Il tifo violento in Italia

Fabio Milazzo

Il tifo violento in Italia

Teppismo calcistico e ordine pubblico negli stadi (1947-2020)

Invasioni di campo, sassaiole, aggressioni alle terne arbitrali e ai giocatori, scontri tra tifosi. Intemperanze e violenze hanno accompagnato il calcio fin dalle sue origini, ma è nell’Italia del secondo dopoguerra che si verifica un incremento degli episodi e cambiano le cause e le tipologie di incidenti che, sempre più spesso, coinvolgono le opposte tifoserie. Questo volume si propone di indagare tali questioni e di presentarle in una ricostruzione storica d’insieme che copre l’arco di tempo compreso tra il secondo dopoguerra e il primo ventennio del nuovo millennio.

Edizione a stampa

36,00

Pagine: 278

ISBN: 9788835138655

Edizione: 1a edizione 2022

Codice editore: 1501.178

Disponibilità: Buona

Pagine: 278

ISBN: 9788835143949

Edizione:1a edizione 2022

Codice editore: 1501.178

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Invasioni di campo, sassaiole, aggressioni alle terne arbitrali e ai giocatori, scontri tra tifosi. Intemperanze e violenze hanno accompagnato il calcio fin dalle sue origini, ma è nell'Italia del secondo dopoguerra che il fenomeno va incontro a una svolta. Non soltanto si registra un incremento degli episodi, ma progressivamente cambiano anche le cause e le tipologie di incidenti che, sempre più spesso, coinvolgono le opposte tifoserie.
Complice l'attenzione mediatica data al fenomeno, a una prima fase di relativa tolleranza, fa seguito un diffuso e progressivo allarme sociale, in buona misura legato all'avvento del tifo estremo. Con gli ultrà gli scontri si moltiplicano, da episodici e legati all'andamento della gara assumono una veste rituale e diventano un criterio per stabilire la supremazia tra i gruppi. La risposta dello Stato, tardiva e improntata a una legislazione di carattere repressivo ed emergenziale, determina ulteriori evoluzioni nel teppismo calcistico. La presente indagine si propone di indagare tali questioni e di presentarli in una ricostruzione storica d'insieme che copre l'arco di tempo compreso tra il secondo dopoguerra e il primo ventennio del nuovo millennio.

Fabio Milazzo, svolge attività di ricerca presso l'Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea di Cuneo, dove è responsabile del gruppo di ricerca La devianza in Italia dall'Unità al fascismo. Rappresentazioni e figure. Suoi articoli sono apparsi su diverse riviste scientifiche; ha inoltre curato il volume Storia e psichiatria. Problemi, ricerche, fonti (con G. Mamone, Biblion 2019) e scritto l'introduzione alla nuova edizione di Metahistory. Retorica e storia di Hayden White (Meltemi 2019). È autore di: Una guerra di nervi. Soldati e medici nel manicomio di Racconigi, 1909-1919 (Ospedaletto 2020); Una casa di custodia per maniaci pericolosi. Storia del manicomio di Racconigi dalle origini al fascismo 1871-1930 (Cuneo 2019); Deserti della mente. Psichiatria e combattenti nella guerra di Libia 1911-1912 (con G. Mamone, Firenze 2019).

Introduzione
Parte I
Tifo e violenza nel secondo dopoguerra
(Esagitati, sassaiole e invasioni; Ordine pubblico e violenza negli stadi La malattia del calcio: il tifo)
"Stile maschio violento" allo stadio
("Scalmanati e teddy boys"; Facinorosi allo stadio negli anni Sessanta; "L'esaltazione fanatica dello spirito di parte"; Circoli, club e centri di coordinamento)
Parte II
L'avvento degli ultras
(I ribelli degli stadi; Brigate, Commandos e Tupamaros; Ultras: l'invenzione di un nome e di un movimento; Un nuovo idealtipo di tifoso violento; "È opera dei soliti 200-300 ultras")
Una violenza organizzata (1968-1979)
(Occupazione e difesa del territorio; Una violenza antagonista; La bomba di Verona; "Ho visto mio marito con un razzo nell'occhio)
Parte II
I terribili anni Ottanta
(Il movimento ultrà dopo la morte di Paparelli; "Gente che non ha niente a che vedere con lo sport"; Morire di calcio; Dall'Heysel al Daspo)
"La morte è uguale per tutti!"
(Campi di battaglia simbolici e conflitti reali; Agguati, trasferte e treni della morte; L'omicidio di Vincenzo Spagnolo tra lame e infami)
Professionisti della violenza
(Scioglimenti, tifo all'inglese e squadre-tifoserie; Il "superhooligan" è arrivato in Italia; Oltranzisti. Politica e radicalizzazione neofascista in curva; Curve nere e militanza politica)
Parte IV
Stadio di repressione
(Law and Order: la normativa contro la violenza negli stadi; Un dispositivo di insicurezza pubblica: lo stadio; Dalla "flagranza differita" alla tessera del tifoso; Disciplina e controllo; "Serve una bonifica preventiva")
Tifo violento e ordine pubblico nel nuovo millennio
(Polizia e manifestazioni: la de-escalation selettiva; "Poliziotto primo nemico"; "Ma perché i poliziotti usano tanto il manganello negli stadi"?
Prima, durante e dopo; Annus horribilis; "Un sottobosco di interessi criminali"; "Una "sottocultura sportiva di banda""; Violenze e antagonismo in tempo di Covid-19)
Conclusioni
Appendice statistica
Bibliografia
Indice dei nomi.

Potrebbero interessarti anche