Peer Reviewed Journal



Proporre un articolo
RIVISTA SPERIMENTALE DI FRENIATRIA
The Italian Journal of Mental Health
3 fascicoli all'anno , ISSN 1129-6437 , ISSNe 1972-5582
Prezzo fascicolo (inclusi arretrati): € 29,50
Prezzo fascicolo e-book (inclusi arretrati): € 24,00

Canoni 2019
Biblioteche, Enti, Società:
cartaceo (IVA inclusa): Italia € 80,50;Estero € 115,50;
solo online (IVA esclusa):  € 89,00;

Info  abbonamenti cartaceo     Info  licenze online

Atenei:
online (con arretrati, accesso perpetuo, formula plus )
Info licenze online

Privati:
cartaceo: € 73,00 (Italia); cartaceo: € 101,50 (Estero); solo online (privati): € 61,50 ; 
Info abbonamenti  Info CONVENZIONI

Abbonati qui


Fondata da Carlo Livi nel 1875

Rivista Sperimentale di Freniatria è selezionata dall’American Psycological Association per il suo PsycINFO Journal Coverage List, il database bibliografico che raccoglie nel settore le più prestigiose riviste e pubblicazioni al mondo al fine di analizzarne gli articoli e le citazioni.
La Rivista Sperimentale di Freniatria, il più antico periodico italiano di psichiatria, esce ininterrottamente dal 1875. Essa pubblica lavori nell’ambito della salute mentale superando le angustie di una logica strettamente disciplinare e privilegiando il dialogo fra saperi contigui, accomunati dall’interesse per la persona e la società, con l’intento di contribuire in tal modo alla ricerca del senso e del significato delle condizioni di sofferenza e benessere psichici.
Nella Rivista si sono rispecchiati i movimenti di idee, le questioni e le innovazioni, gli sviluppi e le svolte che nel corso del tempo hanno attraversato la psichiatria, dalla psicopatologia, alla psichiatria biologica, alla psicoanalisi, alla fenomenologia, all’antropologia, alla sociologia, all’etnopsichiatria.
La Rivista privilegia il carattere monografico dei suoi fascicoli, individuando tematiche rilevanti e attuali nel campo della salute mentale, per offrirne una analisi approfondita e trasversale.
La Rivista si rivolge a chi opera in psichiatria, a tutte le diverse professionalità implicate nel lavoro sociale, educativo, giuridico, antropologico, che spesso devono integrarsi con l’intervento terapeutico-riabilitativo, e non da ultimo a chiunque sia consapevole della grande influenza che anche la singola persona può avere, nella sua interazione con gli altri e nell’esplicazione dei propri ruoli sociali, nel produrre orientamenti culturali e nel promuovere sofferenza o salute mentale.

Direttore: Gian Maria Galeazzi.
Comitato dei Garanti: Valeria Babini (Bologna), Roberto Beneduce (Torino), Eugenio Borgna (Novara), Alberto Burgio (Bologna), Alessandro Dal Lago (Genova), Filippo Maria Ferro (Chieti), Alberto Merini (Bologna), Stefan Priebe (Londra), Franco Rotelli (Trieste), Pier Aldo Rovatti (Trieste), Tullio Seppilli (Perugia), Gianni Tognoni (Milano).
Comitato di Redazione: Maria Bologna, Chiara Bombardieri, Yvonne Bonner, Paolo Curci, Piergiuseppina Fagandini, Fulvio Fantozzi, Laura Fruggeri, Gaddomaria Grassi, Giorgio Mattei, Gino Mazzoli, Francesco Paolella, Pietro Pascarelli, Andrea Raballo, Cesare Secchi, Luigi Tagliabue, Paolo Vistoli, Luisa Zannoni.
Segretaria di Redazione: Maria Grazia Pini

Per contattare la Redazione: Maria Grazia Pini, Biblioteca Livi, Azienda Unitaria Locale di Reggio Emilia, via Amendola, 2 - 42100 - Reggio Emilia. E-mail: info@rivistafreniatria.it

La Rivista utilizza una procedura di referaggio doppiamente cieco (double blind peer review process), i revisori sono scelti in base alla specifica competenza. L’articolo verrà inviato in forma anonima per evitare possibili influenze dovute al nome dell’autore. La redazione può decidere di non sottoporre ad alcun referee l’articolo perché giudicato non pertinente o non rigoroso né rispondente a standard scientifici adeguati. I giudizi dei referee saranno inviati all’autore anche in caso di risposta negativa.

FrancoAngeli è consapevole dell’importanza - per accrescere visibilità e impatto delle proprie pubblicazioni - di assicurare la conservazione nel tempo dei contenuti digitali. A tal fine siamo membri delle due associazioni internazionali di editori e biblioteche - Clockss e Portico - nate per garantire la conservazione delle pubblicazioni accademiche elettroniche e l’accesso futuro nel caso in cui venissero a mancare le condizioni per accedere al contenuto tramite altre forme.

Sono repository certificati che offrono agli autori e alle biblioteche anche la garanzia dell’aggiornamento tecnologico e di formati per permettere di fruire in perpetuo e nel modo più completo possibile dei full text.

Per saperne di più: Home - CLOCKSS; Publishers – Portico.

La circolazione della rivista mira a valorizzarne l’impatto presso chi opera in psichiatria, nel lavoro sociale, educativo, giuridico, antropologico.



Articolo gratuito Articolo gratuito Articolo a pagamento Articolo a pagamento Acquista il fascicolo in e-book Fascicolo disponibile in e-book


Fascicolo 3/2013 
Acquista il fascicolo in formato e-book


Maria Bologna, Andrea Raballo, Editoriale
Chiara Rosso, Crisi della soggettivazione e "passaggi catastrofici" in adolescenza
Marco Alessandrini, Massimo di Giannantonio, L’altro volto del mondo: la psicosi nascente secondo Klaus Conrad
Egidio Bove, Andrea Raballo, Sintomi di base e vulnerabilità esperienziale alla psicosi
Luche Riccardo Piero Dalle, Dai sintomi di base al Sè psicotico
Barnaby Nelson, Andrea Raballo, I disturbi nucleari del sè e gli stati mentali a rischio: uno sguardo fenomenologico al paradigma della ricerca Ultra-High Risk
Angelo Cocchi, Anna Meneghelli, Rischio psicotico: che fare?
Georges Charbonneau, Fenomenologia della paranoia
Norme Redazionali


Fascicolo 2/2013 
Acquista il fascicolo in formato e-book


Pietro Pascarelli, Editoriale
Barnaba Maj, Museen der Seele. Prospettive di teoria della storiografia
Krzysztof Pomian, I nodi cruciali su cui un museo oggi ha da misurarsi
Hervé Guillemain, I luoghi della memoria della psichiatria francese
Laboratorio della Mente Il Museo, Contro l’invisibilità un museo di narrazione. Il Museo Laboratorio della Mente
Domenico Casagrande, La Follia Reclusa. Alcune note critiche sul Museo del Manicomio di San Servolo
Gaddomaria Grassi, Elisabetta Farioli, Chiara Bombardieri, Perché parlare oggi di psichiatria e della sua storia. Verso il Museo di Storia della Psichiatria di Reggio Emilia
Luigi Tagliabue, Il valore di un Museo della Psichiatria a Reggio Emilia
Armando D'Agostino, Silvia Scarone, La patologia del rapporto di realtà nel disturbo schizofrenico: rilettura critica delle concettualizzazioni di Kraepelin e Bleuler
Paolo Severino, Esperienza della sofferenza e burnout nella professione medica
Giuseppe Craparo, Natura dissociativa della dipendenza da alcol
Recensioni


Fascicolo 1/2013 
Acquista il fascicolo in formato e-book


Editoriale
Valeria P. Babini, Scienze umane e pratica di democrazia. Da Maria Montessori a Franco Basaglia
Alessandra Cerea, Angoscia e metodo. La proposta epistemologica di Georges Devereux
Roberta Passione, Rinnovare la medicina: la questione del metodo in Giulio Alfredo Maccacaro
Elisa Montanari, Il nodo della pericolosità tra psichiatria e diritto in Italia
Francesco Paolella, La pedagogia di Loris Malaguzzi. Per una storia del Reggio Emilia approach
Ferruccio Giacanelli, Il nostro "ieri", l’"altro presente" della psichiatria italiana
Pier Luca Bandinelli, Anna Maria Fiocchi, Giuseppe Ducci, La mente come fenomeno emergente dell’intenzionalità: la psicopatologia della schizofrenia in un modello sistemico oltre la dicotomia tra fenomenologia e neuroscienze
Pietro Pascarelli, Recensioni


Sommari delle annate

2019   2018   2017   2016   2015   2014   2013   2012   2011   2010   2009   2008   2007   2006   2005   2004   2003   2002