Il ruolo della cultura nel governo del territorio

Contributi
Alba Angelucci, Gennaro Avallone, Eduardo Barberis, Ilaria Beretta, Monica Bernardi, Sergio Bisciglia, Luca Bottini, Massimo Bray, Simone Caiello, Letizia Carrera, Gilda Catalano, Ester Cois, Matteo Colleoni, Carlo Colloca, Gisella Congia, Fabio Corbisiero, Igor Costarelli, Silvia Crivello, Luca Daconto, Miariafrancesca D'Agostino, Paola de Salvo, Luigi Delle Cave, Romina Deriu, Marianna d'Ovidio, Fabio M. Esposito, Maria Luisa Fagiani, Fiammetta Fanizza, Licia Lipari, Elisa Lombardo, Gabriele Manella, Claudio Marciano, Giovanna Marconi, Ilaria Marotta, Alfredo Mela, Marxiano Melotti, Dario Minervini, Vincenzo Mini, Bertram Niessen, Giampaolo Nuvolati, Valentina Pantaleo, Marco Pizzi, Antonello Podda, Daniele Pulino, Ivano Scotti, Sara Spanu, Alessandra Terenzi, Camillo Tidore, Anna Maria Zaccaria, Pier Paolo Zampieri, Sara Zizzari
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,      1a edizione  2020   (Codice editore 1561.107)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Il ruolo della cultura nel governo del territorio
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Il volume si interroga se il patrimonio di conoscenze in Italia abbia costituito un elemento di guida nell’azione politica di governo del territorio, partendo dall’ovvia considerazione che dietro ogni azione di intervento ci sia sempre un substrato culturale che sostiene l’azione stessa. Nella fase di stesura, l’Italia e il resto del mondo si sono improvvisamente trovati di fronte all’emergenza sanitaria per la diffusione del ceppo virale Sars CoV-2. Questo fatto eccezionale ha necessariamente modificato l’ordine delle riflessioni essendo cambiate le complessive condizioni sociali e di vita individuale, di cui si dà conto in particolare nei saggi introduttivi.

Presentazione del volume

Il volume pone al centro del percorso riflessivo il quesito se il patrimonio di conoscenze in Italia abbia costituito un elemento di guida nell'azione politica di governo del territorio, partendo dall'ovvia considerazione che dietro ogni azione di intervento ci sia sempre un substrato culturale che sostiene l'azione stessa. Nella fase di stesura, l'Italia e il resto del mondo si sono improvvisamente trovati di fronte all'emergenza sanitaria per la diffusione del ceppo virale Sars CoV-2. Questo fatto eccezionale ha necessariamente modificato l'ordine delle riflessioni essendo cambiate le complessive condizioni sociali e di vita individuale, di cui si dà conto in particolare nei saggi introduttivi.
Il libro è articolato in tre parti distinte, tra loro strettamente interconnesse. I contributi della prima offrono una lettura del rapporto cultura/territorio, non solo dal punto di vista sociologico. La seconda parte affronta le diverse potenzialità del nesso cultura/territorio utilizzando alcune parole/chiave: fenomeni di inclusione/esclusione, processi di ri-urbanizzazione, spazi di quotidianità, politiche pubbliche e partecipazione, multietnicità e accoglienza. La terza parte raccoglie 29 brevi schede sullo stato dell'arte della ricerca dei sociologi del territorio. La numerosità dei contributi consente di avere una significativa mappa delle indagini sociologiche in corso o concluse recentemente e rappresenta uno strumento utile a quanti detengono un ruolo di governo ai diversi livelli.

Antonietta Mazzette è ordinario di Sociologia urbana dell'Università di Sassari, coordinatrice nazionale AIS-Territorio 2016/2019, responsabile scientifica dell'OSCRIM. Tra i suoi lavori: Pratiche sociali di città pubblica (Laterza 2013); Il diritto alla città cinquant'anni dopo (SUR, 115, 2018); Dualismo in Sardegna (a cura di, FrancoAngeli 2019). Con S. Spanu ha curato Sassari. Tra declino e un futuro possibile (Rubbettino 2020).

Silvia Mugnano è associato di Sociologia urbana dell'Università di Milano Bicocca, segretaria nazionale AIS-Territorio 2016/2019, direttrice dell'Unità di ricerca italiana del progetto di ricerca europeo ACRE - Accommodating Creative Knowledge - Competitiveness of European Metropolitan Regions within the Enlarged Union (2006-2010). Tra i suoi lavori: Progetta, Esponi e Visita: Mega Eventi e Grandi Città (SUR, 96, 2011); Milano Città poliedrica tra innovazione e sostenibilità (a cura di, Rubbettino 2019).

Indice

Parte I. Approcci sociologici, ma non solo
Antonietta Mazzette, Conoscere per governare il territorio. Un'introduzione
Silvia Mugnano, Le città creative e i quartieri culturali: rischi e opportunità
Massimo Bray, Il territorio come sistema culturale tra identità e partecipazione. Lectio magistralis
Parte II. I territori delle buone pratiche
Fiammetta Fanizza, Gabriele Manella, Tra inclusione ed esclusione: il ruolo della cultura
Alfredo Mela, Matteo Colleoni, Cultura e processi di riurbanizzazione
Letizia Carrera, Giampaolo Nuvolati, Culture, individualità e spazi della vita quotidiana
Paola de Salvo, Camillo Tidore, Cultura e partecipazione
Gennaro Avallone, Carlo Colloca, Cultura e multietnicità
Parte III. Alcune linee di ricerca
Cultura e rigenerazione urbana
Luca Bottini, Il rinascimento milanese post-Expo
Fabio Corbisiero, Anna Maria Zaccaria, Rione Sanità: un'altra Napoli
Fabio Corbisiero, Fabio M. Esposito, Polo "Napoli Est": infrastruttura sociale?
Silvia Crivello, Posizionare Torino sulla mappa globale
Luca Daconto, Riurbanizzazione e polarizzazione a Milano
Luigi delle Cave e Ilaria Marotta, Quality of life nel centro antico di Napoli
Maria Luisa Fagiani, Esplorazioni urbane: alla scoperta di cronotopi non rigenerati
Cultura e aree marginali
Sergio Bisciglia, Piccole città e grandi eventi culturali
Gilda Catalano, Mariafrancesca D'Agostino, Dentro le stesse mura, i vicini e i lontani
Ester Cois, Gisella Congia, Pratiche diseguali di accessibilità degli spazi
Ester Cois, Antonello Podda, Impàri (Insieme). Associazionismo e cooperazione per lo sviluppo locale
Paola de Salvo, Marco Pizzi, Postignano: memoria e riqualificazione territoriale
Claudio Marciano, La Valle d'Aosta tra economia circolare e urbanizzazione della montagna
Marxiano Melotti, Dinamiche urbane e identità culturale a Ostia
Alessandra Terenzi, Oltre il Ponte: identità culturale in Val Polcevera
Contenitori culturali e territorio
Monica Bernardi, Capitali "inagiti" e beni comuni urbani
Carlo Colloca, Licia Lipari, Elisa Lombardo, Valentina Pantaleo, Progettare un Museo tra memorie ed emozioni
Romina Deriu, Daniele Pulino, Proposte culturali, inclusione e governabilità
Marianna d'Ovidio, Bertram Niessen, I nuovi centri culturali in Italia
Sara Spanu, Nuove tecnologie e musei
Pier Paolo Zampieri, Architetture, Arte e paesaggio
Le culture della sostenibilità
Ilaria Beretta, Il progetto CLIC PLAN
Simone Caiello, Culture della sostenibilità nella mobilità quotidiana
Dario Minervini e Ivano Scotti, La cultura locale tra supporto e contrasto all'eolico
Vincenzo Mini, Cultura, Territorio: comunicazione per lo sviluppo sostenibile
Sara Zizzari, Territori e culture alimentari
Le culture della partecipazione attiva
Alba Angelucci, Spazio della rappresentazione, partecipazione e marginalizzazione
Eduardo Barberis, Giovanna Marconi, Immigrazione e politiche nelle piccole città europee
Igor Costarelli, La cultura dell'abitare sociale.