L'idea di architettura

Storia della critica da Viollet-le- Duc a Persico

Autori e curatori
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 224,      1a edizione  2003   (Codice editore 286.1.1)

L'idea di architettura. Storia della critica da Viollet-le- Duc a Persico
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846450043

Presentazione del volume

L'idea di architettura di Renato De Fusco può essere considerata, a ragione, la prima storia della moderna critica architettonica ad essere pubblicata in Italia. Se a questo argomento gli studiosi avevano precedentemente riservato uno spazio esiguo nell'ambito di storie generali della critica d'arte figurativa (Venturi, Ragghianti, Salvini, Grassi), oppure un implicito riferimento in opere di vera e propria storiografia del Movimento Moderno (Zevi, Benevolo e la gran parte della saggistica storica fino agli anni Settanta del XX secolo), a Renato De Fusco bisogna riconoscere il merito di aver formalizzato per primo una esplicita e sistematica trattazione delle teorie critiche dell'architettura contemporanea.
Secondo un approccio transdisciplinare, l'autore riflette sull'esperienza del Movimento Moderno, dalla metà dell'Ottocento agli anni Trenta del Novecento, mettendola in rapporto non solo con le generali teorie architettoniche, ma anche con le estetiche, le poetiche, i problemi sociologici. Cosicché insieme all' Einfühlung o alla Raumgestaltung vengono considerati gli assunti del razionalismo, dell'idealismo, del marxismo, dell'esistenzialismo; tutti quei molteplici aspetti ideologici che hanno accompagnato e condizionato le vicende dell'architettura moderna.
La scelta di riproporre al pubblico L'idea di architettura , è quindi motivata, oltre che dall'indiscutibile valore di documento storiografico dell'opera, dall'attualità dell'approccio metodologico e dal sentito e appassionato stile di scrittura, quali elementi imprescindibili nell'odierno dibattito sulle idee architettoniche.

Renato De Fusco (Napoli 1929) è professore ordinario di Storia dell'architettura presso l'Università di Napoli Federico II. Dal 1964 dirige la rivista Op. cit. di selezione della critica d'arte contemporanea. Premio Inarch per la rivista nel 1967, premio Inarch alla carriera nel 2001. Fra le sue numerose pubblicazioni si ricordano: Storia dell'architettura contemporanea (1974, 19976); Storia dell'arte contemporanea (1983, 19964); Storia del design (1985, 19976); Storia dell'arredamento (1985); Mille anni di architettura in Europa (1993); Storia dell'idea di storia (1998); Trattato di architettura (2001); Teorica di arredamento e design (2002).

Indice


Introduzione (2003)
Introduzione (1964)
Viollet-leDuc e Ruskin
La cultura dell'Einfühlung e la critica architettonica
L'idea di architettura nella pura visibilità
Le poetiche figurative e l'architettura
La critica sociologica
La critica dell'architettura in Italia
Indice dei nomi.