Con animo di liberale

Piero Gobetti e i popolari. Carteggi 1918-1926

Autori e curatori
Contributi
Gabriele De Rosa
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 336,      1a edizione  1997   (Codice editore 170.10)

Con animo di liberale. Piero Gobetti e i popolari. Carteggi 1918-1926
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 38,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846401175

Presentazione del volume

L'ho seguita "con animo di liberale, molto cordialmente". Così scriveva Piero Gobetti a Luigi Sturzo nell'aprile 1923 dopo il congresso di Torino del Partito popolare italiano.

In effetti l'intellettuale torinese fu uno dei più acuti osservatori di parte laica del cattolicesimo politico del suo tempo. Nei primi anni del fascismo il coinvolgimento dell'ala più avanzata del Partito popolare gli parve passaggio obbligato di ogni processo di modernizzazione del nostro paese.Di tale partito egli colse gli elementi di novità sul piano politico e i possibili riflessi su quello religioso.Il Ppi, soprattutto nei settori che facevano capo a Sturzo e a Ferrari, gli parve un significativo passo in direzione della laicità della politica, destinato ad avere inevitabili ricadute sulle masse popolari - in particolare su quelle contadine - da esso organizzate.In questo senso la riflessione gobettiana sul movimento cattolico si muove in parallelo a quella sul movimento operaio e sul gruppo dell'«Ordine Nuovo» di cui fu critico attento e partecipe.

Il volume, dopo aver delineato i rapporti tra Gobetti e il mondo cattolico attraverso una ricca Presentazione di Gabriele De Rosa ed un'ampia e accurata Introduzione di Bartolo Gariglio, pubblica i carteggi tra Gobetti e i popolari.Vi sono presenti tutte le maggiori figure del cattolicesimo politico del tempo: da Sturzo a De Gasperi, da Donati a Ferrari, da Gronchi a Miglioli, da Jacini a Giordani.

Bartolo Gariglio è docente di Storia dei partiti presso la Facoltà di Scienze Politiche di Torino. Si è occupato di problemi di storia dei movimenti politico-religiosi, con particolare riferimento al mondo cattolico e di storia della stampa, soprattutto dell'Ottocento.Oltre a numerosi saggi ha pubblicato: Cattolici democratici e clerico-fascisti, Il Mulino, Bologna, 1976 e, in collaborazione con Ettore Passerin d'Entrèves, Introduzione alla storia del movimento cattolico in Italia, Il Mulino, Bologna, 1979.Presso l'editore Franco Angeli ha curato: Cristiani in politica, Milano, 1987, e pubblicato Stampa e opinione pubblica nel Risorgimento, Milano, 1987.Da alcuni anni è venuto rivolgendo la sua attenzione alle tematiche gobettiane, a cui ha dedicato: Laici, cattolici e fascismo.Piero Gobetti e il movimento cattolico, Il Segnalibro, Torino, 1995.

Indice

Gabriele De Rosa, Presentazione - Carteggi (Antonino Anile; Ernesto Buonaiuti; Vittorio Buratti; Carlo Calcaterra; Mario Casotti; Armando Cavalli; Giulio Cenci; Vittorio Chauvelot; Raffaele Ciasca; Angelo Crespi; Alcide De Gasperi; Gaetano De Sanctis; Giuseppe Donati; Francesco Luigi Ferrari; Vito G. Galati; Tommaso Gallarati Scotti; Igino Giordani; Giovanni Gronchi; Enea Grossi; Stefano Jacini; Guido Lami; Eugenio Libois; Giovanni Maria Longinotti; Vincenzo Mangano; Filippo Meda; Guido Miglioli; Romolo Murri; Angelo Maria Nasalli Rocca; Domenico Russo; Lorenzo Sainati; Antonio Segni; Giuseppe Spataro; Giuseppe Speranzini; Luigi Sturzo; Carlo Torriani; Giovanni Vaccarella; Ernesto Vercesi; Guido Zadei; Lettere commerciali) - Profili biografici dei corrispondenti gobettiani - Indice cronologico dei carteggi - Indice dei nomi.