Slow Brand. Vincere imparando a correre più lentamente
Autori e curatori
Contributi
Sergio Tonfi
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 212,      2a edizione, nuova edizione  2017   (Codice editore 270.2)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il libro che ha definito un trend! A quattro anni dalla prima edizione di questo fortunato testo, Patrizia Musso aggiorna l’analisi di un fenomeno che non diminuisce, anzi avanza! Un prezioso strumento di studio e lavoro per tutti coloro che si occupano di comunicazione, pubblicità e marketing.
Utili Link
Varese Focus Andamento lento (di Silvia Giovannini)… Vedi...
Crisiesviluppo.manageritalia.it Vincere correndo lentamente (di Marco Lucarelli)… Vedi...
Dirigente L'uso strategico del tempo… Vedi...
Presentazione del volume


A quattro anni dalla prima edizione di questo fortunato testo, Patrizia Musso aggiorna l'analisi di un fenomeno del mondo del branding che non sembra diminuire ma anzi, persiste e avanza.
Sempre più numerose sono infatti le proposte "slow": alcuni brand rallentano e allungano i tempi di contatto con i propri consumatori sia nell'advertising tradizionale e digitale, sia nel retail; cercano di coniugare successo e sostenibilità agganciandosi a valori forti e contenuti densi e dando risalto a concetti per far riflettere i consumatori; compiono infine scelte innovative coinvolgendo veri consumatori o addirittura propri dipendenti al posto di testimonial. E, allora, come si diventa uno slow brand oggi?
Rileggendo in chiave slow tutti gli strumenti della comunicazione d'impresa e raccogliendoli in quattro grandi aree tematiche - le slow advertising; gli slow places; le slow factory; e il paradossale slow web - il testo enuclea gli elementi portanti di questa efficace trasformazione, arricchendosi di nuovi casi aziendali e proponendo nuove istanze capaci di fornire indicazioni utili a guidare le imprese contemporanee.
Emerge un testo che sarà un costruttivo modello di auto-analisi per le marche e un utile strumento di studio e lavoro per tutti coloro che si occupano di comunicazione, pubblicità e marketing.

Patrizia Musso, tra i maggiori esperti e studiosi italiani di external e internal branding, ha ideato e dirige dal 2001 Brandforum.it, osservatorio culturale sul branding. Dai primi anni Novanta è docente a contratto presso l'Università Cattolica di Milano, dove insegna "Storia e Linguaggi della pubblicità" e "Forme e Strategie della comunicazione digitale" e dal 2015 tiene il primo laboratorio italiano di "Marketing aziendale e Internal Branding". Consulente strategico per diverse aziende e senior trainer, ha al suo attivo numerosi articoli sui temi della comunicazione di marca e d'impresa; per FrancoAngeli è autrice di I nuovi territori della marca (2005), Internal Branding (2007) e Brand Reloading (2011).

Indice
Sergio Tonfi, Prefazione
Introduzione
Slow Advertising
(Una nuova era: la comunicazione pubblicitaria slow; Slow Spot in Italia: dal fattore "tempo" ai "contenuti"; Slow Spot nello scenario internazionale; Slow Adv: il potere dei contenuti verso la CSR 2.0)
Slow Spaces
(L'avanzata di un approccio "cross channel" per il mondo del retailing; Slow Retailing nel Food; Slow Retailing nel lusso; Slow Places come opportunità di engagement in diversi settori merceologici)
Slow Factory
(Essere una slow factory; L'avanzata dell'Internal Societing; Strategie di nuova generazione; L'avanzata delle "Content Factory": da Coca-Cola a Nissan, da Red Bull a Eni; Slow factory in un'area di frontiera: il B2B)
Slow Web
(Essere slow ai tempi del Web; Cortometraggi digitali brandizzati; L'avanzata del Brand Journalism e della Native Adv)
Conclusioni
Riferimenti bibliografici.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo


Segnalazioni

Pubblicità