Politica e cittadinanza

Fiorenza Taricone

Politica e cittadinanza

Donne socialiste fra Ottocento e Novecento

La realtà del movimento femminile socialista in Italia già dalla fine dell’Ottocento è stata vivace e anche originale nelle sue esplicazioni, ma sostanzialmente poco conosciuta. Dirigenti, segretarie di Camere del Lavoro, sindacaliste, presidenti di cooperative o associazioni, pur non avendo diritto di voto, incitavano alla partecipazione e alla lotta, costruendo legami concreti con esponenti europei e internazionali. Il volume cerca di restituire quanto più possibile voce a queste protagoniste del socialismo delle origini, presentando le tematiche esposte nei loro scritti.

Edizione a stampa

26,00

Pagine: 200

ISBN: 9788891787798

Edizione: 1a ristampa 2022, 1a edizione 2020

Codice editore: 541.38

Disponibilità: Discreta

Pagine: 200

ISBN: 9788835102243

Edizione:1a edizione 2020

Codice editore: 541.38

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

La realtà del movimento femminile socialista in Italia già dalla fine dell'Ottocento è stata vivace e originale nelle sue esplicazioni, ma sostanzialmente molto poco conosciuta.
Le donne, a volte in età talmente precoce da essere in realtà adolescenti e giovani ragazze, hanno anticipato molti temi del neo femminismo degli anni Settanta del Novecento; fra queste la cosiddetta "doppia militanza". Alle donne che diffondevano il "verbo socialista" fra lavoratrici diffidenti e spesso diffidate dall'interessarsi di politica spetta quanto meno la primogenitura della propaganda e dell'organizzazione politica sistematica, che in taluni casi diventa una professione. Dirigenti, segretarie di Camere del Lavoro, sindacaliste a tempo pieno, presidenti di cooperative o associazioni, pur non avendo diritto di voto, incitavano alla partecipazione e alla lotta, costruendo legami concreti con esponenti europei e internazionali e sprovincializzando la cultura politica italiana. In ogni capitolo di questo volume sono presenti alcuni dei loro scritti, da quelli più ufficiali a quelli più privati.

Fiorenza Taricone è professoressa ordinaria di Storia delle dottrine politiche presso l'Università di Cassino e Lazio Meridionale, dove insegna anche Pensiero politico e questione femminile. È autrice di saggi e monografie, particolarmente centrati su tematiche quali l'associazionismo in Italia tra Ottocento e Novecento, l'evoluzione dei diritti civili e politici, interventismo e pacifismo. Fa parte del Comitato Scientifico di riviste di settore e della Fondazione di studi storici "Filippo Turati". Tra le sue ultime pubblicazioni, Per filo e per segno. Antologia di testi politici sulla questione femminile dal XVII al XIX secolo, con Ginevra Conti Odorisio, Torino, 2009, Louis Blanc e Mme d'Agoult (Daniel Stern) socialismo e liberalismo, Firenze, 2014. Romain Rolland pacifista libertario e pensatore globale, Napoli, 2017.

Elena Marinucci, Introduzione
Fiorenza Taricone, Premessa
Le parole d'ordine del movimento femminile socialista: propaganda e organizzazione
(Passione politica e propaganda; Vincere la diffidenza femminile)
Il voto fra diritto di cittadinanza e diritto di genere
(Uno sguardo europeo e internazionale; In Italia: l'associazionismo suffragista; Comitati pro-voto: una strategia mirata; Verso il falso suffragio universale; Dopo la marcia su Roma: promesse suffragiste)
Militanza e associazionismo di area socialista
(L'associazionismo fra società civile e politica; A Milano, l'Unione Femminile)
Le donne socialiste: una nuova morale per l'individuo, la famiglia, la società
(Testimonianze di modernità; Il pubblico e il privato: le donne parlano di sé)
Le lotte per il lavoro
(Il lavoro al centro; Nelle pagine de "La Difesa delle Lavoratrici"; Lavoratrici della terra e della casa; Imparare a educare; Le maestre socialiste protagoniste dell'alfabetizzazione)
Le donne e la guerra: interventismo versus pacifismo
(Il "naturale" pacifismo femminile; L'interventismo femminile; Le socialiste e il dramma della guerra)
Le donne e Mussolini: pareri diversi
(Angelica Balabanoff, Margherita Grassini, Leda Rafanelli)
Indice dei nomi.

Collana: Fondazione di studi storici Filippo Turati

Argomenti: Storia politica e diplomatica

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche