ARCHIVIO STORICO PER LA SICILIA ORIENTALE
2 fascicoli all'anno , ISSN 1122-6838 , ISSNe 2532-4756
Prezzo fascicolo (inclusi arretrati): € 33,00
Prezzo fascicolo e-book (inclusi arretrati): € 28,50

Canoni 2019
Biblioteche, Enti, Società:
solo online (IVA esclusa):  € 59,00;
cartaceo (IVA inclusa): Italia € 66,00;Estero € 99,50;

Info  abbonamenti cartaceo     Info  licenze online

Atenei:
online (con arretrati, accesso perpetuo, formula plus )
Info licenze online

Privati:
cartaceo: € 51,00 (Italia); cartaceo: € 76,00 (Estero); solo online (privati): € 43,50 ; 
Info abbonamenti  

Abbonati qui


Archivio Storico per la Sicilia Orientale nato nel 1904 come organo di stampa della Società di Storia Patria per la Sicilia Orientale (Catania), Archivio storico per la Sicilia Orientale raccoglie saggi, note, documenti e rassegne bibliografiche. Ha ospitato atti di convegni e dibattiti sulla storia politica, economica, culturale della Sicilia e del Mediterraneo e rappresenta un prestigioso laboratorio scientifico di confronto tra ricerca storica e territorio, tra storia generale e storia locale, tra Scuola e Università. Sin dall’Unità le Società di Storia Patria, con i rispettivi periodici, hanno svolto un ruolo essenziale nel lungo processo di nazionalizzazione delle «cento Italie» delle città e delle regioni, contribuendo alla costruzione del tessuto culturale del Paese. Dal 1903 il sodalizio catanese ha rappresentato un punto di riferimento per le scienze umanistiche, così come l’Archivio storico – che dal 1936 al 1946 ha mutato il suo nome in “Bollettino Storico Catanese”, per tornare alla precedente denominazione l’anno successivo – è diventato un luogo privilegiato di dibattito scientifico su scala regionale. Accanto alla ricerca storiografica, infatti, sulle pagine della rivista trovano spazio contributi di diversa natura: archeologia, letteratura, antropologia, arte, musica, teatro, diritto. Questa impostazione interdisciplinare trova riscontro nel profilo dei suoi direttori, prestigiosi intellettuali del calibro di Vincenzo Casagrandi, accademico esperto di antichistica, nonché fondatore della rivista e della Biblioteca della Società; Federico Ciccaglione, noto per i suoi studi sulla storia giuridica meridionale; Guido Libertini, già direttore della Scuola Archeologica Italiana di Atene; Carmelina Naselli, specialista in storia e tradizioni popolari; e infine Giuseppe Giarrizzo, storico autorevole e animatore instancabile di questa rivista fino al 2010. Sin dai suoi esordi il periodico si è avvalso inoltre della collaborazione di importanti studiosi europei ed ha contribuito con apporti originali e qualificati, per l’oggetto e per il metodo, al rinnovamento delle scienze umane e alla divulgazione di fondamentali strumenti di ricerca (relazioni di scavi, edizioni critiche di testi, inventari d’archivio). È presente nelle maggiori biblioteche italiane ed internazionali. Dopo una fase di discontinuità organizzativa, dal 2017 è diretto dal Prof. Giuseppe Barone e si ripresenta ai lettori con una mutata veste editoriale e con aggiornate linee di ricerca, anche se nel solco delle originarie ragioni della rivista.

Direzione: Giuseppe Barone
Comitato di redazione: Rosalba Galvagno, Angelo Granata, Rosario Mangiameli, Paolo Militello, Pietro Militello, Arianna Rotondo, Alfio Signorelli, Margherita Spampinato.
Comitato scientifico: Maurice Aymard, Pietro Corrao, Michela D’Angelo, John Davis, Antonino Giuffrida, Rosa Ana Gutierrez Lloret, Maurizio Isabella, Marianne Matard, Mario Mazza, Marco Meriggi, Aurelio Musi, Giovanni Ruffino, Marcello Verga

Direzione della Rivista indirizzo mail: barone@unict.it e in copia cartacea a: «Archivio storico per la Sicilia orientale», Direzione e Redazione, Piazza Stesicoro 29, 95124 Catania

FrancoAngeli è consapevole dell’importanza - per accrescere visibilità e impatto delle proprie pubblicazioni - di assicurare la conservazione nel tempo dei contenuti digitali. A tal fine siamo membri delle due associazioni internazionali di editori e biblioteche - Clockss e Portico - nate per garantire la conservazione delle pubblicazioni accademiche elettroniche e l’accesso futuro nel caso in cui venissero a mancare le condizioni per accedere al contenuto tramite altre forme.

Sono repository certificati che offrono agli autori e alle biblioteche anche la garanzia dell’aggiornamento tecnologico e di formati per permettere di fruire in perpetuo e nel modo più completo possibile dei full text.

Per saperne di più: Home - CLOCKSS; Publishers – Portico.



Articolo gratuito Articolo gratuito Articolo a pagamento Articolo a pagamento Acquista il fascicolo in e-book Fascicolo disponibile in e-book


Fascicolo 2/2017 
Acquista il fascicolo in formato e-book


Giuseppe Barone, Terra e potere a Caltavuturo (XIX-XX secolo)
Alfio Signorelli, Attività scientifica e pratica professionale di un chirurgo catanese candidato al Nobel. Giuseppe Muscatello (1866-1951)
Paolo Militello, La storiografia sulla Sicilia d’età moderna tra XX e XXI secolo
Enza Pelleriti, «Si volle rapire alla Sicilia la sua Costituzione, e la sua indipendenza». L’ultimo Parlamento del Regno di Sicilia al tempo del Congresso di Vienna (1814-1815)
Luigi Sanfilippo, L’inventario dei beni di Roberto La Rocca: un tipico appartamento monastico di un benedettino cassinese tra XVIII e XIX secolo
Roberto Graditi, Il "Luogo Grande" della Ciachea o Ciachia. Un paradigma storico siciliano
Autori vari, Recensioni
Abstract


Fascicolo 1/2017 Restaurazione e nuova politica. Il Congresso di Vienna e l’Italia.
Acquista il fascicolo in formato e-book


Giuseppe Barone, Introduzione
Pinella Di Gregorio, Alle origini di un nuovo ordine internazionale
Aurelio Musi, Nazione napoletana e visioni dell’Europa negli anni di Vienna
Marco Meriggi, Il destino dell’ex-regno d’Italia. Aspettative, illusioni, esiti
Vittorio Criscuolo, La questione religiosa negli anni del congresso di Vienna
Chiara Maria Pulvirenti, Laboratorio mediterraneo. I progetti di Lord William Bentinck per l’Italia nell’età dei risorgimenti europei
Giovanni Schininà, Una potenza euromediterranea? L’Austria di Metternich e il Regno delle Due Sicilie
Giuseppe Barone, Maria Carolina regina "italiana". Tra la perfida Albione e l’infida Francia (1806-1814)
Sebastiano Angelo Granata, «Saprò adattarmi al tempo che vivo». Ferdinando IV e lo State building
Alessia Facineroso, Diplomazie rampanti. I Borboni, Vienna e la geopolitica europea (1806-1815)
Rosario Battaglia, Le relazioni commerciali nella Sicilia di primo Ottocento
Michela D’Angelo, Il Mediterraneo "inglese" 1794-1815
Giovanna Canciullo, Circolazione di modelli e linguaggi politici tra la Sicilia e l’Europa. La rivoluzione in biblioteca
Abstracts


Sommari delle annate

2019   2018   2017