Milano e la Lombardia per una rete urbana policentrica

Autori e curatori
Contributi
C. Baldi, F. Bassoli, G. Bettini, R. Biscardini, G. De Carolis, S. Del Sante, M. Giuliani, I. Gorlani, G. Leoni, G. Lisciandra, F. Maffeis, L. Minotti, P. Mutti, F. Pagano, E. Pescatori, V. Podestà, G. Redaelli, A. G. Ricci, A. Schemmari, A. Secchi, C. Stevan, V. Valassi
Livello
Dati
pp. 112,   figg. 4,     1a edizione  1990   (Codice editore 745.13)

Milano e la Lombardia per una rete urbana policentrica
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,00
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820463120

Presentazione del volume

Riconcentrazione delle funzioni pregiate nel cuore metropolitano indotta da una vigorosa reindustrializzazione (sia pure secondo nuovi metodi di produrre) o rilancio della ,periferia,, con modalità di sviluppo endogeno e conseguente attenuazione spontanea dei vecchi squilibri? Consolidamento del ruolo centrale di Milano nel contesta padano ed europeo o crescente integrazione fra le aree produttive regionali in direzione del consolidarsi di uno sviluppo complessivo della regione? Accentuata attenzione sull'area metropolitana e sui suoi irrisolti problemi di qualità ambientale e di governo di un sistema insediativo complesso o riflessione / obiettivo sulla regione lombarda come sistema policentrico di città con le politiche urbane a scala regionale che ne derivano?

Queste alcune questioni (plausibilmente non assumibili in termini alternativi) presentate in questo volume che restituisce un'occasione non frequente di confronto, nella quale si misurano, anche con accenti polemici, le voci del capoluogo regionale, quelle dell'area metropolitana con i problemi del livello intermedio di governo, quelle dei poli esterni, della "periferia", e delle aree marginali lombarde. Ne esce con forza, una rinnovata domanda di governo del territorio metropolitano e regionale, nonostante le prese d'atto (ovviamente appellabili) che alle esperienze delle strutture istituzionali sperimentate avrebbe potuto arridere un maggior riconoscimento del ruolo svolto (esperienze pim) o ci si sarebbe potuta attendere qualche maggiore incidenza nei processi di trasformazione in atto (esperienza regionale).

Gli autori: C. Baldi, F. Bassoli, G. Bettini, R. Biscardini, G. De Carolis, S. Delsante, M. Giuliani, I. Goriani, G. Leoni, L. Lisciandra, F. Maffeis, L. Minotti, P. Mutti, F. Pagano, E. Pescatori, V. Podestà, G. Redaelli, A. Ricci, A. Schemmari, A. Secchi, C. Stevan, A. Tosi, V. Valassi.

Indice

Presentazione, di Gaetano Lisciandra
Introduzione, di Andrea Tosi
Il dibattito
Interventi di: Corrado Baldi, Fiorenza Bassoli, Giovanni Bettini, Roberto Biscardini, Guido De Carolis, Silvio Del Sante, Massimo Giuliani, Innocenzo Gorlani, Giancarlo Leoni, Franco Maffeis, Luciano Minotti, Pierluigi Mutti, Fortunato Pagano, Enrico Pescatori, Valentino Podestà, Giulio Redaelli, Anelisa Ricci, Attilio Schemmari, Alberto Secchi, Cesare Stevan, Vicio Valassi
Appendice. Il sistema delle reti e degli interscambi in Lombardia, di Anelisa Ricci






newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi