L'itinerario di Enrico Leone

Liberismo e sindacalismo nel movimento operaio italiano

Autori e curatori
Livello
Dati
pp. 248,      1a edizione  1989   (Codice editore 1577.10)

L'itinerario di Enrico Leone. Liberismo e sindacalismo nel movimento operaio italiano
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,00
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820434595

Presentazione del volume

Ponendo in stretta relazione il sindacalismo rivoluzionario italiano con le sue origini meridionali e l'impostazione liberista dei suoi dirigenti, Gramsci ha lasciato profonde tracce in una storiografia che era così portata a vedere nei sindacalisti i protestatari delle fasce di sottosviluppo escluse dai benefici della politica giolittiana. Pur con le dovute sfumature, il presente studio tende a ridimensionare la visione di tale storiografia tradizionale proprio attraverso la ricostruzione dell'itinerario politico e intellettuale di Enrico Leone (1875-1940), la figura senz'altro più emblematica di quei dirigenti meridionali solitamente considerati gli artefici del presunto meridionalismo e liberismo del 'progetto' sindacalista in Italia.

Avvalendosi di una folta documentazione, l'autore ripercorre, sinteticamente, le varie tappe della vita pubblica del Leone militante e insieme teorico del sindacalismo, avendo sempre cura di inserirle in un quadro più generale. Affiorano in tal modo ricchi e disparati temi: il socialismo napoletano all'apogeo della sua lotta anticamorristica; la problematico meridionalista; la revisione del marxismo; il delicato rapporto fra socialismo, economia pura ed edonismo; la lotta politica all'interno del partito socialista d'inizio Novecento; l'epopea sindacalista rivoluzionaria; le titubanze della neutralità socialista di fronte al conflitto mondiale; l'entusiasmo per la "massima rivoluzione" in Russia; il sindacalismo di fronte al fascismo, ecc.

La parte documentaria riunisce testi politici e teorici di Leone che spaziano tra il 1900 e il 1922.

Willy Gianinazzi (Losanna, 1953) risiede a Parigi dove, nel 1984, ha discusso all'Università di Vincennes una tesi di dottorato su Enrico Leone, diretta da Madeleine Rebérioux. è redattore dei parigini "Cahiers Georges Sorel".

Indice

Parte prima
1. Introduzione
2. L'esperienza napoletana
3. Il revisioniamo edonista
4. Ferrismo e meridionalismo
5. Teoria e pratica del sindacalismo
6. La traversata del deserto
7. Dal sovietismo al possibilismo fascista
Parte seconda
La revisione del marxismo (1900-1901)
Le coalizioni operaie e il liberismo (1900)
Il ministerialismo. Lettera a Walter Mocchi (1901) La "questione meridionale" (1903)
La politica nei sindacati (1905)
La soluzione "sindacalista" della crisi del socialismo (1906)
Sorel, il sindacalismo e l'azione elettorale (1906)
Edonismo e marxismo (1907)
Sindacalismo e intellettuali. Problemi di organizzazione (1910)
Il marxismo scandalizzato (1918)
Soviet, partito e violenza. Una dichiarazione di princìpi (1919)
L'unità proletaria e l'insegnamento della "Massima Rivoluzione" (1920)
I socialisti e il fascismo (1922)
Indice dei nomi