Risultati ricerca

La ricerca ha estratto dal catalogo 25 titoli

Paolo Favilli

A proposito de Il capitale

Il lungo presente e i miei studenti. Corso di storia contemporanea

Questo non è un libro sull’opus magnum di Marx, ma a proposito di quell’opus, cioè un lavoro che si pone in una sfera analitica diversa da quella marxologica, e rientra, invece, compiutamente, nella sfera dell’analisi storica. Un lavoro che prova a delineare un itinerario conoscitivo dentro il complesso di relazioni tra l’Opera e i processi storici reali dell’età contemporanea tramite continui rimandi fra presente e passato.

cod. 2000.1554

Angelo D'Orsi, Francesca Chiarotto

Un maestro per la storia

Scritti di e su Gian Mario Bravo (2010-2020)

Nato in seno alla comunità di «Historia Magistra», questo volume vuole esprimere la gratitudine per il contributo che Gian Mario Bravo – mancato il 29 aprile 2020 – ha dato alla Rivista, fin dalla sua fondazione, nel 2009: i suoi testi qui raccolti lo testimoniano, anche se soltanto in parte. Membro del Consiglio di Direzione della Rivista, Bravo è stato un esempio di rigore, di correttezza e di umanità, e la sua presenza è stata un lievito fecondo per questa testata che si ispira alla “storia critica”.

cod. 1792.275

Una proposta non usuale tra le molte storie del marxismo. La storia del marxismo, infatti, si concretizza qui nel sistema di relazioni tra le sue forme, che si presentano, a loro volta, come incroci risultanti da percorsi molteplici.

cod. 2001.131

Paolo Favilli

L’udito fine dello storico. Eric Hobsbawm tra Marx e Gramsci

HISTORIA MAGISTRA

Fascicolo: 11 / 2013

Eric Hobsbawm's long journey through history shows clear signs of a particular inner consistency. Since the beginning of the fifties until his last papers of 2011, Hobsbawm has ridden, as a main character, the long vicissitude of half century of historiography. A very long time, a time in which there were lots of epistemological changes, which seemingly led to deep divisions. In this essay we study the analytical tools Hobsbawm used. We point out the reasons why those tools manage to keep an high value of knowledge, regardless of any historiographical trend.

Paolo Favilli

Il letterato e lo storico.

La letteratura creativa come storia

Le verità della letteratura e della storia non sono in contraddizione, anzi, insieme sono in grado di rendere più illuminato il nostro panorama conoscitivo. Se apparenza fenomenica e realtà coincidessero non ci sarebbe bisogno di scienza. Non ci sarebbe, però, bisogno neppure di letteratura…

cod. 2000.1383

Paolo Favilli

Il riformismo e il suo rovescio

Saggio di politica e storia

Il riformismo di oggi non ha alcun elemento di continuità con il riformismo storico della tradizione socialista. Ne è invece l’esatto rovescio. Non ci troviamo di fronte “alla trasformazione o all’evoluzione di un’identità – processo di per sé naturale e inevitabile, perché le identità sono sempre dinamiche e soggette a sviluppo – ma all’acquisizione in blocco delle identità altrui”.

cod. 1337.17

In questo saggio viene discussa criticamente la tesi secondo cui nuovi criteri di "rilevanza" per la storiografia debbano ripartire da una riflessione sulle costanti "atemporali" che hanno caratterizzato (caratterizzano?) tanta parte del processo storico. Costanti legate alla dimensione escatologica. L’autore ritiene che escatologia, millenarismo, utopia siano state aspetti estremamente importanti nella lunga storia dell’emancipazione umana. Ritiene tuttavia, ed argomenta la sua tesi su vasta base documentaria, che per quanto riguarda quella fase specifica del processo di liberazione umana legata a movimento operaio, socialismo, marxismo, la prospettiva escatologica, pure presente, non sia quella determinante. L’analisi "scientifica" del movimento reale, economico e sociale, analisi basata su una teoria critica molto radicale, rappresenta la solida base di questa esperienza. Questo non eliminava le "mentalità" escatologiche, ma le poneva su un piano ben diverso rispetto a quello analitico.

Paolo Favilli

Riformismo alla prova ieri e oggi.

La "grande riforma" tributaria nell'Italia liberale

Il volume riprende le fila di un discorso, iniziato vent’anni fa con Il labirinto della grande riforma. Socialismo e questione tributaria nell’Italia liberale, nell’ambito di una riflessione sui tempi lunghi del riformismo e della storia d’Italia in generale. Rileggendo un libro di ieri, un libro che studiava le dinamiche di un equilibrio persistente, sono emersi modelli di reazione alla “grande riforma”, modelli di comportamento, persino modelli espressivi che trovano riscontri nel contesto politico e sociale che stiamo vivendo.

cod. 1573.147

Paolo Favilli

Marxismo e storia

Saggio sull'innovazione storiografica in Italia (1945-1970)

cod. 1337.16