La democrazia realizzata

Origine e senso della transizione urbanoindustriale

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 156,      1a edizione  1989   (Codice editore 760.42)

La democrazia realizzata. Origine e senso della transizione urbanoindustriale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820431471

Presentazione del volume

Le nuove tecnologie dell'informazione ed i loro riscontri socioeconomici interagiscono in un processo di cambiamento di cui è difficile distinguere con chiarezza il contenuto e la direzione di senso. La ricerca sviluppa l'ipotesi che le trasformazioni in atto non siano comunque tali da modificare strutturalmente il sistema urbano ed il sistema dei valori che si sono venuti storicamente formando ed affermando in Europa occidentale. Quei sistemi costituiscono i termini entro i quali l'innovazione produce e produrrà i propri effetti, che sono e saranno orientati ad una ulteriore crescita se i Paesi europei e l'Europa del mercato unico sapranno adottare strategie a somma positiva.

Nella invarianza di alcuni riferimenti strutturali si osservano tuttavia modificazioni; «locali» di grande portata, che interessano in particolare il nostro Paese e che richiedono anch'esse logiche di gioco a somma positiva.

Si tratta della pubblica amministrazione, le cui interazioni con gli altri soggetti sempre più sono veicolate da una nuova forma di potere (un «potere organizzatorio») che ne modificano il ruolo e gli assetti.

Si tratta inoltre della progressiva formazione di un sistema urbano padano compatto, in luogo del sistema di «capitali regionali» che è stato protagonista dell'industrializzazione italiana.

La ricerca individua infine nello sviluppo dei valori e delle pratiche di democrazia - che si esprimono nel circolo virtuoso formato da educazione, benessere materiale e diritti umani, in un contesto ormai globale - il vettore di senso ed il minimo comune denominatore dei fenomeni di innovazione e dei dati di invarianza che definiscono la nostra epoca.

Indice

1. Fatti Insoliti in attesa di spiegazione
1.1. Il punto di partenza: la transizione
1.2. Il punto di svolta: l'innovazione tecnologica
1.3. Ma, quale svolta?
1.4. E in quale direzione?
1.5. Innovazione e potere
Sintesi del capitolo
2. I binari materiali e immateriali dell'innovazione
2.1. Il sistema regionale e urbano dell'Europa occidentale
2.2. Convergenze e divergenze valoriali tra i paesi dell'Europa occidentale
2.3. Convergenze e divergenze valoriali tra le generazioni dell'Europa occidentale
2.4. Innovazione e dovere
Sintesi del capitolo
3. Il successo è a somma positiva
3.1. Reciprocità, durata, cooperazione
3.2. Le condizioni soggettive per giochi a somma positiva in
Europa occidentale
3.3. L'ombra del futuro
3.4. L'Europa è capace di preveggenza?
Sintesi del capitolo
4. Agenda: amministrazione pubblica, discontinuità epocali e potere organizzatorio
4.1. Il primato della continuità
4.2. Alla ricerca del colpevole
4.3. Politica ed amministrazione tra ésprit géométrique d ésprit de finesse
4.3.1. I limiti del calcolo razionale
4.3.2. Lavoro politico e lavoro amministrativo
4.3.3. La diffusione sociale dell'innovazione
4.3.4. Processi di adattamento e democrazia
4.3.5. La pubblica amministrazione tra breve e lungo periodo (la sparizione del medio periodo)
4.4. La scoperta di una nuova e più complessa articolazione del potere
4.4.1. Il potere organizzatorio
4.4.2. La domanda di politica in una democrazia industriale
avanzata
4.4.3. La domanda di amministrazione in una democrazia industriale avanzata
4.4.4. Congruenza degli obiettivi e valutazione dei rendimenti
4.4.5. Il potere organizzatorio: più Stato con meno Stato Sintesi del capitolo
5. Agenda. giochi a somma positiva In Lombardia, Padania
e oltre
5.1. Milano capitale economica
5.2. La svolta degli anni Settanta
5.3. Le reti d'affari nazionali un dilemma di cent'anni fa
5.4. Un dilemma attuale: le reti d'affari globali
5.4.1. Lo scenario
5.4.2. Lombardia, Padania e oltre
5.4.3. La formazione dell'economia globale
5.4.4. La formazione di una rete di città e regioni mondiali
5.5. La strategia dei giochi a somma positiva
5.5.1. Europa e telecomunicazioni
5.5.2. Padania, Mezzogiorno ed economia italiana
5.5.3. Milano, città mondiale?
5.5.4. Padania, regione mondiale?
5.6. Strategie a somma positiva e potere organizzatorio Sintesi del capitolo
Osservazioni conclusive - La democrazia realizzata
Bibliografia
Appendice - Progetto Milano