DiScuTerE Didattica fra Scuola, Territorio e Educazione

Collana fondata da: Renza Cerri
Direttore: Andrea Traverso, Università degli Studi di Genova
Comitato scientifico:
Stefano Bonometti, Università degli Studi dell'Insubria
Rossella D’Ugo, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Luisa Pandolfi, Università degli Studi di Sassari
Davide Parmigiani, Università degli Studi di Genova
Antonia Chiara Scardicchio, Università degli Studi di Bari Aldo Moro
Paolo Sorzio, Università degli Studi di Trieste
Raffaella Strongoli, Università degli Studi di Catania
Francesco Claudio Ugolini, Università degli Studi Guglielmo Marconi
Viviana Vinci, Università degli Studi di Reggio Calabria Mediterranea
Josef Kundrát, Ostravská Univerzita, CZ
Geert Thyssen, Western Norway University of Applied Sciences, NO
Christopher Tienken, Seton Hall University, US
María Ainoa Zabalza Cerdeiriña, Campus de Ourense, E

DiScuTeRE è insieme un acronimo e l’idea di fondo che sostiene questa collana.
L’idea: un verbo il cui significato raccoglie l’argomentare, l’indagare, il criticare, il chiarire, il distinguere, il dialogare, il controbattere, il ragionare, il comunicare, il pensare, il valutare, il mettere in discussione, il negoziare… e ancora oltre quaranta sinonimi tutti accomunati dalla dimensione del rapporto attivo e produttivo fra persone e idee.
Al centro di questa esperienza generativa ecco le parole che la compongono: didattica, scuola, cultura, territorio, relazione, educazione. Talmente intrecciate tra loro da far sì che la stessa sillaba iniziale di una di esse sia scomponibile a dare inizio anche ad un’altra, ad altre.
Perché questa è la logica dell’educazione dell’essere umano, dei suoi processi di apprendimento e di costruzione sociale, che prendono forma in un contesto culturale e nella relazione fra culture, su un territorio che è insieme fisico e antropico, ove i soggetti, i processi culturali, le istituzioni, i servizi, si innestano su una rete di relazioni fra persone, saperi, esperienze, secondo prospettive formalizzate.
Con questa nuova serie e un comitato scientifico rinnovato e ampliato nella sua rappresentatività nazionale, la collana si impegna ad affrontare la contemporaneità dei temi didattici ed educativi, offrendo riflessioni, strumenti, materiali e occasioni di confronto tra tutti i mondi e le persone che collaborano nei servizi scolastici, formativi, educativi e sociali.
Il progetto culturale della collana si fonda sulla natura dialogica e composita del DiScuTerE, accettando la sfida del dire (condividendo con la comunità prodotti scientifici e culturali attenti alle problematiche e agli interessi di insegnanti ed educatori) e dell’ascoltare (accogliendo al suo interno progetti, esperienze, teorie implicite e voci di chi la didattica e l’educazione le vive e le pratica quotidianamente).
Il ruolo del Comitato scientifico sarà, dunque, anche quello di promozione, monitoraggio e valorizzazione degli eventi didattici, educativi e culturali che animano il tessuto del nostro territorio e di quello internazionale, grazie ai legami con le colleghe e i colleghi stranieri e con i loro gruppi di ricerca. L’ibridazione degli sguardi e il rigore metodologico saranno contemporaneamente presupposti ed obiettivi di una pedagogia in continua evoluzione e trasformazione.
Il doppio canale della versione cartacea e di quella digitale, e dello strumento open-access consentiranno di differenziare i linguaggi ed i prodotti, proprio nella prospettiva di far parlare tutti, di ascoltare tutti; insomma di DiScuTeRE. I prodotti scientifici che la collana accoglierà avranno come caratteristica auspicata non sono quella di dare indicazioni ma quella di presentare nuovi problemi, nuove istanze, nuove attenzioni didattiche; proponendosi non solo con finalità divulgative ma accettando di presentarsi come ipotesi di ricerca che sappiano dare forza a circoli virtuosi di idee, scelte metodologiche, contenuti e strumenti.

Ogni volume pubblicato è sottoposto a double blind peer review.

(leggi tutto)

Collana Peer Reviewed

La ricerca ha estratto dal catalogo 19 titoli

Federico Batini, Marco Bartolucci

Dispersione scolastica.

Ascoltare i protagonisti per comprenderla e prevenirla

Una ricerca conoscitiva realizzata insieme a studenti universitari per ascoltare studenti delle scuole secondarie, insegnanti e dirigenti circa il tema della dispersione. Quali sono le motivazioni alla base della dispersione? Cosa si può fare per prevenirla? Quale la sua consistenza? Quanti sono i ragazzi che ripetono gli anni? Queste alcune delle domande sulle quali è stata sollecitata la percezione dei diversi attori, con una particolare attenzione alla voce degli studenti, raccolta da altri studenti più grandi.

cod. 10316.1

Gianni Nuti

Didattica del pensiero creativo.

Uno studio di caso

Rivolto sia agli studenti sia a coloro che si occupano di didattica universitaria, questo volume documenta uno studio di caso costituito da elementi e strategie collaudate lungo un’esperienza decennale d’insegnamento universitario e di ricerca presso l’Università della Valle d’Aosta, nei corsi di Scienze della formazione primaria e Scienze dell’educazione.

cod. 316.10

Davide Parmigiani

L'aula scolastica.

Vol. 1. Come si insegna, come si impara

Un libro utile ai dirigenti e agli insegnanti, perché raccoglie la sfida per la costruzione di una scuola solida, aperta e dinamica. Ma utile anche agli studenti e alle loro famiglie, perché li aiuta a delineare i percorsi educativi che i giovani devono intraprendere, per orientarsi fra il mondo della scuola e il mondo del lavoro.

cod. 316.8

Francesca Linda Zaninelli

Pedagogia e infanzia.

Questioni educative nei servizi

Il volume affronta i temi della partecipazione dei genitori alla vita dei servizi educativi anche in ottica plurale e interculturale, della formazione degli educatori, della continuità educativa zero-sei e dell’organizzazione dei bambini in gruppi verticali o orizzontali, intrecciandoli a questioni inedite quali l’ingresso anticipato alla scuola dell’infanzia e le sezioni primavera e i nidi in azienda e in università.

cod. 316.3

Daniela Maccario

Insegnare a insegnare.

Il tirocinio nella formazione dei docenti: il caso di Torino

Che ruolo ha - e può avere - il tirocinio nella preparazione dei docenti? Quali sono - e potrebbero essere - gli approcci didattici più adatti per "insegnare ad insegnare"? Quali i problemi aperti? Un testo per gli studiosi di ambito pedagogico-didattico e per coloro che hanno responsabilità politico-istituzionali e direttamente operative nella formazione iniziale dei docenti, con particolare riferimento alle figure tutoriali previste dalla normativa vigente.

cod. 316.11

Mario Castoldi, Enrico M. Salati

La qualità nelle scuole dell'infanzia paritarie.

Monitoraggio AMISM delle province di Milano e Monza-Brianza

La ricerca promossa dall’AMISM è finalizzata a monitorare la qualità del servizio offerto dalle singole scuole dell’infanzia che la compongono e dalla realtà associativa nel suo insieme. Il volume documenta gli esiti del percorso di ricerca, restituendo un profilo globale sulla salute dell’associazione e sulle sue prospettive di sviluppo, così come emerge dai dati forniti dalle oltre 200 scuole delle province di Milano e Monza-Brianza che hanno partecipato alla ricerca.

cod. 316.9

Jean-Marie De Ketele, Xavier Roegiers

Metodologia della raccolta di informazioni.

Osservazione, questionari, interviste e studio dei documenti

Illustrati i fondamenti epistemologici, morfologici e metodologici della raccolta delle informazioni, il volume si presenta come un valido manuale per gli studenti che si orientano tra i differenti metodi del processo, ma anche come stimolante riflessione per gli esperti che intendono approfondire una delle componenti fondamentali del proprio lavoro.

cod. 316.7

Renza Cerri

Quando il territorio fa scuola.

Da un'indagine sulle pluriclassi a un'idea di scuola

La dislocazione spaziale dei processi formativi, poiché ne condiziona l’organizzazione e la gestione, costituisce una variabile ecologica importante anche in termini pedagogici. Il volume indaga sulla fenomenologia della scuola “isolata” e della pluriclasse, un’esperienza didattica specifica che nelle comunità isolate, come quelle montane o rurali, s’è affermata come situazione scolastica permanente, caratterizzandosi quale fattore di conservazione ed evoluzione dell’identità culturale del territorio, con interessanti ricadute sociali e produttive.

cod. 316.2

Davide Parmigiani

Tra il dire e il fare.

Come si decide a scuola: dalla riunione alla classe

Il volume nasce da una ricerca che ha cercato di descrivere i diversi percorsi delle decisioni scolastiche, per capire come avvengono. La capacità di decidere è uno snodo fondamentale per gestire i diversi settori che compongono l’istituzione scolastica poiché progettare e organizzare la scuola è la sfida che si impone agli insegnanti e ai dirigenti per costruire un ambiente che fondi le conoscenze, affini le abilità e sviluppi le competenze.

cod. 316.1