Media Culture Design

Introduzione alla cultura dei media per il design della comunicazione

Autori e curatori
Contributi
Derrick de kerckhove
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 186,   2a ristampa 2019,    1a edizione  2017   (Codice editore 313.3.7)

Media Culture Design. Introduzione alla cultura dei media per il design della comunicazione
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,50
Condizione: Ristampa in corso, consegna prevista il 03 aprile 2020
Disponibilità: Nulla



Codice ISBN: 9788891760272

In breve

Il volume tenta di identificare i caratteri progettuali che hanno scandito momenti di passaggio, cambiamento e innovazione nel tessuto sociale e nel Design. L’individuazione dei meccanismi e dei pattern alla base di questi fenomeni inscrive la cultura del progetto di comunicazione in una dimensione cooperativa tra discipline, innescando inedite connessioni... I contenuti mediali e i mezzi di comunicazione diventano così il punto di partenza per un Design che possa riflettere su sé stesso e sull’ibridazione delle sue possibilità critiche e operative.

Presentazione del volume

Affrontare in modo critico temi quali il passaggio dall'oralità alla scrittura, l'evoluzione dei media, la nascita e lo sviluppo della società in rete, le retoriche digitali e transmediali, i paradigmi della convergenza e della rimediazione, le teorie di costruzione della conoscenza bottom-up, la formazione delle audience e l'emergenza del prosuming, la cultura Hacker e quella Maker, gli aspetti di policy e licensing open source, e molteplici altri concetti propri di differenti culture, aiuta a identificare i caratteri progettuali che hanno scandito e continuano a segnare momenti di passaggio, cambiamento e innovazione nel tessuto sociale e nel Design. L'individuazione dei meccanismi e dei pattern alla base di questi fenomeni inscrive la cultura del progetto di comunicazione in una dimensione cooperativa tra discipline, innescando inedite connessioni tra conoscenze e pratiche emergenti, tra linguaggi e tecniche di traduzione, tra professionisti e pubblici partecipi. I contenuti mediali e i mezzi di comunicazione diventano così il punto di partenza per un Design che possa riflettere su sé stesso e sull'ibridazione delle sue possibilità critiche e operative.

Matteo Ciastellardi Ricercatore Senior presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano, è docente dei corsi di Sociologia dei Media e Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi. Dopo una Laurea in Filosofia sugli aspetti teoretici delle architetture della rete e un Dottorato di Ricerca in Disegno Industriale con una tesi sulla gestione bottom-up dell'informazione online, è stato Research Fellow a Toronto presso il McLuhan Program in Culture and Technology, diretto da Derrick de Kerckhove, e successivamente Senior Research Fellow presso l'Internet Interdisciplinary Institute - IN3, centro di ricerca dell'Università Oberta de Catalunya diretto da Manuel Castells. Vincitore del bando Rita Levi Montalcini per il "rientro dei cervelli", è tornato in Italia dove svolge attività di ricerca presso il Politecnico di Milano su temi che riguardano principalmente la cultura dei media nel Design della Comunicazione e le modalità grassroots e swarm nella progettazione dell'informazione in rete, con particolare interesse per i modelli emergenti dei social network e la progettazione transmediale. È Editor in Chief dell'International Journal of Transmedia Literacy e autore di diversi contributi scientifici, tra cui due monografie: Le architetture Liquide (2009) e La gestione bottom-up dell'informazione in rete (2017).

Indice

Prefazione. Derrick de Kerckhove, La cultura del progetto in un mondo a più schermi
Il mezzo... e i messaggi. Il progetto di comunicazione dall'oralità primaria al thumbtexting
(Comprendere i media; Il Design dall'acustico al visuale verso la terza oralità; La cultura del progetto dalla galassia Gutenberg alla Tripla Rivoluzione)
Progettare per le tribù del villaggio globale
(Mass-cast. Le audience e il progetto; Il cambio delle audience: il design tra convergenza e partecipazione; Sciamani e artigiani: la progettazione dall'intelligenza connettiva alla cultura maker)
Il progetto dei nuovi media. Liquido, visuale, grassroots
(Dalla griglia alla rete: design tra complessità ed emergenza; Total surround: il progetto di comunicazione nei social media; Disegnare la mappa dell'impero. Big Data e l'imperativo visuale)
La connessione profonda. Schede didattiche online
(Design for Sharing - Economica. Dalla lunga coda ai crowd-model; Design Activism - Politica. Dall'attivismo all'oclocrazia digitale; Participative Design - Pedagogica. Cultura convergente e alfabetizzazione transmediale; Visual Design - Estetica. Letteratura digitale e nuova techné)
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi