Scritti fenomenologici

Max Scheler

A cura di: Vittorio d'Anna

Scritti fenomenologici

Gli “scritti fenomenologici” di Scheler attestano un momento decisivo nella storia della fenomenologia, quello della svolta in senso ontologico. Mentre seguono la strada aperta dalle Ricerche logiche, si oppongono agli sviluppi in senso coscienzialistico della filosofia husserliana, e introducono a quel primato delle “cose”, che Heidegger metterà al centro del suo pensiero.

Edizione a stampa

24,00

Pagine: 192

ISBN: 9788820441845

Edizione: 1a edizione 2013

Codice editore: 484.3

Disponibilità: Limitata

La dottrina dei tre fatti e Fenomenologia e teoria della conoscenza rappresentano quelli che si possono chiamare gli "scritti fenomenologici" di Scheler. Risalenti rispettivamente al 1910-11 e al 1913, attestano un momento decisivo nella storia della fenomenologia, quello della svolta in senso ontologico.
Mentre seguono la strada aperta dalle Ricerche logiche, si oppongono agli sviluppi in senso coscienzialistico della filosofia husserliana, ed introducono a quel primato delle "cose" che Heidegger metterà al centro del suo pensiero. Anche in un altro senso restano fondamentali nella cultura filosofica del Novecento: per l'idea che la nostra esperienza non è innanzitutto nel pensiero ma, per un verso, nell'emozionale (amore, odio, sentire affettivo) e per un altro in dipendenza di un corpo-vivo (Leib).

Vittorio d'Anna insegna Storia della filosofia contemporanea presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell'Università di Bologna. Ha pubblicato su Lukács, Simmel, Bloch, Gehlen, la filosofia italiana fra Otto e Novecento e sta attualmente lavorando sulla Scuola di Francoforte. In particolare su Scheler ha scritto due monografie, Fenomenologia e spirito del capitalismo (2006), ed Il Dio in Tensione. Uomo e mondo della vita nella metafisica di Max Scheler (2011).



Guido Cusinato, Introduzione. La fenomenologia e le affordances espressive dei dati di fatto puri
Vittorio d'Anna,
Guida alla lettura. Esperienza fenomenologica ed esperienza naturale
La dottrina dei tre fatti. Fenomenologia e teoria della conoscenza
La dottrina dei tre fatti
(Fatti fenomenologici o puri e fatti non-fenomenologici; Distinzione tra il fatto della visione naturale del mondo e il fatto della scienza; Appendici)
Fenomenologia e teoria della conoscenza
(L'atteggiamento fenomenologico; Fenomenologia e psicologia; "Disputa fenomenologica"; Filosofia fenomenologica e teoria della conoscenza; Fenomenologia e scienza).

Contributi: Guido Cusinato

Collana: Etica e filosofia della persona

Argomenti: Fenomenologia

Livello: Classici

Potrebbero interessarti anche