Produzione snella e professionalità

I casi SKF e Zanussi componenti plastici

Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,   figg. 10,     1a edizione  1996   (Codice editore 765.19)

Produzione snella e professionalità. I casi SKF e Zanussi componenti plastici
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820497385

Presentazione del volume

Questo volume analizza le trasformazioni dell'impresa e dell'organizzazione del lavoro generate dalla lean production. In che cosa differisce il modello giapponese di produzione dal tradizionale sistema di produzione? I cambiamenti nel modo di lavorare coinvolgono solo il management, la gerarchia intermedia e i tecnici o anche gli operai? Quali cambiamenti sollecitano le politiche produttive del miglioramento continuo, della Total Productive Maintenance, della Qualità Totale nella professionalità degli addetti alla fabbricazione? Attraverso l'analisi di due casi aziendali gli autori esaminano il nuovo modello di razionalizzazione produttiva e le modalità con cui viene introdotto, il ruolo giocato dalla formazione nel ridefinire le competenze professionali degli addetti e lo stesso design organizzativo, le nuove forme di coordinamento e controllo e il lavoro produttivo in team. Particolare attenzione viene dedicata al nuovo ruolo operaio, in cui la polivalenza e la polifunzionalità si combinano con un maggior carico di lavoro, una maggiore responsabilità sembra accompagnarsi ad una crescente costrittività organizzativa. Proprio perché in tutti i lavori, anche in quelli più semplici, compaiono significativi spazi di discrezionalità e di intenzionalità, la lean production sembra richiedere nuove e più efficaci forme di regolazione del rapporto di lavoro. È dalla capacità di ridisegnare il sistema di governo del sistema sociale aziendale e, in particolare, il sistema di relazioni industriali che sembra dipendere in buona parte il dispiegarsi del potenziale di produttività insito nei nuovi principi organizzativi. Da questo punto di vista, oltre che da quello delle politiche produttive e organizzative, il concreto modello di razionalizzazione appare come un processo che procede per prova ed errori, tra spinte all'innovazione e controspinte alla conservazione, i cui esiti appaiono tuttora largamente incerti.

Giancarlo Cerruti svolge attività di ricerca presso l'lRES "Lucia Morosini" di Torino. Tra le recenti pubblicazioni: con V. Rieser, L'imperfetta modernizzazione. Una ricerca sui quadri FS in Piemonte, Roma, Ediesse, 1995.

Toni Ferigo svolge attività sindacale nella Fim-Cisl nazionale. Si occupa di formazione sindacale e ha recentemente coordinato una ricerca comparativa europea sul settore automobilistico.

Massimo Follis insegna Sociologia del Iavoro nella Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Torino. Tra le recenti pubblicazioni: "La carriera come sistema di allocazione e come incentivo: per una teoria delle carriere organizzative", Rassegna Italiana di Sociologia, n. 3, 1996.

Indice


Razionalizzazione produttiva e mutamenti della professionalità, di Toni Ferigo
Produzione snella, politiche di total productive maintenance e professionalità. II caso SKF, di Giancarlo Cerruti
La SKF Industrie e lo stabilimento di Airasca
La razionalizzazione produttiva e il ruolo dei lavoratori
La prima tappa della riorganizzazione produttiva: la canalizzazione
La lean production e la nuova struttura organizzativa
Il team di produzione e il ruolo del lavoro operaio
La Total Productive Maintenance e il sistema informativo
Politiche di formazione, nuove forme di professionalità, problemi di organizzazione del lavoro e relazioni industriali
La formazione
Mutamenti della qualificazione degli operai e problemi di valutazione della professionalità
Il sistema di relazioni industriali
Alcune considerazioni finali sul modello e sulle modalità di introduzione della lean production
Cambiamento organizzativo, formazione e risorse umane. II caso Zanussi componenti plastica, di Massimo Follis
L'evoluzione della ZCP nel settore della componentistica per autoveicoli
La diversificazione degli sbocchi di mercato
Modificazione del mix produttivo e investimenti in tecnologia
I nuovi vincoli sui processi aziendali
Cinque aspetti di complessificazione delle attività produttive
Specifiche criticità del processo produttivo
Le innovazioni organizzative intraprese dal 1993
Il lay-out organizzativo della ZCP
La riorganizzazione delle attività produttive in Unità Tecnologiche Elementari
I gruppi di lavoro nella UTE di stampaggio
La riorganizzazione del sistema logistico e delle attività di progettazione
Cambiamento dei ruoli, iniziative di formazione, politica delle risorse umane
L'evoluzione dei ruoli nel manufacturing
Le iniziative di formazione
Politica delle risorse umane e dimensioni informali della professionalità operaia
Appendice: Inquadramento e sviluppo professionale. Estratto dell'accordo sindacale stipulato tra la SKF e le organizzazioni sindacali (11.1.96)