Sociologia, cambiamento e politica sociale

Direzione: Pierpaolo Donati

La collana si propone di approfondire e sviluppare tematiche, sia generali che specifiche, concernenti la sociologia come «scienza della società», nei suoi vari aspetti e dimensioni, in particolare per quanto riguarda le sue applicazioni al vasto campo delle politiche sociali. La politica sociale è qui intesa come «momento riflessivo» della sociologia in quanto sapere teorico-pratico.
Sia nelle società cosiddette avanzate o complesse, sia nelle società cosiddette in via di sviluppo o «diverse», gli orientamenti a costruire una «società del benessere a dimensione umana» comportano connessioni sempre più significative fra sociologia e politica sociale, e indicano una tendenza storica che è al centro degli interessi scientifici della collana. Le analisi, sia teoriche sia empiriche, così come i processi di formazione e apprendimento, dipendono ogni giorno di più da relazioni strette fra momento interpretativo della realtà sociale e azione-intervento sociale. Per questo, la collana dà particolare rilievo ad un modo di intendere e praticare la sociologia come sistema di osservazione diagnosi-guida relazionale dei processi sociali.
La collana si concentrerà soprattutto sui processi di mutamento e di innovazione sociale. Nel porre particolare attenzione alle fenomenologie sociali emergenti, essa intende non solo fornire interpretazioni e spiegazioni dei fatti sociali, in una prospettiva che non dimentica la dimensione storica dei problemi, ma anche riflessioni su esperienze e orientamenti di carattere operativo, nella consapevolezza che la sociologia, nonostante tutte le crisi periodiche, viene assumendo una valenza sempre maggiore come sapere fondamentale per orientarsi nel mondo contemporaneo.
La collana prevede per ciascun testo la valutazione preventiva di almeno due referee anonimi.
Per rispondere alle esigenze conoscitive, operative e formative, la collana si articola in cinque sezioni:

1. Opere generali
2. Ricerche
3. Manuali e testi didattici.
4. Studi, saggi e documenti.
5. Social issues

Social issues si propone di presentare al largo pubblico saggi di studiosi di scienze sociali su tematiche di attualità che riguardano i grandi problemi pubblici e sociali, i social issues, appunto. L’intento è quello di offrire dei contributi seri e rigorosi, basati su argomenti teorici e dati empirici, che siano utili per affrontare i nodi sociali che caratterizzano la nostra epoca.
I processi di globalizzazione stanno rapidamente e profondamente modificando tutte le forme e gli assetti sociali, diventa quindi urgente dotarsi di nuovi strumenti concettuali, di nuovi approcci e metodologie, in grado di fornirci conoscenze adeguate e insieme visioni progettuali per affrontare un futuro che appare sempre più incerto e rischioso, ma anche ricco di promesse.
I saggi qui pubblicati sono rivolti non solo a studiosi e intellettuali in genere, ma a tutti coloro che vogliono essere protagonisti attivi del loro futuro.

(leggi tutto)

Collana Peer Reviewed

La ricerca ha estratto dal catalogo 120 titoli

L’autore presenta in questo volume i più significativi cambiamenti che negli ultimi anni hanno riguardato la progettazione sociale e approfondisce le riflessioni contenute in un suo precedente libro, Progettare nel sociale (2003), un testo che ha avuto 2 edizioni e diverse ristampe ed è stato adottato da un numero molto rilevante di università italiane.

cod. 1534.3.10

Giuseppe Monteduro

Sussidiarietà e innovazione sociale

Costruire un welfare societario

Uno dei problemi che coinvolgono oggi le società occidentali è come permettere più differenziazione sociale, assicurando al contempo una maggiore integrazione sociale. I concetti di innovazione sociale e di sussidiarietà rappresentano due chiavi di volta per affrontare e sciogliere il dilemma. Partendo da questa idea condivisa, gli autori approfondiscono l’analisi dei concetti, presentano esempi della loro applicazione a livello locale e offrono suggerimenti per la loro implementazione.

cod. 1534.2.42

Luigi Tronca

Sociologia relazionale e social network analysis

Analisi delle strutture sociali

Il volume si interroga sulla possibilità di utilizzare, in maniera integrata, la metodologia della ricerca proposta dalla sociologia relazionale e la social network analysis, presentando un percorso di riflessione che suggerisce una risposta positiva e che termina con la proposta di una soluzione comune alla questione metodologica.

cod. 1534.1.30

Donatella Bramanti

Le comunità di famiglie.

Cohousing e nuove forme di vita familiare

Il volume propone la prima ricerca a livello nazionale sulle comunità familiari, collocandole, dal punto di vista sociologico, all’interno del processo di morfogenesi familiare in atto nel nostro Paese. Il testo analizza gli aspetti distintivi delle realtà comunitarie, prendendo in esame tematiche quali: la specificità dell’essere famiglia, la relazione di coppia, il legame tra generazioni, la produzione di capitale sociale, il nesso tra comunità di famiglie e buone pratiche per i minori.

cod. 1534.2.28

Paola Di Nicola

Famiglia: sostantivo plurale.

Nuovi orizzonti e vecchi problemi

Questa seconda edizione dell’opera mette in evidenza luci e ombre dei nuovi modi di essere e fare famiglia, della qualità delle relazioni tra i sessi e le generazioni. Il volume riflette pertanto sulle sfide che la famiglia italiana è chiamata ad affrontare agli albori del XXI secolo.

cod. 1534.5.2

Giovanna Rossi, Lucia Boccacin

Capitale sociale e partnership tra pubblico, privato e terzo settore.

Vol. I. Casi di buone pratiche nei servizi alla famiglia

Fronteggiare i bisogni relazionalmente complessi delle famiglie: chi può farlo e come? Il testo orienta la riflessione circa il significato delle “dotazioni relazionali” di cui dispone il nostro contesto societario, e propone una via che trova un’inusitata sintesi nei concetti di partnership, capitale sociale e buone pratiche.

cod. 1534.2.23

Il volume contiene proposte ardite intorno alla categoria di “relazione”, che vede in dialogo comunicazione, sociologia e teologia. Alla base di tutto sta la convinzione che la “qualità” della relazione sociale possa essere determinante per il futuro dell’umanità e che la comunicazione, nelle sue variegate forme ed espressioni, conservi una forte capacità generativa nel tessuto sociale.

cod. 1534.1.32