità non si può presentare sulla scena della vita scientifica con un solo vestito, per quanto questo possa essere elegante, classico (?) e coprente. Essa, infatti, risulta essere o interna a una determinata disciplina o posta a cavallo tra più discipline. Può porsi a monte dell'agire dello studioso o collocarsi a valle della sua produzione teorica o empirica. Ancora, l'ecletticità può rimandare a contenuti specifici o muoversi sul piano strettamente metodologico. Inoltre, essa non pone a se stessa dei confini definiti, in quanto vive di somme e sottrazioni che risultano essere, per forza di cose, mutevoli o cangianti nel tempo e nello spazio. Insomma, l'ecletticità vive della sua costante apertura all'altro e, per questo, essa si innova continuamente, inseguendosi e assumendo varie denominazioni o attaccandosi diverse etichette che al fondo la conformano come l'ecletticità di tante ecletticità. Difficilmente e raramente un saggio teorico, per quanto innovativo e proiettato verso il futuro come questo che qui presentiamo, vive di per se stesso, alimentandosi da solo. Esso si avvale, spesso senza neppure saperlo, di accessi culturali pregressi e di riflessioni maturate nel tempo. Gli schemi proposti al suo interno contengono o tentano di comprendere, in ogni caso, qualche principio aforistico o qualche procedura di taglio algoritmico. Oggi, gli algoritmi, attraverso la rete online, hanno invaso la nostra esistenza e non potevano non entrare spontaneamente in questa nostra sequenza di schemi. La loro propensione è quella inconscia, ma pressante, di indirizzare le nostre scelte e, quasi, di ricondurci alle loro dipendenze.

Costantino Cipolla è autore di oltre 500 pubblicazioni di carattere scientifico e di più di 150 volumi. Tra questi ci limitiamo a segnalare l'opera in 5 volumi Epistemologia della tolleranza (1997), Perché non possiamo non essere eclettici. Il sapere sociale nella web society (2013), Oltre il "peccato originale" della selezione naturale. Alcune proposte teoriche nella società digitale (2014), Dalla relazione alla connessione nella web society (2015) e Heidegger. Un'interpretazione sociologica (2018). Per ulteriori informazioni vedi il sito www.costantinocipolla.it

Indice
Introduzione
I tanti (troppi) sinonimi di "Ecletticità": ricchezza o povertà?
Essere eclettici: significa e cosa comporta?
Ecletticità e non Eclettismo
Una formazione culturale e delle attività lavorative sempre più eclettica? Perché?
Una teoria dell'ecletticità sociologica per concetti (idee) astratti e fondativi
L'ecletticità nella vita quotidiana
Categorie sociologiche classiche con accenni di re-visione eclettica
Ecletticità e sue implicazioni filosofiche
Ecletticità e integrazione (metodologica)
Ecletticità e storia
Ecletticità e geografia
Ecletticità ed economia
Ecletticità ed emotività
Ecletticità e ideologia (politica)
Quale sociologia?
Notizie dei curatori editoriali.