Il territorio in scena. Dieci anni di residenze Etre
Contributi
Silvia Baldini, Stefano Beghi, Chiara Boscaro, Jacopo Boschini, Antonello Cassinotti, Nicolas Ceruti, Davide D'Antonio, Marco Di Stefano, Nadia Fulco, Mimma Gallina, Michele Losi, Michela Marelli, Andrea Rebaglio, Matteo Sanna, Simone Severgnini, Laura Valli, Dario Villa, Marina Visentini
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 146,      1a edizione  2019   (Codice editore 31.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18.00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
A dieci anni dalla fondazione, Associazione Etre ha deciso di invitare le sue Residenze a raccontarsi, a narrare l’esperienza di uscire dal teatro e stare nelle comunità. Si tratta di un teatro che interpreta i bisogni dei territori, raccoglie e restituisce racconti, dialoga con cittadini che chiama per nome, trasloca e si adatta ad ogni nuova casa, provoca le comunità e tenta un incontro attraverso lo spettacolo dal vivo.
Utili Link
Che-Fare.com Dirigere una residenza teatrale a Milano (di M.Di Stefano e C.Boscaro)… Vedi...
RadioRUN Intervista a Mimma Gallina sulla collana "Lo spettacolo dal vivo"… Vedi...
Presentazione del volume

A dieci anni dalla fondazione, Associazione Etre ha deciso di invitare le sue Residenze a raccontarsi, a narrare l'esperienza di uscire dal teatro e stare nelle comunità. La forma della residenza è una modalità che le arti contemporanee praticano da molto tempo, per il teatro è un punto di un equilibrio mobile e mosso, tra territorio e compagnia, tra creazione e precarietà, tra tempo e luogo.
Si tratta di un teatro che interpreta i bisogni dei territori, raccoglie e restituisce racconti, dialoga con cittadini che chiama per nome, trasloca e si adatta ad ogni nuova casa, provoca le comunità e tenta un incontro attraverso lo spettacolo dal vivo. L'esperienza di questo incontro è qui presentata in due parti: la collezione dei racconti scritti dalle compagnie stesse (a cura di Stefano Laffi) e l'analisi dei dati quantitativi emersi dalla somministrazione di questionari ai pubblici delle residenze (a cura di Andrea Maulini). Ne esce il ritratto in prima persona di un'avventura che dura da 10 anni, e il responso dei pubblici che l'hanno seguita.
Associazione Etre è un network che raccoglie residenze teatrali e multidisciplinari che hanno sede in Lombardia. L'associazione si adopera per sostenere le attività di rete, lo scambio di buone pratiche e la nascita di progettualità comuni tra le sue residenze. Per Etre è importante supportare il lavoro delle residenze accompagnandole in un percorso di continua crescita e investire nel costruire ponti con l'Europa e le altre organizzazioni internazionali.

Stefano Laffi è sociologo, lavora presso la cooperativa di ricerca e intervento sociale Codici, di Milano. Ha insegnato presso diverse università, ha lavorato con la Rai e con Radio Popolare, collabora con il Ministero del Lavoro e l'Istituto degli Innocenti. Scrive per la rivista di pedagogia "Gli asini" e diverse testate on line. Sui temi del protagonismo di bambini e ragazzi ha scritto volumi per Feltrinelli e Gli asini.

Andrea Maulini
, Direttore Generale di Profili, esperto di ricerche di mercato sulla cultura, Professore a Contratto di Promozione e Informazione Teatrale presso il DAMS dell'Università di Bologna.

Indice
Andrea Rebaglio, Dieci anni di ETRE: quale identità per le residenze?
Stefano Laffi, Andrea Maulini,
Introduzione
Parte I. Le origini
Michela Marelli, La nascita di Associazione ETRE nelle parole dei suoi residenti [Michele Losi, Laura Valli e Davide D'Antonio]
(Michele Losi, Campsirago Residenza; Laura Valli, Qui e Ora Residenza Teatrale; Davide D'Antonio, Residenza IDRA)
Parte II. Le voci delle residenze
Chiara Boscaro, Marco Di Stefano, Pessano Residency
(Chiara Boscaro, Cultural shock: divenire residenza; Marco Di Stefano, Sapessi com'è strano sentirsi innamorati a Pessano)
Nicolas Ceruti,
Una compagnia residente e resiliente
(Pompei, agosto 1999. A mente libera; Bettola di Pozzo d'Adda, agosto 2001. Un fatto importante; Treviglio, settembre 2001. Manifesto; Treviglio, giugno 2003. I laboratori e la ricerca di una casa; Crespi d'Adda, aprile 2005. Nasce la ilinx machine; Inzago, novembre 2008. Mundus. Circo Apocalittico; Inzago, gennaio 2010. In evoluzione; Inzago, novembre 2013. In residenza; Cassina de' Pecchi, ottobre 2016. Un incontro)
Jacopo Boschini, Fare cultura per fare società
(Nel millennio scorso; I primi cinque anni del nuovo millennio; 2010, il mondo accelera; 2016, un addio)
Residenza IDRA, Quel che resta
Simone Severgnini,
Un luogo dove coltivarsi
Silvia Baldini,
Aspetta primavera
Nadia Fulco,
Sulla Piana
(La Piana in fiore; Una ruspa sulla Piana; La Piana silenziosa; La Piana è come un palco...)
Antonello Cassinotti, Incontrare un maestro
Michela Marelli;
Un teatro per il mio paese
(Incipit; Digressione: un territorio con molti teatri; Ricordi di paese; Portare il mondo nel paese; Portare il paese nel mondo)
Marina Visentini, È già domani
Dario Villa,
Cerbero
Stefano Beghi, Matteo Sanna,
Homeless
(Due anni dopo)
Parte III. Guardare ETRE
Stefano Laffi, Lezioni dall'esperienza delle residenze teatrali di ETRE
(L'unità di misura dell'esperienza; Il viaggio; Case e spazi, non dimore e non sempre teatri; Incontri e relazioni; Opere sartoriali; Amore, amicizia, collaborazione; Storie ed emozioni)
Andrea Maulini, Il pubblico di ETRE
(Introduzione; Le caratteristiche della ricerca; Il profilo socio-demografico degli intervistati; Il pubblico delle residenze: il numero di spettacoli nell'ultimo anno; Il pubblico delle residenze: i motivi per cui vanno a teatro; Il pubblico delle residenze: i generi teatrali preferiti; Il pubblico delle residenze: le fonti di informazione sugli spettacoli; Il pubblico delle residenze: i suggerimenti di miglioramento; Il pubblico delle residenze, nel complesso; La conoscenza, la percezione, le valutazioni su Associazione ETRE; La conoscenza di Associazione ETRE; I punti di forza di Associazione ETRE; Le opinioni relative ad Associazione ETRE; Associazione ETRE dovrebbe farsi conoscere di più; Il modello della residenza dovrebbe essere più conosciuto in Italia; Il confronto continuo con la rete è importante per una residenza; Far parte di Associazione ETRE arricchisce l'immagine di una residenza; Il lavoro di Associazione ETRE è molto positivo; Il lavoro di mediazione di ETRE può influenzare le politiche culturali; Associazione ETRE: i suggerimenti di miglioramento; Il giudizio su Associazione ETRE, nel complesso; Conclusione: che cosa emerge da questa ricerca)
Parte IV. Epilogo
Marco Di Stefano, Dieci e dieci ancora. Il futuro di Associazione ETRE tra locale e internazionale
Mimma Gallina,
Postfazione
Bibliografia e sitografia.