Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Educazione e Natura

Maja Antonietti, Fabrizio Bertolino, Monica Guerra, Michela Schenetti

Educazione e Natura

Fondamenti, prospettive, possibilità

Il volume approfondisce questioni in merito all’ampio campo dell’educazione all’aperto, in una lettura corale che sviluppa la riflessione da ambiti disciplinari diversi: antropologico, architettonico, biologico, geografico, naturalistico, pedagogico e didattico, psicologico, etico.

Pagine: 224

ISBN: 9788835134695

Edizione:1a edizione 2022

Codice editore: 10449.3

Informazioni sugli open access

Il volume, a partire dal binomio educazione/natura, approfondisce questioni in merito all'ampio campo dell'educazione all'aperto, in una lettura corale che intende restituire l'eterogeneità di approcci, scelte, sfumature possibili. Il testo, infatti, sviluppa la riflessione in diverse direzioni attraverso sguardi che provengono da ambiti disciplinari diversi (antropologico, architettonico, biologico, geografico, naturalistico, pedagogico e didattico, psicologico, etico...), ma unitamente tesi verso il superamento di visioni riduzioniste che rischiano di impoverire il dibattito sul tema e di non garantire possibilità di impatto e di cambiamento. Quel che ne emerge è una poliedricità, legittima e credibile, che, anziché sintetizzare e ridurre, apre a ulteriori piste di ricerca un discorso pubblico non più rimandabile.

Esito del lavoro di approfondimento maturato nell'ambito del corso di perfezionamento interuniversitario "Educazione e Natura" - realizzato congiuntamente dai Dipartimenti di Scienze Umane per la Formazione "Riccardo Massa" dell'Università di Milano Bicocca, di Scienze Umane e Sociali dell'Università della Valle d'Aosta, di Scienze dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin" dell'Università di Bologna e di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell'Università di Parma (e prima dal Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell'Università di Modena e Reggio Emilia) - contiene i contributi di: Francesca Agostini, Francesca Antonacci, Maja Antonietti, Antonella Bachiorri, Giuseppe Barbiero, Fabrizio Bertolino, Cristina Birbes, Bettina Bolten, Mirella D'Ascenzo, Roberto Farné, Monica Guerra, Elena Mignosi, Luigina Mortari, Anna Perazzone, Andrea Pintus, Valentina Porcellana, Michela Schenetti, Enrico Squarcina, Mauro Van Aken, Beate Weyland.

Avvio, più che introduzione
Luigina Mortari, Sentire e pensare la natura. Alla ricerca di una nuova cultura ecologica
Monica Guerra, Affordances ed educazione all'aperto: prospettive per approcci ecologici
Cristina Birbes,
Il "potere trasformante" dell'educazione per lo sviluppo sostenibile
Mauro Van Aken,
Quanti soggetti, quante relazioni! Cambiare gioco nell'Antropocene
Francesca Antonacci,
Immaginare l'educazione in natura: mimesi e iniziazione
Enrico Squarcina,
Luoghi, luoghi naturali, spazi del cuore
Francesca Agostini, Le dimensioni della salute e i benefici delle attività outdoor in natura
Michela Schenetti,
Il professionista in natura tra sguardi trasversali e prospettive inedite
Maja Antonietti,
Riflessioni metodologiche sull'educare in natura
Mirella D'Ascenzo, La dimensione storica delle scuole all'aperto, tra classici e nuove pratiche didattiche
Roberto Farné,
Educare, rischiare, disobbedire forse
Andrea Pintus, Attorno a casa e fuori scuola, un mondo da scoprire per diventare cittadini
Bettina Bolten, Giuseppe Barbiero, Gli ambienti di apprendimento biophilic design
Beate Weyland, La scuola domestica. Piante e sensi, diritti e competenze per il mondo che verrà
Elena Mignosi,
Interconnessioni tra esseri umani e animali in una prospettiva eco-sistemica ed educativa
Anna Perazzone, La costruzione della conoscenza scientifica e le sue fratture
Antonella Bachiorri,
Dalla natura alla sostenibilità: una prospettiva educativa
Valentina Porcellana,
Applicata, pubblica e trasformativa. L'antropologia fuori dalle aule universitarie
Fabrizio Bertolino,
Bambini e natura: scenari critici, nuovi bisogni e segnali di cambiamento
Gli autori e le autrici.

Potrebbero interessarti anche