"> I riduzionismi anti-conoscitivi e anti-scientifici. Il ruolo dell'epistemologo professionista nella ricerca "sul campo" - FrancoAngeli

I riduzionismi anti-conoscitivi e anti-scientifici

Il ruolo dell'epistemologo professionista nella ricerca "sul campo"

Autori e curatori
Collana
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 256,   1a ristampa 2014,    1a edizione  2011   (Codice editore 490.98)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

I riduzionismi anti-conoscitivi e anti-scientifici. Il ruolo dell'epistemologo professionista nella ricerca
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 34,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856834444

In breve

Il volume presenta le operazioni mediante le quali l’epistemologo professionista smaschera i fattori di impedimento all’incremento di conoscenza scientifica, e mostra come egli faccia convergere l’attenzione critica degli scienziati, insieme ai quali partecipa a ricerche “sul campo”, verso le procedure riduzionistiche anti-scientifiche.

Presentazione del volume

I riduzionismi anti-conoscitivi e anti-scientifici possono manifestarsi nella fase progettuale delle ricerche scientifiche di base e applicate oltre che nel corso del loro sviluppo e nella comunicazione dei risultati. Il libro delinea il ruolo che l'epistemologo professionista svolge nello smascherare tali riduzionismi mentre collabora sul campo della ricerca.
Rispetto ai problemi che gli "epistemologi generalisti" trattano in astratto e a posteriori, riguardanti la forma logica degli asserti o l'incommensurabilità dei paradigmi, l'epistemologo professionista interviene a costruire il "contesto della ricerca" insieme agli scienziati implicati nel progetto comune.
Distorsioni percettive e comunicative tra ricercatori e all'interno della comunità scientifica, estensione pervasiva delle metodiche tecnologico-strumentali, velleitarismo esplicativistico, soggiacenza a conformismi linguistici e teorici, divisioni e contrapposizioni, frammentazioni e riduzionismi pseudospecialistici, scolasticismo e abitudini di pensiero trasformati in schemi mentali e adoperati per esercitare potere conoscitivo, autoreferenzialità, sono solamente alcuni dei fattori di impedimento alla ricerca scientifica "sul campo" e che, di fatto, la trasformano nella sua parodia.

Il libro segue in itinere il lavoro dell'epistemologo professionista "in azione" all'interno del progetto di ricerca di interesse nazionale (Prin) co-finanziato dal Miur sul "Processo psicologico di Burnout nei professionisti d'aiuto".

Maria Giordano è responsabile scientifico della "Sezione di Epistemologia Applicata" presso il Dipartimento di Bioetica, Università di Bari; professore ordinario di Teoretica, insegna Epistemologia delle Scienze Umane e Teoria del Ragionamento; direttore del Centro Interuniversitario di Ricerca "Laboratorio di Gruppoanalisi ed Epistemologia" (www.cirlage.uniba.it); presidente del Master in Gruppoanalisi delle interazioni professionali; psicologa e psicoterapeuta, Full Member della Group Analytic Society di Londra. Per FrancoAngeli ha pubblicato Antipigmalione (2003); Ripensare il processo empatico (2004); Burnout (2006); Epistemologia applicata (2010). Sempre per FrancoAngeli ha tradotto e curato Abercrombie J., Anatomia del giudizio operativo (2003).

Indice



Maria Giordano, Presentazione
Introduzione
I confini dell'epistemologia generalista
(Premessa; Epistemologo professionista ed epistemplogia generalista; L'ipotesi generalista della conoscenza tra continuità e cambiamento; L'epistemologia generalista rispetto alle "scienze"; Incongruenze dell'epistemologia generalista; Frammentazione e generalizzazione su schema riduzionistico generalista)
La ricerca "sul campo" come correttivo dell'epistemologia generalista
(Premessa; L'istituzione del Seminario Interdisciplinare di Epistemologia e Scienze Psicologiche e Sociali; Il nuovo vertice dell'epistemologo professionista; L'epistemologo professionista tra ricerca scientifica di base e ricerca applicata. La formazione all'interazione per i ricercatori e i professionisti d'aiuto)
L'atteggiamento antiriduzionistico dell'epistemologo professionista
(Premessa; Polimorfismo del riduzionismo; Riduzionismo semantico; Il riduzionismo per "naturalizzazione"; Il "ragionamento riduzionistico per salti". Il caso del neuroscientismo contro la competenza neurologica)
L'epistemologo professionista e il laboratorio della ricerca sul "Processo psicologico di Burnout" Prin Co-fin Miur 2003-2006
(Premessa; L'antiriduzionismo fenomenologico; Per la cultura dell'interdisciplinarità; L'attenzione dell'epistemologo professionista al "contesto della ricerca"; Il Primo Seminario Gruppoanalisi Nazionale sul Burnout smaschera le incongruenze della precedente ricerca maslachiana; Per il superamento del decadimento dell'interdisciplinarietà in multidisciplinarità)
Bibliografia di riferimento
Indice dei nomi.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi