Il "romanzo popolare italiano"

Mariella Giuliano

Il "romanzo popolare italiano"

Dal narrato allo sceneggiato

Questo volume illustra gli aspetti linguistico-stilistici del ciclo di sceneggiati trasmessi nel 1975 col titolo «Romanzo popolare italiano», che comprendeva testi di scrittori otto-novecenteschi come Guerrazzi, Mastriani, Invernizio, Cena e Zuccoli. Dal confronto tra romanzi di partenza e sceneggiature emerge una linguistica animata da una fluidità di modelli comunicativi che riflette la fluidità di una popolarizzazione non più sostenuta dagli intenti etico-didascalici della tv bernabeiana.

Edizione a stampa

20,00

Pagine: 178

ISBN: 9788891750488

Edizione: 1a edizione 2017

Codice editore: 1940.3

Disponibilità: Discreta

Nella seconda metà degli anni Settanta il passaggio dalla televisione solo pubblica (paleotv) alla televisione commerciale (neotv) segnava un radicale mutamento nei generi e negli stili del parlato trasmesso. Il teleromanzo, incentrato unicamente su classici della letteratura italiana e straniera, cedeva il posto alla soap opera, importata e poi prodotta in Italia. Nella primissima fase di transizione la RAI trasferiva alla letteratura di consumo l'intento pedagogico di educare alla lettura e all'italofonia. L'analisi degli sceneggiati televisivi, sia in ambito internazionale che nazionale, ha privilegiato l'aspetto sociologico e semiologico (rapporto mezzo-fruitori), trascurando le modalità di riduzione audiovisiva dei testi narrativi per il piccolo schermo. Questo volume illustra gli aspetti linguistico-stilistici del ciclo di sceneggiati trasmessi nel 1975 col titolo "Romanzo popolare italiano", che comprendeva testi di scrittori otto-novecenteschi come Guerrazzi, Mastriani, Invernizio, Cena e Zuccoli. Dal confronto tra romanzi di partenza e sceneggiature emerge una linguistica animata da una fluidità di modelli comunicativi che riflette la fluidità di una popolarizzazione non più sostenuta dagli intenti etico-didascalici della tv bernabeiana.

Mariella Giuliano ha conseguito il dottorato di ricerca in Filologia moderna nell'Università di Catania, dove attualmente collabora con gli insegnamenti di Linguistica italiana del Dipartimento di Scienze umanistiche. Le sue ricerche riguardano l'italiano paraletterario e la linguistica dei mass media. Ha pubblicato vari saggi sull'intrattenimento televisivo e una monografia (Il parlato seriale della fiction radiofonica, Loffredo 2013).

Gabriella Alfieri, Prefazione
La lingua popolare di consumo
(Premessa; La narrativa popolare nell'industria editoriale dell'Italia pre- e postunitaria; Dal romanzo storico al romanzo d'appendice (1836-1915): Guerrazzi, Mastriani, Invernizio, Cena e Zuccoli; La lingua media della letteratura di consumo: tra vocazione conservativa e nuove forme di espressività)
Dal romanzo al piccolo schermo
(Il corpus; Lo sceneggiato paraletterario in televisione; L'Assedio di Firenze; I Misteri di Napoli; I ladri dell'onore; Gli Ammonitori; La freccia nel fianco)
Analisi linguistica
(Tradizione e innovazione nella veste linguistica del "Romanzo popolare italiano"; Note metodologiche; Aspetti grafemici; Aspetti fonologici; Consonantismo; Morfosintassi; Il verbo; Tendenze stilistico-sintattiche)
Il "narrato mescidato" del "Romanzo popolare italiano". Analisi stilistico-lessicale
(Premessa Le suggestioni dell'antico: la componente arcaica e letteraria; Il parlato informale: colloquialismi e toscanismi; Il colore locale: il dialetto napoletano; Linguaggi settoriali; Locuzioni, idiomatismi, e proverbi; Registri stilistici)
Considerazioni conclusive
Bibliografia
Indice dei nomi.

Contributi: Gabriella Alfieri

Collana: Vulgare Latium. Lingua Testi Storia

Argomenti: Letteratura - Linguistica

Livello: Studi, ricerche - Textbook, strumenti didattici

Potrebbero interessarti anche